domenica 30 dicembre 2007

La Russia aumenta i dazi sull'export del petrolio

Il Ministero delle Finanze russo ha annunciato che aumenterà di almeno 18% il dazio sull'esportazione dei prodotti petroliferi. La misura, destinata ad entrare in vigore a partire dal 1 febbraio 2008, è motivata dalla straordinaria crescita delle quotazioni del greggio verificatesi negli ultimi mesi. L'imposta, pari oggi a 275.40 USD/tonnellata (37.57 USD a barile), raggiungerà i 325-330 USD dollari/tonnellata.
Redazionale, da materiale "The Moscow Times" del 27.12.2007

Nuovo 4exp

Gentili Lettori,

in coincidenza con il nuovo anno, anche il blog 4EXP si appresta ad un rinnovamento che ne migliorerà la forma ed i contenuti, nella speranza di offrire un servizio più utile ed interessante. Vogliate pertanto perdonarci per temporanei problemi tecnici che potranno presentarsi nei prossimi giorni.
Buon 2008 a tutti Voi!

lunedì 24 dicembre 2007

RUSSIA: NEL 2007 AFFLUSSO DI CAPITALI PER 80 MILIARDI DI DOLLARI

(ICE) - ROMA, 21 DIC - Stando a quanto riferisce il Ministro per lo sviluppo economico russo Elvira Nabiullina, l'afflusso netto di capitale nella Federazione Russa nel 2007 ammonta a circa 80 miliardi di dollari. Per quanto riguarda il 2008 ci si aspetta che l'indice sia quantomeno pari a quello di quest'anno. Il Ministro, infatti, ritiene che la tendenza alla crescita dell'afflusso di capitale possa mantenersi anche per il prossimo anno e fa notare che la Russia rappresenta una nazione molto attraente per gli investimenti - un fatto confermato anche dalle valutazioni delle agenzie di Rating internazionali. (ICE MOSCA)

Scrivere in russo con una tastiera tradizionale: gratis con Translit.ru

Per chiunque debba comunicare con interlocutori russofoni, può rendersi necessario produrre testi in lingua. Esistono numerose e accettate convenzioni per traslitterare in caratteri latini un originale russo, ma la versione in cirillico è certo preferibile. In particolare, nei rapporti d’affari, essa contribuisce a rendere più chiara la comunicazione commerciale, oltre a dimostrare al destinatario la propria attenzione per il suo ambiente culturale.
Il sito Translit.ru offre un sistema efficiente, affidabile e dall’interfaccia intuitiva, per scrivere testi russi in caratteri cirillici su una tastiera convenzionale e viceversa. Il servizio è completamente gratuito.
Redazionale, da materiale http://www.translit.ru/.

venerdì 21 dicembre 2007

Iveco produrrà veicoli commerciali in Russia

La Saveco OOO, società russa a capitale misto partecipata al 51% dalla italiana Iveco, ha avviato la costruzione di un impianto di produzione di veicoli commerciali nella regione di Nizni Novgorod (km da Mosca). Sono programmati investimenti per un valore di 2 miliardi di rubli (55 milioni di euro), il break-even è previsto a 57 mesi. Il progetto, prioritario nei piani di sviluppo della regione, godrà di agevolazioni fiscali per 169 milioni di rubli (4.7 milioni di euro) nel corso della sua realizzazione.
La produzione sarà avviata nel primo trimestre 2009 e, una volta a pieno regime nel 2010, raggiungerà i 25.000 veicoli all’anno. In un primo momento, in Russia verrà svolto solo l’assemblaggio di componenti italiani, ma, nella seconda fase, è prevista la localizzazione in situ del 70% dei processi produttivi.
Dagli impianti di Nizhni Novgorod usciranno soprattutto veicoli commerciali di media capacità, sino a 50 quintali di carico, destinati alla vendita in Russia e Stati CSI, attraverso le reti dedicate “Samotolor NN” ed Iveco.
Redazionale, da materiale www.regnum.ru

Olimpiadi Sochi 2014: la sfida italiana

L’ambasciatore della Repubblica Italiana nella Federazione Russa, Vittorio Surdo, ha reso noto che nel gennaio 2008, nella regione di Krasnodar, verrà inaugurata un ufficio ICE e nominato un Console onorario.
Il meridione della Federazione Russa è una zona a forte sviluppo economico, trainato, in primo luogo, dai settori turistico e dell’edilizia. Esso rappresenta una interessantissima opportunità per l’imprenditoria italiana, in particolare nella città di Sochi, sede delle Olimpiadi invernali 2014, anche alla luce del know-how costruttivo e gestionale acquisto da molte imprese nazionali in occasione dei Giochi Olimpici di Torino 2006.
Redazionale, da materiali http://skavkaz.rfn.ru/

Mario Rioli S.p.A. inizia la produzione in Russia

Nella città di Donskoj, a 230 km da Mosca, è stato inaugurato l’impianto di produzione della Mario Rioli S.p.A., costruttore di porte per interni, da anni presente sul mercato russo. Oltre ai vertici aziendali hanno preso parte alla cerimonia il governatore della regione di Tula e il sindaco di Donskoj.
Il sito produttivo, concepito secondo i più attuali standard occidentali, è stato realizzato da un pool di imprese tedesche, italiane ed austriache, molti dei macchinari sono “made in Italy”. É presente un magazzino tecnologicamente avanzato dalla capacità di 50.000 unità di prodotto finito. L’impianto creerà più di 1000 posti di lavoro, in quella che è una delle aree più depresse della Russia. L’investimento complessivo raggiunge i 30 milioni di Euro, con break-even programmato a 5 anni.
Nel 2008 è prevista la produzione di 300.000 unità di prodotto, mentre a pieno regime, a partire dal 2010, la produzione raggiungerà 1 milione annuo, con un’offerta di circa 150 modelli, che copriranno l’ampio segmento tra i 3000-18.000 rubli (85-500 €).
Il mercato delle porte per interni russo è valutato in 6-7 milioni di euro, con una crescita annua che si attesta sul 15%. La mission dichiarata Mario Rioli è di conquistarne il 20%, iniziando nel contempo la penetrazione anche nelle altre repubbliche ex-sovietiche.

Redazionale, da materiali http://openmarket.ru/

domenica 16 dicembre 2007

KAZAKHSTAN: MODIFICA DEL TESTO UNICO DOGANALE, NON È PIÙ NECESSARIA LA DICHIARAZIONE DOGANALE IN ORIGINALE

(ICE) - ROMA, 14 DIC - Secondo la nuova versione del Testo Unico doganale kazakho entrata in vigore il 27 novembre scorso, non sarà più necessario presentare la documentazione doganale in originale per le merci che vengono importate in Kazakhstan, a meno che lo stesso Paese di esportazione non lo preveda espressamente. L'introduzione di questa modifica dovrebbe finalmente risolvere la problematica che ha di fatto bloccato, dall'inizio della scorsa estate, l'importazione in Kazakhstan di molti prodotti provenienti dal mercato comunitario e quindi dall'Italia. Infatti, un emendamento al Testo Unico doganale kazakho, introdotto lo scorso 20 maggio, imponeva agli operatori la presentazione della documentazione originale da cui risultasse il valore della merce dichiarato alla dogana di partenza. Tale condizione risultava impossibile da soddisfare per la quasi totalità delle aziende straniere operanti sul mercato kazakho, traducendosi in una vera e propria barriera di natura non tariffaria per le merci straniere. (ICE)

giovedì 13 dicembre 2007

RUSSIA: GLI INVESTIMENTI STRANIERI 2007 HANNO RAGGIUNTO LIVELLI RECORD

(ICE) - ROMA, 13 DIC - Il tasso di crescita degli investimenti nell' economia russa, stando ai primi risultati sul 2007, è stimato al 7,4%, un indice record per la Russia moderna. Il Ministro delle Finanze Aleksej Kudrin ne ha parlato nel corso della conferenza "Global Investment and Finance Forum". Secondo il Vice-Premier, nel 2007 gli investimenti stranieri diretti hanno raggiunto i 45 miliardi di dollari, mentre nel 2006 erano ammontati a 26 miliardi. Lo scorso anno vi era già stato un raddoppio degli investimenti, dato che che nel 2005 gli IDE si attestavano a 13 miliardi. Kudrin ha reso noto che il debito estero russo al 1° ottobre ammontava a 47 miliardi di dollari, o al 3,7% del volume del PIL previsto per la fine dell'anno, e ha sottolineato che si pensa che il volume totale (dei settori pubblico e privato) del debito estero possa raggiungere il 31% del PIL, mentre ad esempio in Ucraina e Polonia il livello di tale debito ammonta al 48% e al 51% rispettivamente. Per quanto riguarda l'afflusso di capitali nella Federazione Russa, il Vice-Premier precisa che a novembre di quest'anno si trattava di 3 miliardi di dollari circa. Commentando le previsioni per i prossimi anni, Kudrin assicura che il governo è pronto a ridurre l'inflazione fino al 5-6% entro il 2010. (ICE MOSCA)

Approvati due nuovi Programmi Operativi per la Slovacchia

La Commissione Europea ha approvato altri due Programmi Operativi per la Slovacchia: si tratta dei Programmi Sanità e Ambiente. Il Programma Sanità ottiene da Bruxelles 250 milioni di euro ai quali lo Stato ed i richiedenti aggiungono altri 44 milioni di euro nel cofinanziamento. Entro l’anno 2013 dunque entreranno nel settore sanitario circa 10 miliardi di Skk (Corona slovacca), soprattutto per la ristrutturazione di grandi ospedali. Il settore ambientale ottiene 1,8 miliardi di euro, 59,2 miliardi di Skk. Tale Programma Operativo viene finanziato attraverso il Fondo di Coesione ed il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale. La Ce ha approvato alla Slovacchia 7 su 11 Programmi Operativi.
Per informazioni:
AssocameresteroTel. 06 44231314Fax 06 44231070

mercoledì 12 dicembre 2007

RUSSIA: LA CATENA SPAGNOLA ZARA VENDERÀ ANCHE ARTICOLI PER LA CASA

ICE) - ROMA, 30 NOV - ZARA ha aperto il primo punto vendita a Mosca, il 26 ottobre, presso il centro commerciale Atrium. E' il primo punto vendita aperto dall'azienda spagnola sul territorio della Federazione Russa e nell'Europa dell'Est. Nel 2008 verrà aperto un secondo punto vendita a San Pietroburgo sul Nevskij Prospekt. L'assortimento dei punti vendita in Russia avrà le stesse caratteristiche già sperimentate con successo negli altri paesi. La catena Zara Home è entrata a far parte del gruppo Inditex nel 2003 e oggi conta oltre 180 punti vendita nel mondo. Dal 2002 il gruppo Inditex è attivo sul mercato russo grazie all'attuazione della tecnica del franchising. Dal 2006 invece opera autonomamente attraverso la propria filiale ZAO-Zara Sng, di cui detiene il 100% del controllo azionario. Il ricavo di Zara Sng nel 2006 è stato 2,68 miliardi di rubli, quello netto è stato di 276 milioni di rubli. Secondo il direttore commerciale del FCG-Fashion Consulting Group, Anush Gasparjan, la capacità del mercato russo dell'abbigliamento si stima attorno ai 32-35 miliardi euro, con una crescita annua del 10/12%. (ICE MOSCA)
Fonte: www.ice.gov

RUSSIA: VOLKSWAGEN PRONTA AD AMPLIARE LA PRODUZIONE LOCALE

(ICE) - ROMA, 06 NOV - Il Presidente della Volkswagen Bernd Pischetsrieder ritiene che il mercato dell'auto della Federazione Russa diventerà "il più importante in Europa" entro il 2009. A fronte di ciò, la casa automobilistica tedesca ha aperto una fabbrica a Kaluga, a circa 200 km da Mosca. Il costo dell'operazione è stato di 500 milioni di Euro. Attualmente la produzione della fabbrica ammonta a 115.000 automobili l'anno, ma l'obiettivo è raggiungere quota 150mila auto l'anno. Per il 2009 si conta di avviare un intero ciclo di produzione dei modelli Passat, Golf, Polo e Skoda Octavia. (ICE MOSCA)


venerdì 7 dicembre 2007

"Spring 3" per promuovere il "made in Lombardy" all'estero

Nuovi progetti di internazionalizzazione per l'artigianato e la piccola/media impresa lombarda sono stati varati dalla Giunta regionale, su proposta del presidente, Roberto Formigoni, di concerto con gli assessori all'Artigianato e Servizi, Domenico Zambetti, e all'Industria e Piccola e Media Impresa, Massimo Corsaro. Nel 2008 la Regione finanzierà infatti i progetti 'SPRING 3' con quasi tre milioni di euro, cioè una serie di attività finalizzate a rendere competitivi sul mercato globale l'artigianato e le piccole imprese lombarde, peraltro storicamente disponibili ad adattarsi alle nuove situazioni."La mondializzazione dell'economia - ha commentato Formigoni - richiede nuove capacità, basate non solo sul produrre beni e servizi competitivi, ma ancora di più capaci di saper vendere e comunicare idee e progetti 'made in Lombardy'. La chiave sta infatti nell'arrivare fuori dei confini nazionali con innovazioni di processo e di prodotto, strategia che richiede innanzitutto la formazione continua del capitale umano e la promozione dei prodotti".

Sostanzialmente il progetto 2008 è articolato su due fasi. La prima prevede la formazione e l'aggiornamento delle aziende sia attraverso il training da parte di manager specializzati nelle problematiche legate ai mercati esteri sia con azioni mirate alla crescita culturale e gestionale di singole figure all'interno del processo produttivo. La seconda prevede la presentazione da parte delle aziende di progetti operativi e la loro selezione: i migliori otterranno un finanziamento regionale del 50% dei costi per porre in pratica l'iniziativa.

Il progetto SPRING, nato nel 2005 come progetto pilota finalizzato a sostenere e incentivare le strategie di internazionalizzazione delle piccole imprese lombarde, ha raccolto nel 2005, 2006 e 2007 le candidature di oltre 200 imprese interessate a sviluppare progetti personalizzati per la commercializzazione dei loro prodotti all'estero attraverso la realizzazione di programmi idonei a creare le condizioni di successo per il riposizionamento competitivo anche tramite la realizzazione di reti permanenti. Per questo progetto sono stati selezionati e messi a disposizione oltre 50 export manager, da utilizzare temporaneamente per alcuni mesi da parte delle imprese e sono stati predisposti corsi di formazione mirati, sulla base delle necessità formative espresse dalle imprese stesse (in materia di dogane, contrattualistica, normativa internazionale, marchi, brevetti, ecc.), con lo scopo di mettere le aziende nelle condizioni di creare reti permanenti all'estero per l'internazionalizzazione. (Ln)

ITALIA-ROMANIA, MISSIONE MINISTRO BONINO

Il Ministro per il Commercio Internazionale e per le Politiche Europee, Emma Bonino domenica e lunedì sarà a Bucarest e Timisoara per una missione istituzionale con l’obiettivo di rafforzare e rilanciare i rapporti politici ed economici tra i due paesi. In particolare il Ministro Bonino incontrerà la comunità d’affari italiana sia a Bucarest, la sera del 9 dicembre, che l’indomani sera a Timisoara nell’ambito di un Forum economico organizzato dalla nostra Ambasciata e dall’Istituto per il Commercio Estero. Nella delegazione del Ministro ci saranno, tra gli altri, Vice Presidente della Confindustria, Giuseppe Morandini che ha la delega per le piccole e medie imprese, e il direttore generale dell’Ice, Massimo Mamberti.
A Bucarest, lunedì 9 dicembre, il Ministro Bonino avrà incontri politici con il Ministro per le Piccole e medie imprese, Commercio e Turismo, Ioan Silaghi, con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Varujian Vosganian e un colloquio con il Primo Ministro Calin Popescu Tariceanu. Sempre a Bucarest, nella giornata di lunedì Bonino incontrerà le ONG italiane che si occupano di infanzia abbandonata, malati di AIDS, anziani e Rom.
L'Italia è il primo partner commerciale della Romania. Nel 2006 l’interscambio ha raggiunto, per la prima volta, la cifra record di 10,6 miliardi di euro, in pratica è il triplo rispetto all’India e doppio rispetto alla Cina, e ci sono ancora spazi per migliorare la presenza italiana nel campo delle infrastrutture, della logistica, nel settore energetico così come in quello dell’agroindustria e del tessile.
I rapporti socio economici con la Romania si sono intensificati dagli inizi degli anni Novanta ed oggi sono oltre 23.500 le imprese italiane attive sul territorio rumeno. Il capitale italiano investito ammonta ad oltre 850 milioni di Euro, otto banche con capitale italiano operano nel Paese. Migliaia sono i matrimoni misti, 325 i collegamenti aerei settimanali tra i due Paesi. Centinaia gli autobus che collegano la Romania con decine e decine di città italiane ogni settimana. Sono circa 17.000 le imprese e le attività commerciali avviate in Italia da cittadini romeni.

giovedì 6 dicembre 2007

Valori record per le riserve valutarie russe

Nella settimana dal 24 al 30 novembre 2007 le riserve valutarie russe sono cresciute dello 0,85 p.c., ovvero di 3,9 miliardi di dollari, raggiungendo il valore record di 463,5 miliardi di dollari. Lo rende noto la Banca Centrale Russa. Dall’inizio dell’anno, quando le riserve complessive ammontavano a 303,7 miliardi USD, la crescita è stata pari al 52,6 %.
La Federazione Russa occupa il terzo posto per dimensioni delle riserve valutarie , preceduta solo dalla Cina e dal Giappone.

mercoledì 5 dicembre 2007

UCRAINA: IMMINENTE L'ADESIONE ALL'ORGANIZZAZIONE MONDIALE DEL COMMERCIO

(ICE) - ROMA, 23 NOV - L'Ucraina ha siglato nei giorni scorsi gli ultimi due protocolli bilaterali con Vietnam e Kirghizistan, portando a termine tutti i necessari passi burocratici, legali ed economici per l'adesione all'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC). Il Consiglio Generale dell'OMC, che si riunirà dal 10 al 15 Dicembre, dovrebbe dare il via libera all'ingresso dell'Ucraina tra i suoi membri. (ICE KIEV)

UNGHERIA: PRESENTATO IL NUOVO PIANO DI CONVERGENZA

ICE) - ROMA, 05 DIC - Il Ministro delle Finanze ungherese János Veres ha presentato una versione aggiornata del Piano di Convergenza ungherese, che è stato sottoposto all'Unione Europea il primo dicembre. Con il nuovo Piano, il Governo ha innalzato dal 7,5 al 7,9% la previsione del tasso medio di inflazione per il 2007. Anche la previsione per il 2008 è stata portata dal 4,5 al 4,8%. La previsione di crescita economica per il 2007 è stata abbasata dal 2,2 all'1,7%, mentre rimane invariata la previsione di una crescita del 2,8% per il 2008 e del 4% per il 2009. Incoraggiante la previsione del deficit di bilancio per il 2007, che dovrebbe scendere al 6,2% rispetto al precedente target del 6,4%. Per il 2008 il deficit atteso è del 4%. Il Ministro Veres ha indicato il 2013 come possibile data per l'ingresso nell'area Euro. (ICE BUDAPEST)
.

martedì 4 dicembre 2007

Il sistema contrattuale in Romania e Bulgaria

I sistemi contrattuali romeno, bulgaro ed italiano hanno alcune importanti differenze. Newsmercati.com propone un’analisi comparata e alcuni consigli utili all’imprenditore italiano che ha relazioni commerciali con Romania e Bulgaria.
L'articolo dell'Avv. Marco Tupponi, Docente di Diritto del Commercio Internazionale presso l'Università di Macerata, si sofferma sulle principali discrepanze del diritto vigente in materia di contratti, in Italia e negli Stati oggetto d'esame.
In particolare, sono enucleati gli elementi relativi al perfezionamento del contratto, applicandosi nei sistemi normativi bulgaro e rumeno il principio di ricezione, distinto dal principio di cognizione, proprio del sistema italiano.
Altro argomento affrontato è costutito dalle norme regolatrici il trasferimento della proprietà mobiliare ed immobiliare, che pure presentano significative differenze quando confrontate coll'ordinamento nazionale.
La versione completa dell'articolo è disponibile a tutti gli iscritti alla newsletter periodica di http://www.newsmercati.com/, ovvero direttamente consultabile al seguente link.

UNGHERIA: A DICEMBRE INGRESSO NELL'AREA SCHENGEN

ICE) - ROMA, 04 DIC - A partire dal prossimo 22 dicembre l'Ungheria sarà membro a pieno titolo dell'area Schengen ed entreranno pertanto in vigore i sistemi di controllo delle frontiere di terra previsti dal Trattato. Per quanto concerne lo spazio aereo e le frontiere fluviali, i nuovi sistemi di controllo entreranno in vigore a partire dal mese di aprile 2008. (ICE BUDAPEST)

Russia: 32 giacimenti di gas naturale divengono strategici

Con Disposizione N. 1707-r del 28 novembre 2007 del Governo della Federazione Russa, è stato stabilito l’elenco dei giacimenti di gas naturale di natura strategica.
Fanno parte della lista 32 giacimenti situati nella parte settentrionale del paese, tra cui il “Chelyadinsky”, con riserve confermate di 1,3 trilioni di m3 di gas e 50 milioni di tonnellate di petrolio. La loro inclusione si giustifica colla necessità di “garantire la sicurezza energetica della Federazione Russia”.
Nell’ordinamento federale, la qualificazione di un giacimento di risorse naturali come “strategico”, rende possibile il suo sfruttamento solo da parte di imprese a maggioranza di capitale russo.
Redazionale, da materiale http://www.government.ru/ , http://lenta.ru/

Russia: cala la capitalizzazione del Fondo di Stabilizzazione

Il Ministero delle Finanze della Federazione Russa ha comunicato che la capitalizzazione del Fondo di Stabilizzazione è passata dai 3 trilioni 649,25 miliardi di rubli del 1 novembre (102 miliardi di Euro), ai 3 trilioni 517,06 miliardi del 1 dicembre 2007 (98.2 miliardi di Euro). Lo rendono noto fonti di informazione russe.
La diminuzione del valore del Fondo è imputabile alla destinazione di 300 miliardi di rubli (8,4 miliardi di Euro) alla capitalizzazione di tre enti di sviluppo economico. In particolare, 180 miliardi di rubli sono stati assegnati alla “Corporazione di Stato - Banca dello sviluppo dell’attività economica internazionale e del commercio estero (Vnechekonombank)”, 30 miliardi alla “Corporazione di Stato delle Nanotecnologie”, 90 miliardi – al potenziamento del “Fondo di Investimenti della Federazione Russa”.
Dall’inizio dell’attività d’investimento (24 giugno 2006), al 30 novembre 2007, la redditività del Fondo si è attestata sul 11,95% annuo in dollari USA.
Al 1 gennaio 2007 la capitalizzazione del Fondo ammontava a 2 trilioni 347 miliardi di rubli (67,8 miliardi di Euro).
Redazionale, da materiale http://www.prime-tass.ru/

lunedì 3 dicembre 2007

Ancona: valutazione delle opportunità d’internazionalizzazione delle Pmi nella regione di San Pietroburgo

La Camera di Commercio di Ancona partecipa al progetto sulle opportunità di business offerte alle pmi locali che intendono investire nella regione di San Pietroburgo. All’interno di tale iniziativa organizza un seminario che si terrà il prossimo 12 dicembre 2007 presso la Sala Parlamentino, ore 16:30. L’evento è finalizzato alla analisi del contesto economico di riferimento e la domanda e l'offerta di servizi logistici. All'incontro interverranno i responsabili della Zes (Zona Economica Speciale) di San Pietroburgo ed esperti e consulenti specialistici in tematiche di internazionalizzazione. Il progetto viene realizzato in collaborazione con l'Assindustria Ancona e con la Confartigianato provinciale.
Per informazioni:Ancona PromuoveTel. 071 2072913Fax 071 5898255

giovedì 29 novembre 2007

Vicenza – Il mobile vicentino in vetrina a Mosca

29.11.2007 - Il mercato russo continua a rappresentare un importante punto di riferimento per il comparto del mobile e del complemento d’arredo a livello internazionale. Lo conferma la recente partecipazione di Vicenza Qualità, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Vicenza con un gruppo di aziende vicentine del settore alla 19ª edizione della fiera MEBEL, tenutasi nei giorni scorsi a Mosca. Una scelta non casuale da parte berica, visto che la manifestazione, con i suoi oltre 1.200 espositori provenienti da 27 Paesi, costituisce uno dei più rilevanti appuntamenti annuali per il settore dell’arredo nella Federazione Russa e richiama attorno a sé l’interesse di buyers, importatori, distributori e interior designers dell’area e dei paesi limitrofi. Per di più, l’edizione di quest’anno si è svolta in concomitanza con altri due saloni dedicati a segmenti produttivi specifici: ZOW, fiera internazionale dei componenti e degli accessori per l’industria dell’arredamento e Interior Show, il I° Salone internazionale dell’arredamento e degli interni d’elite. Alla fiera MEBEL, la presenza italiana coordinata da ICE ha avuto un ruolo di spicco, con quasi 300 imprese del settore arredo casa, contract, illuminazione e complementi, che hanno saputo offrire un ampio ventaglio di proposte: dallo stile classico al moderno, dal mobile artigianale a quello di design, la produzione italiana ha evidenziato quei valori, frutto di esperienza, tradizione, creatività e innovazione, che da sempre contraddistinguono e hanno reso noto in tutto il mondo il “Made in Italy”. Durante tutta la fiera è stato inoltre attivato all’interno del Padiglione Italia un ristorante italiano che ha permesso ai visitatori di rivivere ancor più da vicino l’atmosfera dell’italian style. Per l’occasione, è stata organizzata la visita di una delegazione di circa 40 operatori provenienti dai paesi russi e dell’area centro-asiatica, che hanno mostrato specifico interesse per la produzione italiana di settore.A nche il Sistema Casa vicentino ha avuto modo di mettere in mostra una selezione dei propri prodotti, contando sulla partecipazione di sette aziende coordinate da Vicenza Qualità, operanti nell’ambito del mobile per residenza e contract, delle porte e serramenti, delle sedute e dei complementi d'arredo. L’Azienda Speciale è stata inoltre presente con un proprio stand istituzionale, dove è stata allestita una catalogoteca per presentare la produzione di circa quaranta aziende della provincia e sono stati esposti, su apposite vetrine, oggetti in ceramica artistica in rappresentanza della produzione di qualità del nostro territorio: un vero e proprio viaggio a 360 gradi all’interno del comparto arredo vicentino.Si rinnova in questo modo l’impegno di Vicenza Qualità per la promozione del “Made in Vicenza” in Russia e nei paesi limitrofi, proseguendo le iniziative che da alcuni anni la vedono coinvolta nella partecipazione a fiere e workshop e nel consolidamento dei contatti con la stampa specializzata.
Per maggiori informazioni contattare Vicenza Qualità, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Vicenza, al numero 0444/994750 oppure collegandosi al sito http://www.vicenzaqualita.org/Rif. CdC Vicenza, Vicenza Qualità, Ufficio stampa, Meneghini & Associati - Nicola Luna, tel. 0444 578827, fax 0444 320321, e-mail: luna@meneghinieassociati.it

Pisa: scadono i termini per partecipare alla Expo Furniture 2008 di Kiev

La Camera di Commercio di Pisa organizza la partecipazione alla fiera “Expo forniture 2008”, che si terrà a Kiev in Ucraina dal 12 al 16 marzo 2008. Nell’ambito di tale manifestazione l’ente Camerale mette a disposizione la somma di euro 25.000 quale contributo per l’affitto di uno spazio espositivo di mq 225 collocato all’interno di una presenza collettiva di aziende sotto l’egida della Camera di Commercio all’interno dello spazio dell’Istituto Nazionale per il Commercio Estero, per ospitare un massimo di n. 15 (quindici) imprese del settore del mobile della Provincia di Pisa.Saranno altresì a carico dell’Ente camerale le spese relative alla quota di iscrizione alla fiera ed il servizio di due interpreti.
La richiesta di contributo deve essere inviata tramite il facsimile predisposto al fax 050 512263, tale richiesta dovrà essere spedita anche tramite raccomandata a.r. indirizzata a: Camera di Commercio I.A.A. di Pisa, II Dipartimento - Area Promozione, Piazza Vittorio Emanuele II, 5, 56125 Pisa, o presentata direttamente all’Ufficio Protocollo della Camera di Commercio di Pisa entro e non oltre martedì 11 dicembre 2007.
Dichiarazione sostitutiva
Per informazioni:Camera di Commercio di PisaUfficio Estero/PromozioneTel. 050 512248/280

martedì 27 novembre 2007

Russia: gli investimenti esteri salgono di 2,5 volte a 87,9 mld $ da gennaio

Secondo i dati dell’istituto statistico RosStat, gli investimenti esteri in Russia sono cresciuti di 2,5 volte a/a, attestandosi sui 87,9 mld $, e gli investimenti esteri diretti sono saliti del 91,3% a/a, raggiungendo i 19,644 mld $.
Gli investimenti portafoglio si sono affermati sui 1,54 mld $, con un incremento di 2,3 volte. Altri investimenti hanno visto un aumento di 2,7 volte a/a arrivando a 66,745 mld $. L’85% degli investimenti proviene dagli Stati Uniti e Paesi europei quali Olanda, Gran Bretagna, Cipro, Lussemburgo, Svizzera, Irlanda, Francia, Germania. Secondo le previsioni del Ministro delle finanze, Alexei Kudrin , l’afflusso di IDE in Russia raggiungerà i 30 mld $ nel 2007 (26,2 mld $ nel 2006). Le previsioni per il 2010 sono di 44 mld $. Kudrin, riferendosi all’indebitamento estero delle società russe, ha dichiarato che è sceso dal 50,9% del PIL dell’inizio del 2006, al 31,3% di fine dell’anno.
Fonte: www.informest.it

Bielorussia: Entro 10 anni sarà costruito il Minsk City business center

Il Presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha dichiarato, durante un incontro con i dirigenti dell’ ITERA International Group of Companies, che la costruzione del business center Minsk City subirà un’accelerazione.
In particolare il Presidente ha deciso che entro gennaio 2010 verrà completato il trasferimento del centro per la riparazione di aerei di Minsk ed avviata la costruzione su larga scala. Il business center occuperà un’area di 300 ettari con oltre 1,5 mln di mq di edifici, migliaia di uffici ed impianti destinati alla comunità. Il Minsk City creerà 55mila nuovi posti di lavoro. Secondo il sindaco della capitale bielorussa, Mikhail Pavlov, questo sarà il maggior progetto che il Paese abbia mai implementato. L’ ITERA sarà la maggiore società appaltatrice ed avvierà una joint venture con l’Amministrazione. Molte ditte otterranno i subappalti per la costruzione e l’investimento sarà di oltre 7 mld $. Secondo il Pavlov, questo progetto sarà completamente finanziato dagli investitori. L’intero business center sarà costruito entro 10 anni ma alcune strutture saranno funzionali prima.
Visitabile il sito internet del progetto: http://ibc.by/
Fonte: www.informest.it

lunedì 26 novembre 2007

KAZAKISTAN: LE CALZATURE ITALIANE IN MOSTRA AD ALMATY

ICE) - ROMA, 26 NOV - Parte oggi la settima edizione del workshop calzature di Almaty, organizzata dall'ICE in collaborazione con l'associazione di categoria ANCI. L'iniziativa, che si concluderà mercoledì 28, ha luogo presso Palazzo della Repubblica di Almaty, location centrale e di prestigio. L'Italia in Kazakhstan nel 2006 ha esportato 395.000 paia di calzature per un valore di 26,89 milioni di euro. Il prezzo medio è stato pari a 68,10 euro posizionando il prodotto italiano nella fascia alta del mercato. I dati registrati rilevano aumenti percentuali rispetto al 2005 nell'ordine del 40%. Partecipano a questa edizione 35 aziende di livello medio-alto/alto, produttrici di calzature, pelletteria ed ombrelli che espongono i loro campionari delle collezioni primavera/estate 2008. L'ICE ha sponsorizzato l'iniziativa attraverso l'inoltro di inviti e re-calls telefonici a circa 400 operatori specializzati kazaki e delle Repubbliche limitrofe (Uzbekistan, Kirghizistan e Tagikistan). E' stata, inoltre, realizzata un'inserzione pubblicitaria sul settimanale VREMIA ed un catalogo degli espositori in distribuzione durante lo svolgimento del workshop. (ICE)

Treviso: missione a S.Pietroburgo a “Baltic Build 2008”

Dal 10 al 13 settembre 2008 si svolgerà la dodicesima edizione di “Baltic Build 2008” presso il Lenexpo Exhbition Center di S.Pietroburgo, Russia. La fiera Baltic Build, famosa in passato come Baltic Building Week e Batimat S.Petersburg, è la seconda più grande esposizione in Russia per il settore dell’edilizia e costruzioni. In un’area espositiva di 23.790 mq erano presenti, nell’edizione 2007, 758 espositori da 21 diversi paesi e più di 26.000 visitatori. I settori merceologici interessati sono: edilizia, costruzioni, architettura d’interni, sanitari, arredi per il bagno, porte, finestre, serramenti, condizionamento e ventilazione, moquettes, parquets, rifiniture d’interni e illuminazione. L’ingresso è consentito esclusivamente agli operatori del settore commercio settoriale all'ingrosso ed al dettaglio, importatori, esportatori, enti preposti al settore dell’edilizia e delle costruzioni, produttori, stampa tecnica mondiale.
Treviso Glocal opererà in collaborazione con la Camera di Commercio di Treviso e la Confartigianato della Marca Trevigiana. Saranno concessi contributi camerali alle aziende artigiane ( min. 5 ) solo nel caso in cui si preveda una presenza collettiva organizzata, intendendosi con ciò la partecipazione di almeno due aziende con stand vicini e identificati come tra loro organizzati. L’iniziativa godrà di un contributo della Camera di Commercio fino al 50% delle spese sostenute per noleggio area, allestimento, volo e soggiorno per un rappresentante aziendale. La partecipazione è subordinata alla presentazione della dichiarazione “de minimis” e al regolare pagamento del diritto camerale annuale.
Le aziende interessate possono compilare e inviare la domanda di partecipazione trasmetterla al fax 0422 911855 entro il 3 dicembre 2007.
Per informazioni:
Treviso GlocalCinzia MichielanTel. 0422 911417

Fonte: http://www.globus.cameradicommercio.it/

Lituania, a Vilnius il primo shop del tessile piemontese nei Paesi dell’Est

Si chiama “Modamore”: è il primo shop del tessile piemontese ad aprire nei paesi dell’Est, di recente inaugurato a Vilnius, capitale della Lituania. Si tratta del primo passo concreto del progetto Consortex, il consorzio del tessile creato da Confindustria Piemonte con il sostegno della Regione Piemonte, dell’Ice e del Centro estero per l’internazionalizzazione del Piemonte, che si propone l’apertura all’estero di numerosi punti vendita, in particolare nell’est Europa. Il nuovo punto vendita di Vilnius è situato in un centro commerciale nel centro storico della città e propone i marchi di 12 aziende piemontesi e un apposito spazio per la promozione del territorio regionale. Per il 2008 sono previste due nuove aperture di negozi Consortex, questa volta in Polonia, a Varsavia.
Per informazioni:Centro estero per l’internazionalizzazione del PiemonteTel: 011 6700511Fax: 011 6965456E-mail: info@centroestero.org

Fonte: http://www.globus.cameradicommercio.it/

Contributi per l’export ai consorzi di Pmi

Il Ministero del Commercio Internazionale ha stabilito i criteri e le modalità per concedere contributi finanziari ai consorzi all’esportazione costituiti da piccole e medie imprese. In pratica, si tratta dell’applicazione per il 2008 della Legge 21 febbraio 1989, n. 83. Tali contributi intendono incentivare specifiche attività promozionali di rilievo nazionale (in particolare progetti volti a favorire l'internazionalizzazione in forma aggregata delle Pmi associate) e relative alla promozione commerciale all’estero del settore turistico. Possono essere oggetto di finanziamento unicamente i costi delle azioni promozionali ma non iniziative volte al diretto sostegno delle vendite. I consorzi che intendono accedere al contributo sulle attività promozionali da realizzare nel 2008 devono presentare il programma, articolato in progetti annuali redatti in schede, al Ministero per l’approvazione. Redatte tramite il modello scaricabile dal sito del Ministero del Commercio Internazionale, le domande, devono essere spedite entro il 14 dicembre 2007 al Ministero del Commercio Internazionale, Direzione Generale per la promozione degli scambi.


giovedì 22 novembre 2007

Russia: dati commercio estero gennaio-settembre 2007

L’agenzia federale di statistica (FSGS) ha pubblicato i dati relativi al commercio estero della Federazione Russa per il periodo gennaio-settembre 2007. Nel periodo considerato, l’interscambio con l’estero ha raggiunto i 379,6 miliardi di dollari USA (120,3 p.c. rispetto al periodo gennaio-settembre 2006), di cui 242,8 miliardi di dollari USA di esportazioni (109,3 p.c. su base 2006) e 136,8 di importazioni (146,5 p.c. su base 2006). Il saldo positivo della bilancia commerciale rimane attivo, assestandosi sul valore di 106 miliardi di dollari (128,7 miliardi nel periodo corrispondente del 2006).
L’interscambio con l’Italia è stato pari a 24,5 miliardi di dollari, con un aumento del 7,6 p.c. su base corrispondente del 2006. L’Italia esce dal trio dei primi partners commerciali della Russia, cedendo la propria posizione alla Cina, gli scambi con la quale hanno raggiunto i 27,4 miliardi di dollari, con una crescita del 37,4 p.c. su base corrispondente del 2006.
Redazionale, da materiale http://www.gks.ru/

mercoledì 21 novembre 2007

RUSSIA: PREVISTI 20 MILA CHILOMETRI DI NUOVE FERROVIE ENTRO IL 2030

ICE) - ROMA, 12 NOV - Entro il 2030 si prevede di costruire in Russia 20.500 km di nuove linee ferroviarie. Lo ha dichiarato il Vice Presidente della Ferrovie Russe Boris Lapidus. La maggior parte delle nuove linee sarà costruita in Siberia e nell'Estremo Oriente russo per dare impulso allo sviluppo economico di queste zone. (ICE MOSCA)



