martedì 1 maggio 2007

Analisi rischio paese

I mercati della Russia e delle Repubbliche ex-sovietiche possiedono caratteristiche che li differenziano in maniera netta dalle realtà nazionale e UE.
.
L'impresa italiana, per la sua vocazione alla qualità e grazie al forte impatto del "Made in Italy" sul consumatore locale, può cogliere opportunità imperdibili in questi mercati, ma solo a patto di costruire una strategia solida e concreta, elaborata con l'ausilio di esperti di settore.
.
Soprattutto nel caso delle PMI, prima di qualsiasi esposizione diretta, è di primaria importanza valutare le migliori opportunità di questi promettenti mercati, soppesando ogni costo e rischio, per programmare una penetrazione commerciale destinata al successo, nel momento, nel luogo, e con i mezzi più opportuni.

All’alta rimuneratività del mercato russo, che è divenuto una delle principali destinazioni per le esportazioni italiane nel corso dell’ultimo decennio, spesso si accompagna un livello di incertezza procedurale che può comportare costi elevati per l’impresa e scoraggiare la sua penetrazione nel mercato.

Non pochi sono gli esempi di partite di merce bloccate in dogana, di campionari non pervenuti in tempo utile per le manifestazioni fieristiche, di prodotti non immettibili nel mercato per errori materiali nella certificazione e nell’etichettatura, di stock invenduti per errori di agenti poco presenti sul mercato.

Nella maggior parte delle ipotesi tali inconvenienti si verificano per errori compiuti nelle fasi precedenti all’esportazione, imputabili a una erronea interpretazione delle norme, ovvero alla disattenzione degli stessi operatori economici, che spesso si trovano ad operare in mezzo a regole contrastanti e sovrapponibili.

Di conseguenza, un costante e approfondito aggiornamento sulle norme regolanti le attività di importazione verso la Federazione Russa, costituisce una componente indispensabile per il successo commerciale su questo mercato.

Un altro fattore di rischio che devono considerare gli operatori economici operativi sul mercato russo è l’affidabilità di partners commerciali locali. Seppure si può affermare che le controparti russe godano di una reputazione positiva nelle relazioni economiche internazionali, è imprescindibile una strutturazione sicura dei pagamenti e delle consegne prima dell’avvio delle operazioni commerciali.

Altrettanto importante è la previsione di meccanismi di giurisdizione volontaria (arbitrati) per la soluzioni di eventuali controversie sorte dai rapporti commerciali: la giustizia russa può rivelarsi piuttosto macchinosa ed imprevedibile.

In conclusione, va ribadito come la Russia e le repubbliche ex-sovietiche presentino peculiarità che non possono essere ignorate se si desidera attuare una penetrazione commerciale di successo, e che una pianificazione attenta ai minimi dettagli debba far parte della strategia di ogni azienda.

Per domand o informazioni relative all'elaborazione delle analisi rischio paese e raccolta di materiale commerciale e normativo, contattateci scrivendo a: servizi@russiaexport.org

Nessun commento: