domenica 30 dicembre 2007

La Russia aumenta i dazi sull'export del petrolio

Il Ministero delle Finanze russo ha annunciato che aumenterà di almeno 18% il dazio sull'esportazione dei prodotti petroliferi. La misura, destinata ad entrare in vigore a partire dal 1 febbraio 2008, è motivata dalla straordinaria crescita delle quotazioni del greggio verificatesi negli ultimi mesi. L'imposta, pari oggi a 275.40 USD/tonnellata (37.57 USD a barile), raggiungerà i 325-330 USD dollari/tonnellata.
Redazionale, da materiale "The Moscow Times" del 27.12.2007

Nuovo 4exp

Gentili Lettori,

in coincidenza con il nuovo anno, anche il blog 4EXP si appresta ad un rinnovamento che ne migliorerà la forma ed i contenuti, nella speranza di offrire un servizio più utile ed interessante. Vogliate pertanto perdonarci per temporanei problemi tecnici che potranno presentarsi nei prossimi giorni.
Buon 2008 a tutti Voi!

lunedì 24 dicembre 2007

RUSSIA: NEL 2007 AFFLUSSO DI CAPITALI PER 80 MILIARDI DI DOLLARI

(ICE) - ROMA, 21 DIC - Stando a quanto riferisce il Ministro per lo sviluppo economico russo Elvira Nabiullina, l'afflusso netto di capitale nella Federazione Russa nel 2007 ammonta a circa 80 miliardi di dollari. Per quanto riguarda il 2008 ci si aspetta che l'indice sia quantomeno pari a quello di quest'anno. Il Ministro, infatti, ritiene che la tendenza alla crescita dell'afflusso di capitale possa mantenersi anche per il prossimo anno e fa notare che la Russia rappresenta una nazione molto attraente per gli investimenti - un fatto confermato anche dalle valutazioni delle agenzie di Rating internazionali. (ICE MOSCA)

Scrivere in russo con una tastiera tradizionale: gratis con Translit.ru

Per chiunque debba comunicare con interlocutori russofoni, può rendersi necessario produrre testi in lingua. Esistono numerose e accettate convenzioni per traslitterare in caratteri latini un originale russo, ma la versione in cirillico è certo preferibile. In particolare, nei rapporti d’affari, essa contribuisce a rendere più chiara la comunicazione commerciale, oltre a dimostrare al destinatario la propria attenzione per il suo ambiente culturale.
Il sito Translit.ru offre un sistema efficiente, affidabile e dall’interfaccia intuitiva, per scrivere testi russi in caratteri cirillici su una tastiera convenzionale e viceversa. Il servizio è completamente gratuito.
Redazionale, da materiale http://www.translit.ru/.

venerdì 21 dicembre 2007

Iveco produrrà veicoli commerciali in Russia

La Saveco OOO, società russa a capitale misto partecipata al 51% dalla italiana Iveco, ha avviato la costruzione di un impianto di produzione di veicoli commerciali nella regione di Nizni Novgorod (km da Mosca). Sono programmati investimenti per un valore di 2 miliardi di rubli (55 milioni di euro), il break-even è previsto a 57 mesi. Il progetto, prioritario nei piani di sviluppo della regione, godrà di agevolazioni fiscali per 169 milioni di rubli (4.7 milioni di euro) nel corso della sua realizzazione.
La produzione sarà avviata nel primo trimestre 2009 e, una volta a pieno regime nel 2010, raggiungerà i 25.000 veicoli all’anno. In un primo momento, in Russia verrà svolto solo l’assemblaggio di componenti italiani, ma, nella seconda fase, è prevista la localizzazione in situ del 70% dei processi produttivi.
Dagli impianti di Nizhni Novgorod usciranno soprattutto veicoli commerciali di media capacità, sino a 50 quintali di carico, destinati alla vendita in Russia e Stati CSI, attraverso le reti dedicate “Samotolor NN” ed Iveco.
Redazionale, da materiale www.regnum.ru

Olimpiadi Sochi 2014: la sfida italiana

L’ambasciatore della Repubblica Italiana nella Federazione Russa, Vittorio Surdo, ha reso noto che nel gennaio 2008, nella regione di Krasnodar, verrà inaugurata un ufficio ICE e nominato un Console onorario.
Il meridione della Federazione Russa è una zona a forte sviluppo economico, trainato, in primo luogo, dai settori turistico e dell’edilizia. Esso rappresenta una interessantissima opportunità per l’imprenditoria italiana, in particolare nella città di Sochi, sede delle Olimpiadi invernali 2014, anche alla luce del know-how costruttivo e gestionale acquisto da molte imprese nazionali in occasione dei Giochi Olimpici di Torino 2006.
Redazionale, da materiali http://skavkaz.rfn.ru/