Fonte: http://www.ice.gov.it/

La Russia è il primo mercato estero per l’auto cinese

La Federazione Russa si afferma come il più grande mercato per l’export dell’industria automobilistica cinese. Nei primi sei mesi del 2007, sono state realizzate in Russia 39.000 vetture costruite nel Celeste Impero, per un valore complessivo di 450 milioni di dollari. Il secondo mercato per le macchine di produzione cinese è il Kazakhistan, il terzo – l’Iran.
Le ragioni di questa performance commerciale sono presto spiegate: le auto cinesi riscuotono un grande successo nei mercati ove il prezzo di listino rimane un fattore determinante, mentre nei mercati più maturi, come quello statunitense ed europeo, è la loro modesta qualità a frenare le vendite.
“Great Wall” e “Chery” sono i brand meglio rappresentati nel mercato russo. La loro offerta comprende utilitarie tra i 7 e i 13 mila dollari USA, mentre 22,5 mila USD sono sufficienti per un SUV full-size come il “Great Wall Hoover”. La forte domanda del consumatore russo dovrà per ora essere soddisfatta dalle importazioni: per tutelare i produttori nazionali, le autorità di Mosca hanno sinora denegato il rilascio di permessi per la costruzione di impianti produttivi alle case automobilistiche cinesi.
Le automobili cinesi sono tristemente note per un design sgraziato e i pessimi risultati ottenuti nei crash-test, ma la loro qualità è in rapido miglioramento. L’esperienza dei produttori coreani, e prima ancora di quei giapponesi, lascia supporre come il “made in China” sia destinato a conquistare anche il settore delle quattro ruote.
Redazionale, da materiale http://www.bbcrussian.com/

martedì 20 novembre 2007

Le imprese toscane del lapideo in missione a “Technostone 2008” in Ucraina

Nell’ambito del programma promozionale della Regione Toscana, Toscana Promozione intende promuovere la partecipazione di aziende del settore lapideo alla fiera internazionale di settore “Technostone 2008”, in svolgimento presso l'International Exhibition Centre nell'ambito del salone KievBuild, che si svolgerà a Kiev dal 19 al 22 febbraio 2008.
Si invitano le imprese toscane interessate a partecipare all'iniziativa nell'ambito delle collettiva regionale coordinata da Toscana Promozione, usufruendo del relativo contributo pubblico regionale, a prendere visione della comunicazione e a compilare e ritornare al fax 055 4628025 i documenti entro il 30 novembre 2007.
Per informazioni:T
oscana PromozioneTania GualdoTel. 055 4628076TC&T Srl segreteria di Carrarafiere srl
Emanuela BaruzzoTel. 0585 70343
Fonte: http://www.globus.cameradicommercio.it/

Due manager italiani nel consiglio d’amministrazione di “Gazprom Neftj”

L’assemblea degli azionisti di “Gazprom Neft”, braccio petrolifero del gigante russo, ha eletto ieri il nuovo consiglio di amministrazione. Entrano in esso due rappresentanti del Gruppo ENI, detentore del 20% del pacchetto azionario della società.
La Gazprom assunse il controllo dell’allora “Sibneft” nel 2005, rilevando la quota di maggioranza da Roman Abramovich, mentre l’ENI si aggiudicò la propria partecipazione in agosto, all’asta per gli attivi della smantellata “Jukos”.
La partecipazione del gruppo italiano nel settore strategico dell’energia testimonia i forti legami economici e una buona congiuntura politica tra i due paesi, anche se non va dimenticato come la “Gazprom” abbia conservato l’opzione di riscatto della quota ENI per i prossimi due anni.
Redazionale, da materiale http://www.finmarket.ru/, http://lenta.ru/

venerdì 16 novembre 2007

Agro alimentare: a febbraio l'appuntamento è a Mosca con PRODEXPO

Si terrà a Mosca dall’11 al 15 febbraio 2008 la più importante manifestazione del settore food in Russia e in tutto l’Est europeo – PRODEXPO 2008.
L’evento fieristico, giunto alla sua XV edizione, costituisce la vetrina preferenziale per le imprese del settore agroalimentare, delle bevande alcoliche ed analcoliche, dei tabacchi. È altresì presente una sezione dedicata ai macchinari per la produzione, la conservazione, il trasporto e la distribuzione di generi alimentari.
PRODEXPO da sempre riscuote particolare interesse tra le aziende italiane, dal momento che richiama espositori e visitatori proveniente non solo dalla Russia, ma anche da numerosi stati dell'area europea e centro asiatica. Informazioni dettagliate in lingua inglese, nonché il formulario per l’iscrizione dei visitatori sono disponibili sul sito internet dedicato: http://www.prodexpo-moscow.ru/english/visit
Redazionale, da materiale http://www.prodexpo-moscow.ru/



Re

Bilancia commerciale: Istat, saldo settembre -1,525. Al netto dei minerali energetici surplus +28,7 miliardi.

Roma, 16 nov - Nel confronto con agosto 2007, rileva l'Istat, i dati destagionalizzati indicano a settembre un aumento dello 0,2% per le esportazioni e una flessione dell'1,3% per le importazioni. Nei primi 9 mesi del 2007 le esportazioni hanno segnato, rispetto allo stesso periodo del 2006 un incremento dell'11,5% e le importazioni del 6,4%. A settembre, spiega l'Istat, la variazione tendenziale delle importazioni diventa, dopo quasi 3 anni, negativa mentre la dinamica delle esportazioni continua il suo trend positivo. Guardando ai raggruppamenti principali per tipologia di beni, a settembre le esportazioni registrano un andamento tendenziale positivo in ogni tipologia salvo che per i beni di consumo non durevoli (-3,7%); i piu' elevati incrementi sono l'energia (+28,4%), per i beni strumentali (+10,8%) e per i prodotti intermedi (+1,9%). Anche nelle importazioni si registra un andamento tendenziale positivo per i beni di consumo durevoli (+7%) e per i beni strumentali (+6,1%) mentre diminuiscono l'energia (-3,8%), i prodotti intermedi (-3,1%) e per i beni di consumo non durevoli (-1,2%). Analizzando i settori, le esportazioni registrano aumenti tendenziali in tutti i settori di attivita' economica, salvo che per gli apparecchi elettrici e di precisione (-7,1%), per i prodotti del tessile e dell'abbigliamento (-5,8%) e per i prodotti chimici e fibre sintetiche ed artificiali (-4,4%). I maggiori aumenti si rilevano per i prodotti petroliferi raffinati (+22,7%), per i prodotti dell'agricoltura e della pesca (+18,2%) e per i mezzi di trasporto (+14,8%). Per quanto riguarda le importazioni le variazioni tendenziali piu' elevate si evidenziano per gli altri prodotti dell'industria manifatturiera compresi i mobili (+13,2%), per l'energia elettrica, gas e acqua (+12,9%) e per le macchine e apparecchi meccanici (+10,2%). Nell'ambito delle componenti dei minerali energetici, il valore delle importazioni del petrolio greggio aumenta del 6,1% rispetto allo stesso mese del 2007. Per quanto riguarda i minerali energetici il loro peso sul totale delle importazioni corrisponde nei primi nove mesi al 13,6% (il 15,5% nel 2006) mentre il saldo risulta negativo per 36,539 miliardi rispetto al deficit di 39,392 miliardi del 2006. nello stesso periodo, la bilancia commerciale, al netto dei minerali energetici, e' positiva per 28,778 miliardi, a fronte di un surplus di 20,663 miliardi nel 2006.

Fonte: http://europanotizie.ilsole24ore.com/

Abruzzo, le aziende del sistema moda al Cpm di Mosca con il Centro estero

La Camera di Commercio di Teramo invita gli operatori commerciali del settore abbigliamento ad aderire al Cpm di Mosca, in programma dal 26 al 29 febbraio 2008 nella capitale Russa. Il Centro estero per l’internazionalizzazione delle Camere di Commercio della regione, in collaborazione con la Camera di Commercio di Pescara, sta infatti organizzando la partecipazione di aziende abruzzesi all’importante manifestazione, al fine di sostenere le aziende esportatrici nell’affrontare il mercato russo, anche in considerazione del fatto che le esportazioni di articoli di abbigliamento ed accessori costituiscono la prima voce dell’export abruzzese in Russia e sono in costante crescita. Oltre alla gestione dello spazio espositivo, inoltre, il Centro estero si occuperà anche di organizzare una sfilata di moda alla quale potranno partecipare tutti gli espositori abruzzesi.
Per partecipare inviare la domanda di adesione al fax 085 4510059 entro il 16 novembre 2007.
Per informazioni: Centro estero delle Camere di Commercio d’AbruzzoTel: 085 65404Fax: 085 4510059

Fonte: www.globus.cameradicommercio.it/

mercoledì 14 novembre 2007

Nuove opportunità per le imprese italiane che operano in Romania

Risultati soddisfacenti per il Samoter Tour, lo strumento operativo e promozionale per i mercati esteri di Samoter, il Salone Internazionale Triennale delle Macchine Movimento Terra, da Cantiere e per l’Edilizia (5-9 marzo 2008 a Veronafiere), che dopo gli incontri dei mesi scorsi in Bulgaria, Polonia e Russia, ha fatto tappa, l’8 novembre scorso, a Bucarest, in Romania.
L’iniziativa, organizzata in collaborazione con Comamoter (Associazione Costruttori Macchine Movimento Terra), Ucomesa (Unione Costruttori Macchine Edili, Stradali, Minerarie ed affini), il gruppo bancario UniCredit tramite UniCredit Tiriac Bank (la quarta banca del paese con 650mila clienti e 145 succursali) e il supporto istituzionale, tecnico-organizzativo e logistico dell’Ice (Istituto nazionale per il commercio estero) di Bucarest, ha permesso alle 10 aziende italiane partecipanti di prendere contatto o di approfondire le relazioni con una quarantina di imprese (100 in totale gli incontri business) e con le associazioni di categoria della Romania, paese che sta vivendo un vero e proprio boom del settore edile. Secondo i dati illustrati dall’Ice, il comparto incide sul Pil nazionale per circa il 10% e impiega circa 400mila operai a tempo pieno. Tra il 2002 e il 2006 il mercato ha registrato una crescita esponenziale del 100%, arrivando a un fatturato di 10 miliardi di euro. Nel primo semestre del 2007 il mercato edile è aumentato del 31,4 % rispetto al primo semestre 2006: nel settore immobiliare l’incremento del residenziale è stato del 35,4%, non residenziale +33,4% e ingegneria civile +29,2%. Per le infrastrutture invece è stata del 31,8% la crescita dei lavori di manutenzione e riparazione, del 31,6% quella delle ristrutturazioni e del 31,1% quella delle nuove costruzioni.
Le previsioni sono molto positive e il mercato edile romeno vivrà un forte impulso dato non solo dalle nuove costruzioni civili e dalla ristrutturazione di abitazioni e spazi commerciali, ma anche dai grossi progetti finanziati dalle istituzioni europee. Tutti questi investimenti fanno prevedere che nei prossimi 5 anni il mercato delle costruzioni mediante appalti pubblici crescerà ogni anno del 12%, con investimenti per le infrastrutture di circa 11 miliardi di euro.
Complessivamente il budget destinato dai finanziamenti europei per il periodo 2007-2013 ammonta a circa 31 miliardi di euro, di cui 17,3 miliardi per le infrastrutture e lo sviluppo regionale che comprendono: la costruzione entro il 2015 di circa 4mila chilometri di strade, 1.500 scuole e 150 unità ospedaliere; la «riabilitazione» di spazi pubblici e l’implementazione di almeno 20 progetti di sviluppo urbano per ogni regione; la ristrutturazione del sistema ferroviario e la bonifica dei terreni. All’incontro di Bucarest sono intervenuti Mihail Negulici, presidente dell’Araco, l’Associazione nazionale romena delle imprese edili, Luigi Estero, primo consigliere dell’ambasciata italiana in Romania, e Petre Moroianu, segretario generale dell’Aduc, l’Associazione romena dei distributori di macchine edili. Nel corso del workshop le associazioni italiane Comamoter e Ucomesa hanno presentato l’andamento del mercato italiano delle macchine per l’edilizia e il cantiere, insieme ai rapporti commerciali del settore con la Romania.
Dalle stime 2007 del Comamoter è emerso che l’export di macchine movimento terra (mmt) verso la Romania è aumentato del 105% rispetto all’anno precedente e corrisponde a 41 milioni di euro, mentre l’export mondiale dell’Italia ammonta a 2,8 miliardi di euro, con un incremento del 15% rispetto al 2006. La produzione italiana nel 2007 dovrebbe raggiungere i 4,4 miliardi di euro, il 14.8% in più sul 2006. Comamoter ha anche reso noto che da un’indagine campionaria svolta su tutto il settore mmt è emerso che le aziende italiane nel 2007 hanno investito il 6% del loro fatturato in ricerca, un risultato che è tre volte superiore rispetto alla media europea per gli investimenti in R&S (ricerca e sviluppo). L’Ucomesa ha invece evidenziato che il 2006 si è chiuso con un totale di oltre 53 milioni di euro (+61% rispetto al 2005) derivanti dall’esportazione verso la Romania di macchine edili, stradali, minerarie ed affini, mentre le importazioni delle stesse dalla Romania sono ammontate a 3 milioni di euro (+18% rispetto al 2005).
Il Samoter Tour farà adesso tappa in Russia a giugno 2008, in Kazakhstan nell’autunno 2008 e in Turchia a febbraio 2009, con l’obiettivo di confermare il proprio ruolo di supporto delle imprese che intendono aprirsi ai mercati della nuova Europa.

Contributi per l'internazionalizzazione alle imprese lombarde

Regione Lombardia e Camere di Commercio Lombarde promuovono il bando per l'assegnazione di contributi per la partecipazione a fiere internazionali e a missioni economiche all'estero.
Le risorse finanziarie ammontano complessivamente a 10.890.000 euro erogati sotto forma di voucher.
Possono accedere le micro, piccole e medie imprese (con esclusione delle imprese che operano nel settore della formazione e le imprese attive nei settori di cui all'art. 1 del Regolamento CE n. 1998 del 15 dicembre 2006) aventi sede legale o operativa in Lombardia ed iscritte al Registro Imprese.
Sono escluse Associazioni d'imprese, Consorzi tra imprese, Società Consortili, Consorzi Export e Aziende speciali delle Camere di Commercio.
Voucher A per gli eventi fieristici e Voucher D per le missioni imprenditoriali.
Le domande vanno presentate rispettivamente 90 e 60 giorni prima dell'evento scelto.
Per maggiori informazioni
http://www.annuarioprofessional.it/

Unioncamere sarà presente al Forum Economico del Central European Iniziative a Sofia in Bulgaria

Si terrà a Sofia in Bulgaria, dal 20 al 21 novembre 2007, la decima edizione del Forum Economico del Cei, Central European Initiative, in preparazione del vertice dei capi di Governo dei 18 paesi membri. L'iniziativa, organizzata dal segretariato del Cei presso la Banca Europea Ricostruzione Sviluppo (Bers), costituisce un'occasione di incontro fra le istituzioni internazionali, i rappresentanti governativi e gli operatori dei paesi dell'area, per rafforzare la cooperazione economica e rilanciare gli investimenti. Il tema della decima edizione del Forum è "Mobilising resources for a common future". Nel programma dei seminari dell’evento verranno affrontate le seguenti tematiche:- situazione e prospettive economiche della Bulgaria e dei Paesi dell'Europa centrale e del Sud-Est;- Bulgaria-Italia: sfide imprenditoriali, con particolare attenzione ai settori dell'energia, delle infrastrutture e dei trasporti;- ruolo delle Istituzioni Finanziarie Internazionali; Assistenza Tecnica nella Regione;- ruolo e la forza delle donne nell'Europa Unita- progetti di sviluppo per le Pmi co-finanziati dall'Ue nella zona Cei. I lavori del Forum si svolgeranno al National Palace of Culture di Sofia e si prevede la presenza di circa 1000 partecipanti.Unioncamere, in qualità di Segretariato permanente del Network Cecci, sarà presente e parteciperà al seminario "Bulgaria-Italy: entrepreneurial Challenges", previsto per il 20 novembre alle ore 13:30, realizzato in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana in Bulgaria. All'incontro verranno presentate e discusse iniziative e progetti del sistema camerale al fine di realizzare un programma di lavoro camerale per le attività Ince 2008.
Le Camere di Commercio e le strutture specializzate per l'internazionalizzazione interessate a presentare proposte o progettualità specifiche possono contattare l'Area per i Servizi Finanziari, le Infrastrutture e l'Internazionalizzazione di Unioncamere,

martedì 13 novembre 2007

Formaper, a Milano un seminario sul ruolo di “Internet per l’internazionalizzazione”

Formaper – Azienda speciale della Camera di Commercio di Milano – organizza per il 29 novembre 2007 un seminario dal tema “Internet per l'internazionalizzazione dell'impresa”. Obiettivi dell’incontro: fornire agli operatori economici interessati ad espandere o consolidare il proprio business all’estero le necessarie conoscenze dei modelli di comunicazione e sviluppo di internet in alcuni Paesi di interesse (quali tra gli altri Cina, India, Sudamerica, Stati Uniti e Paesi dell’Est Europa), per poterne così sfruttare le potenzialità nella creazione di sbocchi di partnership commerciali; individuare soluzioni web che consentano di potenziare l’offerta di servizi pre e post vendita online riducendo i costi ed aumentando l’efficacia. Il seminario si rivolge ad imprenditori, responsabili commerciali, marketing, approvvigionamento, acquisti, agenti, venditori e a chiunque svolga un’attività di supporto all’internazionalizzazione dell’impresa. La sede di svolgimento della giornata di formazione e quella dell’Azienda speciale, in via Camperio 1 a Milano, dalle 14 alle 18.La quota di adesione è fissata in 110 euro + iva.Per prenotare la propria partecipazione compilare il form online e stampare la scheda d’iscrizione.
Per informazioni:
Formaper – Azienda speciale Camera di Commercio di Milano
Segreteria corsi: Tel: 02 85155385Fax: 02 85155331
E-mail: segreteria.corsi@formaper.it

Fonte: www.globus.cameradicommercio.it

lunedì 12 novembre 2007

Mosca: apre Mebel 2007

12-11-2007. All'Expocenter di Mosca, apre i battenti MEBEL 2007, il più importante appuntamento nel settore del mobile in Russia, uno dei più importanti a livello mondiale. Sui 48.000 mq di spazio espositivo, sono presentate soluzioni per la casa, l'ufficio e dedicate, creazioni uniche di design e proposte consumer destinate al largo pubblico.
La Fiera MEBEL offre una visibilità ed un'opportunità uniche, sia per la qualità, che per la quantità dei partecipanti e costituisce un appuntamento quasi obbligato per gli operatori interessati al mercato russo.
La presenza italiana, dopo quella dei produttori locali, è decisamente la più nutrita, potendo vantare ben 332 espositori. La tradizionale forza del comparto del mobile nazionale nel mercato russo è confermata dall'organizzazione di Altelier Italia, un nuovo evento firmato da Fiera Milano International spa, con la collaborazione di Macef, Fondazione Fiera Milano, Fiera Milano spa e con il contributo del Ministero per il Commercio Internazionale.
Destinato a svolgersi nell'esclusiva area espositva del Manezh, nel cuore della capitale russa, Atelier Italia intende promuovere attraverso i marchi più prestigiosi lo “Stile del Vivere Italiano” nei vari ambienti che compongono la casa, proponendosi al mercato Russo con un articolato e nuovo piano di comunicazione ed organizzazione dedicato ai Buyer, Architetti, Interior Designer.
Mebel 2007 e Atelier Italia rimarranno aperti sino al 16 novembre.

(per l'elenco degli espositori italiani consultare il link:
http://www.meb-expo.ru/en/participants/bycountry/?country4=149)

Redazionale, da materiale http://www.meb-expo.ru/en/, http://atelieritalia.fmi.it/default_i.asp

Russia: nuova normativa sui porti marittimi

Il presidente Putin ha firmato la legge federale “Sui porti nella Federazione russa”. Con l’entrata in vigore di questa normativa, vengono regolati alcuni aspetti del funzionamento dei porti marittimi, definiti i contenuti del contratto di trasbordo della merce, indicati i principali requisiti dei soggetti operanti nel territorio dei porti e la loro relazione con vettori, spedizionieri ed altri soggetti; viene stabilito l’elenco dei diritti portuali.
Sono altresì normati alcuni elementi relativi alla sicurezza nei porti, nonché previste le modalità per la creazione di una nozione coerente ed uniforme di “porto marittimo” nel codice della Navigazione della Federazione Russa e nelle altri leggi federali.
Le modifiche introdotte dovranno essere oggetto di attento esame da parte di tutti i soggetti che svolgono attività economica di import-export che presupponga l’utilizzo del sistema portuale russo.
Redazionale, da materiale http://www.finmarket.ru/

Analisi del settore dell'edilizia e dei materiali da costruzione in Bosnia e Erzegovina

L’Azienda speciale Intertrade della Camera di Commercio di Salerno, in partenariato con la Camera di Commercio di Milano e l’Azienda speciale Promos, la Camera di Commercio di Firenze e Promofirenze, la Camera di Commercio di Modena e Promec, la Camera di Commercio di Trieste e la Camera per il Commercio Estero della Bosnia Erzegovina, ha avviato, nel quadro della Legge 84/01 per la cooperazione con i Paesi dell’area balcanica, il progetto "Tecno Domus, Tecnologie edili costruttive per nuove opportunità". In questo quadro, la Camera per il Commercio estero della Bosnia Erzegovina ha anche elaborato un report informativo, in italiano ed in inglese, composto da una sintetica scheda paese e da una interessante analisi del settore delle costruzioni e dei materiali da costruzione.
Per informazioni:MondimpresaGianluca Bencivenga
Tel: 06 77713204Fax: 06 77713409
E-mail: gianluca.bencivenga@mondimpresa.it

Fonte: www.globus.cameradicommercio.it

sabato 10 novembre 2007

La Russia è destinata a divenire il principale mercato europeo

La crescita del benessere dei cittadini russi nei prossimi anni farà del paese il più grande mercato di beni e servizi in Europa. Tali previsioni dell’agenzia di investimenti e consulenze “Trojka Dialog” sono riportate dalla BBC.
Per gli autori dello studio, già nel 2008 il numero dei russi che disporranno di un “reddito libero” mensile di 350 dollari USA, sarà pari a 85 milioni. Secondo dati del FMI, nello stesso anno, il PIL pro capite a parità di potere d’acquisto raggiungerà i 15.000 dollari USA. Questo importo, sebbene corrisponda solo alla metà dei valori registrati nelle economie occidentali, farà della Russia il rappresentante più benestanti del gruppo BRIC.
La crescita dei redditi è esaltata dalla bassa propensione al risparmio dei russi che si accompagna al ridotto indebitamento immobiliare e alle tariffe relativamente basse delle forniture e servizi pubblici, pari a circa un terzo della media europea. L’insieme di questi fattori giustifica le stime secondo cui le spese per i beni di lusso, viaggi e leisure passeranno dall’attuale 21% al 28% del reddito nel 2010.
Il Ministero per lo sviluppo economico prevede un incremento reale dei redditi sull’ordine del 7,9-10% nei prossimi 3 anni. Per alcuni analisti, a tali aumenti delle entrate conseguiranno crescite dei consumi anche a due cifre. Già dal 2006 la Russia è il primo mercato europeo dei cellulari e delle lavatrici, secondo per il consumo di birra, quarto per l’auto. Nel 2011, la Federazione potrebbe collocarsi sul più alto gradino del podio nella maggior parte delle categorie merceologiche.
Redazionale, da materiali http://www.bbcrussian.com/

venerdì 9 novembre 2007

12-13 novembre, missione in Russia

Parco industriale vicino a Mosca e inaugurazione della mostra del Mobile-Mebel. Delegazione composta dagli attori dello sviluppo.
Una "due giorni" in Russia per il Progetto di Parco industriale di Dmitrov e l'inaugurazione del MEBEL, il prestigioso appuntamento dedicato al mobile e all'arredamento a cui le Marche partecipano dal 1999.
La delegazione è guidata dal presidente Spacca. Vi partecipano anche protagonisti del mondo economico, tra cui Federico Vitali (Presidente Confindustria Marche, Alberto Drudi (responsabile Internazionalizzazione Unioncamere Marche); e Alberto Tontini (Amministratore Delegato Svim).Un'occasione per illustrare il "Sistema Marche" ed il modello economico all'imprenditoria russa. Il primo incontro a Mosca, infatti, avverrà alla Camera di Commercio della Federazione Russa con la partecipazione del suo presidente Evgenij Primakov, già primo ministro della Federazione.
Le Marche "sono di casa" nella Federazione Russa, dove hanno attivato diverse iniziative, la principale è il Progetto Lipetsk, un vero e proprio distretto della meccanica, nato nell'omonima regione. Le Marche sono anche tra i principali interlocutori della Federazione, in termini di volume di esportazioni, soprattutto nel sistema moda, della meccanica e del mobile. In particolare, siamo la prima regione italiana per esportazione in Russia nel settore delle pelli e calzature, la quarta nel mobile e la quinta nel tessile-abbigliamento e nella meccanica. Il Progetto che riguarda la Provincia di Dmitrov - 65 chilometri da Mosca - e punta alla realizzazione di un "Parco industriale", con il coinvolgimento di diverse realtà marchigiane dei più disparati settori, frutto di un Accordo siglato ad agosto con l'Associazione Marche-Russia. Nel corso delle "due giornate" non si parlerà solo di economia, ma ci sarà anche l'occasione per una presentazione complessiva della Regione, sia sotto il profilo culturale che delle tradizioni enogastronomiche. Quindi, previsti diversi eventi, tra cui una sfilata di moda e il concerto del maestro Giovanni Allevi.

MADE IN ITALY: CALZATURIERO, IMPRENDITORI A CONFRONTO SU INTERNAZIONALIZZAZIONE

Venezia, 8 nov. E' in programma per sabato 10 novembre a Stra (Venezia), presso Villa Foscarini-Rossi a partire dalle ore 9.30, il convegno annuale dell'Associazione Nazionale Calzaturifici Italiani che propone una riflessione sul tema ''L'Internazionalizzazione e il settore calzaturiero''.
''Il settore calzaturiero - commenta il presidente Anci, Vito Artioli - ha affrontato negli ultimi anni cambiamenti molto importanti. Lo scenario internazionale e' mutato, arricchito da nuovi attori rappresentati dalle economie emergenti che rendono il contesto competitivo piu' complesso. Competere a livello internazionale significa oggi prestare particolare attenzione non solo al prodotto ma anche al prezzo, al time to market, alla funzionalita' del prodotto, alle profonde differenze che esistono fra mercato e mercato''.
''E' per queste ragioni - continua Vito Artioli - che Anci ha pensato di affidare a Sda Bocconi il compito di sviluppare una ricerca sulle strategie di internazionalizzazione delle imprese calzaturiere con lo scopo di valutare la loro sostenibilita' sui mercati internazionali''.


giovedì 8 novembre 2007

CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE ALL’ESTERO- A LIVORNO LA 16° CONVENTION

Avrà luogo a Livorno, dal 10 al 16 novembre prossimi, la 16^ edizione della Convention delle Camere di commercio italiane all’estero. Tema-guida della Convention presentata ieri e che si svolge ogni anno in una diversa città italiana, sarà: “L’economia dei territori nella globalizzazione: reti e infrastrutture per competere”.
Numerosi gli obiettivi che si vogliono raggiungere : innanzitutto riunire le 73 Camere di Commercio Italiane all’Estero; alimentare il pubblico dibattito su temi economici di attualità; sollevare problemi che interessano la realtà produttiva locale e nazionale. Previsto l'incontro fra le piccole e medie imprese livornesi e toscane con i delegati esteri per avviare percorsi di internazionalizzazione e promuovere il territorio della città e della regione con visite e degustazioni.
Come dimostrano dati freschissimi di fonte Unioncamere Toscana, dopo cinque anni di stagnazione il commercio estero è tornato a crescere, con un’ottima performance delle esportazioni, ma il sistema-Toscana, che ha in Livorno e nel porto uno dei suoi punti nevralgici, deve ancora affrontare la sfida di una maggiore competitività sui mercati nazionali e internazionali. La Toscana deve crescere – è in sintesi il messaggio lanciato – e iniziative come la Convention vanno nel senso di quella più forte incisività che il sistema politico ed economico sta perseguendo con sempre maggiore convinzione.(06/11/2007-ITL/ITNET)

martedì 6 novembre 2007

Fondi per l'internazionalizzazione delle imprese artigiane

Con il Decreto del 3 agosto 2007 – pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n° 232 del 5 ottobre 2007 – del Ministero per il commercio internazionale, sono stati stanziati 10 milioni di euro in favore dell’internazionalizzazione delle imprese artigiane. Il provvedimento mira a facilitare il superamento delle difficoltà che le aziende artigiane italiane possono incontrare sui mercati esteri e a stimolare l’aggregazione a livello nazionale tra imprenditori artigiani: pertanto fruitori dei benefici saranno solo i consorzi all’esportazione collegati a imprese artigiane, raggruppamenti di almeno tre imprese produttive artigiane, distretti o filiere di settore (art 3, comma 2). I progetti dovranno inoltre strutturarsi con un piano di attività articolato in iniziative diverse e coordinate nel tempo, di natura promozionale, organizzativa dell’offerta e/o di investimento, e prevedere la combinazione di più iniziative promozionali.
A breve sarà emanato dal Ministero del commercio internazionale, sentite le regioni e le province autonome, il bando per la presentazione delle domande di finanziamento, che conterrà le modalità, i termini e i massimali delle richieste, i parametri di valutazione, nonché ogni altro elemento operativo utile.
Per informazioni contattare gli Sportelli regionale per l’internazionalizzazione (Sprint).

lunedì 5 novembre 2007

Russia: redditi medi a settembre 2007

La GKS, Istituto Federale di statistica, ha reso noti i dati sul livello dei redditi e degli stipendi medi mensili percepiti nel paese nel periodo gennaio-settembre 2007.


Redazionale, da materiale http://www.gks.ru/

Grande distribuzione nell'area di San Pietroburgo

A nord-est di San Pietroburgo, l’italiano “Gruppo Margheri” sta completando la costruzione di un insediamento urbano dedicato allo shopping ed agli affari. Lo rendono noto diverse fonti di informazione russe.
Il progetto, intitolato “Nevski City”, ha un costo stimato di 350 milioni di euro, di cui 30% apportati direttamente dal “Gruppo Margheri”. L’area complessiva dell’intervento è pari a 400.000mq e, a pieno regime, sarà fruibile da 22 milioni di visitatori all’anno, generando un fatturato di 600-800 milioni di euro.
Il cuore del progetto è costituito dall’outlet “Nevski Colosseum”, la cui apertura è prevista per la fine 2008. Sviluppandosi una superficie di oltre 90.000mq, di cui 55.000 mq di esercizi commerciali e 20.000 mq di strutture alberghiere, il complesso si distingue per l’area di ristoro “Riviera” – un ampio bacino acquatico artificiale, con tanto di moto ondoso simulato, spiagge sabbiose ed illuminazione ultravioletta.
Secondo le fonti del gruppo, è stato già riservato il 60% degli spazi commerciali disponibili, ad un costo, al netto di forniture e imposte, di 85 € al mq. Il settore del “Made in Italy” è naturalmente rappresentato.
Il complesso entrerà a pieno regime nel 2011, quando saranno completati il cluster di uffici (5 palazzi da 20 piani), un parcheggio per 10.000 veicoli, ipermercati alimentari e dell’elettronica.
L'area metropolitana di San Pietroburgo sta conoscendo una forte urbanizzazione ed è prevista la creazione di numerose strutture commerciali e aree residenziali. Sarà da valutare se la particolarità dell’offerta del “Colosseum” saprà attrarre una domanda tale da rendere redditizio il grande progetto, ma gli investitori si dichiarano fiduciosi, soprattutto alla luce della sostenuta crescita economica dell’area.

Tutto pronto per il 22° SIMEI

Dal 13 al 17 novembre 2007 nei nuovi spazi fieristici di Fiera Milano del Polo espositivo di Rho, si svolgerà il SIMEI (Salone Internazionale Macchine per Enologia e Imbottigliamento.
Con 82.000 metri quadrati lordi di superficie, il SIMEI è la più grande esposizione internazionale, rigorosamente specializzata, che presenta contemporaneamente tutti i tipi di macchine e attrezzature per l'enologia e tutti i tipi di macchine e impianti per la produzione, per l'imbottigliamento e il confezionamento delle bevande (vino, birra, liquori, acquaviti, aceto, succhi, alcol, olio, acque minerali, bevande gassate ecc.).
La rassegna offre a tutte le aziende produttrici di tali attrezzature ed impianti la possibilità di disporre, per la loro promozione fieristica, di un'unica grande vetrina a carattere internazionale: un indiscutibile vantaggio tanto per gli espositori quanto per i visitatori, tutti operatori interessati alle tecnologie sempre più avanzate.
Le aziende presenti sono 778, il valore più elevato mai raggiunto, provenienti da 28 Paesi, e si prevede un ulteriore aumento di visitatori qualificati che nel 2005 sono stati 49.300, di cui 8.860 esteri, provenienti da 100 Paesi dei cinque continenti.
In crescita il consumo complessivo delle bevande
Nel 2006 cresce del 2,3% il consumo complessivo delle bevande nel mondo. Tra cui un balzo in avanti senza pari è quello delle acque minerali: +6,2%. E’ stimato in 1.500 miliardi di litri il consumo di bevande (calde e fredde) nel mondo, con una crescita del 2,6% pari a un volume medio pro-capite di 230 litri.
In relazione a ciò nell'ultimo quinquennio (2002/2006) è continuato l'incremento dell'interscambio del settore macchine per enologia e imbottigliamento, che conferma una tendenza positiva ormai in atto da diversi anni. Dai dati annui più recenti (2006) la continua crescita dell'interscambio di macchine per l'enologia e l'imbottigliamento, tra importazioni ed esportazioni, ha superato i 2.584,609 milioni di euro.
In particolare nel 2006, le importazioni hanno toccato i 511,680 milioni di euro a fronte di esportazioni per 2.072,929 milioni di euro, per cui la bilancia commerciale con l'estero si è chiusa nel 2006 con un forte saldo attivo pari a oltre 1.561 milioni di euro che, nonostante le difficoltà di molti mercati, è di buon auspicio per il settore che mantiene il proprio ruolo di riferimento nel mercato mondiale.
I mercati esteri sono diventati più accessibili, si affacciano nuovi Paesi interessati all’importazione della tecnologia italiana e si sono sviluppate nuove realtà produttive nel comparto dell'imbottigliamento delle bevande.
Si mantengono positive le esportazioni verso i più importanti Paesi di riferimento dell’Unione europea, quali Francia, Spagna e Germania; mentre si fanno avanti Paesi meno interessanti fino al 2004, che invece oggi sviluppano buone performance, in testa Grecia, poi Danimarca, Regno Unito, Austria, Svizzera e Paesi Bassi, oltre ad un gruppo decisamente in aumento dei Paesi dell’Est europeo quali Albania, Ungheria, Russia, Croazia, Repubblica Ceca, Slovenia, Romania, Ucraina, Georgia, Bielorussia, Moldavia e Polonia.
Al Salone saranno presenti i visitatori di oltre 100 nazioni estere e qualificate delegazioni di operatori internazionali, organizzate dalla segreteria delle manifestazioni grazie anche alla collaborazione dell'Istituto per il Commercio Estero (Ice) e della Promos, provenienti dall’Argentina, Brasile, Canada, Colombia, Corea del Sud, Egitto, Georgia, Kazakistan, Lituania, India, Indonesia, Malesia, Marocco, Perù, Russia, Singapore, Thailandia, Tunisia, Turchia, Ucraina e Vietnam.
Per ulteriori informazioni visitare il sito Internet www.simei.it dove è possibile consultare il catalogo o avere tutte le informazioni per visitare la manifestazione oppure contattare la segreteria organizzativa: via S. Vittore al Teatro n. 3 - 20123 Milano - Tel. 0039/02/7222281 - Fax 0039/02/866226. Internet: www.simei.it - E-mail: info@simei.it

Fonte: http://www.newsfood.com/ su materiale http://www.uiv.it/

domenica 4 novembre 2007

Delegazione russa al Polo della Qualità

Il Polo della Qualità di Marcianise ha accolto, la settimana passata, una folta delegazione di diplomatici provenienti dalla Federazione Russa. La visita rientra nell’ambito della ventiduesima sessione della task-force italo-russa, organizzata da Ministero per il Commercio Estero e dalla Regione Campania, in collaborazione con lo Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese (Sprint) e con l’Istituto per il Commercio Estero (Ice).
Gli esponenti diplomatici, che rappresentano numerose regioni della Federazione, arriveranno presso la struttura di Marcianise al termine di un tour che li condurrà presso i principali distretti produttivi campani: oltre al Polo, il Tarì, il distretto agroalimentare di Nocera-Gragnano, il Cis e l’interporto di Nola.
Del corpus diplomatico in visita a Marcianise fanno parte, tra gli altri, Alexandr Borisov, capo del Dipartimento dei rapporti economici con l’estero, Aleksey Overchuk, vice capo dell’Agenzia Federale per la gestione delle zone economiche speciali, Sergey Ivanov, presidente della Rappresentanza Commerciale della Federazione Russa in Italia, Nikolaj Samilichev, vicepresidente della Banca VTB, e rappresentanti delle regioni di Sverdlovsk, Nijniy Novgorod, Krasnodar, Ivanovo, Mosca, Pensa, Lipetsk, Tambov, Saratov.
I diplomatici ammireranno alcune delle passeggiate di “Arti”, la nuova Città della Moda del Polo della Qualità inaugurata lo scorso 22 settembre alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Accompagnati dal presidente del Polo della Qualità, Guglielmo Aprile, gli ospiti saranno guidati attraverso alcune delle aree più suggestive del complesso, tra cui la Sala Sfilate e la Piazza Grande.
La tappa al Polo della Qualità è la prova dell’interesse che il progetto riscontra in Russia, come in altri Paesi asiatici. L’internazionalizzazione del brand e lo sviluppo di sinergie con buyers provenienti da ogni angolo del mondo sono gli obiettivi che il Consorzio intende perseguire nei prossimi mesi.

Cos’è Arti, il Polo della Qualità
Il Polo della Qualità rappresenta il primo esempio in Italia di centro poliproduttivo e multifunzionale interamente dedicato alla moda e alla gioielleria “Made in Campania”, marchio che da oltre un secolo significa arte, creatività, manualità, tecnica sartoriale specie di taglio maschile, rigorosamente hand made.
Un tempio del lusso, di circa 130 mila metri quadri, situato nell’area Asi di Marcianise, che potrà ospitare fino a 400 imprese con spazi fieristici permanenti, ideato per offrire alle aziende di èlite della regione un modello di aggregazione di alta qualità, in grado di proporre alla ribalta internazionale realtà industriali di inconfutabile valore produttivo.