Mario Rioli S.p.A. inizia la produzione in Russia

Nella città di Donskoj, a 230 km da Mosca, è stato inaugurato l’impianto di produzione della Mario Rioli S.p.A., costruttore di porte per interni, da anni presente sul mercato russo. Oltre ai vertici aziendali hanno preso parte alla cerimonia il governatore della regione di Tula e il sindaco di Donskoj.
Il sito produttivo, concepito secondo i più attuali standard occidentali, è stato realizzato da un pool di imprese tedesche, italiane ed austriache, molti dei macchinari sono “made in Italy”. É presente un magazzino tecnologicamente avanzato dalla capacità di 50.000 unità di prodotto finito. L’impianto creerà più di 1000 posti di lavoro, in quella che è una delle aree più depresse della Russia. L’investimento complessivo raggiunge i 30 milioni di Euro, con break-even programmato a 5 anni.
Nel 2008 è prevista la produzione di 300.000 unità di prodotto, mentre a pieno regime, a partire dal 2010, la produzione raggiungerà 1 milione annuo, con un’offerta di circa 150 modelli, che copriranno l’ampio segmento tra i 3000-18.000 rubli (85-500 €).
Il mercato delle porte per interni russo è valutato in 6-7 milioni di euro, con una crescita annua che si attesta sul 15%. La mission dichiarata Mario Rioli è di conquistarne il 20%, iniziando nel contempo la penetrazione anche nelle altre repubbliche ex-sovietiche.

Redazionale, da materiali http://openmarket.ru/

domenica 16 dicembre 2007

KAZAKHSTAN: MODIFICA DEL TESTO UNICO DOGANALE, NON È PIÙ NECESSARIA LA DICHIARAZIONE DOGANALE IN ORIGINALE

(ICE) - ROMA, 14 DIC - Secondo la nuova versione del Testo Unico doganale kazakho entrata in vigore il 27 novembre scorso, non sarà più necessario presentare la documentazione doganale in originale per le merci che vengono importate in Kazakhstan, a meno che lo stesso Paese di esportazione non lo preveda espressamente. L'introduzione di questa modifica dovrebbe finalmente risolvere la problematica che ha di fatto bloccato, dall'inizio della scorsa estate, l'importazione in Kazakhstan di molti prodotti provenienti dal mercato comunitario e quindi dall'Italia. Infatti, un emendamento al Testo Unico doganale kazakho, introdotto lo scorso 20 maggio, imponeva agli operatori la presentazione della documentazione originale da cui risultasse il valore della merce dichiarato alla dogana di partenza. Tale condizione risultava impossibile da soddisfare per la quasi totalità delle aziende straniere operanti sul mercato kazakho, traducendosi in una vera e propria barriera di natura non tariffaria per le merci straniere. (ICE)

giovedì 13 dicembre 2007

RUSSIA: GLI INVESTIMENTI STRANIERI 2007 HANNO RAGGIUNTO LIVELLI RECORD

(ICE) - ROMA, 13 DIC - Il tasso di crescita degli investimenti nell' economia russa, stando ai primi risultati sul 2007, è stimato al 7,4%, un indice record per la Russia moderna. Il Ministro delle Finanze Aleksej Kudrin ne ha parlato nel corso della conferenza "Global Investment and Finance Forum". Secondo il Vice-Premier, nel 2007 gli investimenti stranieri diretti hanno raggiunto i 45 miliardi di dollari, mentre nel 2006 erano ammontati a 26 miliardi. Lo scorso anno vi era già stato un raddoppio degli investimenti, dato che che nel 2005 gli IDE si attestavano a 13 miliardi. Kudrin ha reso noto che il debito estero russo al 1° ottobre ammontava a 47 miliardi di dollari, o al 3,7% del volume del PIL previsto per la fine dell'anno, e ha sottolineato che si pensa che il volume totale (dei settori pubblico e privato) del debito estero possa raggiungere il 31% del PIL, mentre ad esempio in Ucraina e Polonia il livello di tale debito ammonta al 48% e al 51% rispettivamente. Per quanto riguarda l'afflusso di capitali nella Federazione Russa, il Vice-Premier precisa che a novembre di quest'anno si trattava di 3 miliardi di dollari circa. Commentando le previsioni per i prossimi anni, Kudrin assicura che il governo è pronto a ridurre l'inflazione fino al 5-6% entro il 2010. (ICE MOSCA)

Approvati due nuovi Programmi Operativi per la Slovacchia

La Commissione Europea ha approvato altri due Programmi Operativi per la Slovacchia: si tratta dei Programmi Sanità e Ambiente. Il Programma Sanità ottiene da Bruxelles 250 milioni di euro ai quali lo Stato ed i richiedenti aggiungono altri 44 milioni di euro nel cofinanziamento. Entro l’anno 2013 dunque entreranno nel settore sanitario circa 10 miliardi di Skk (Corona slovacca), soprattutto per la ristrutturazione di grandi ospedali. Il settore ambientale ottiene 1,8 miliardi di euro, 59,2 miliardi di Skk. Tale Programma Operativo viene finanziato attraverso il Fondo di Coesione ed il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale. La Ce ha approvato alla Slovacchia 7 su 11 Programmi Operativi.
Per informazioni:
AssocameresteroTel. 06 44231314Fax 06 44231070

mercoledì 12 dicembre 2007

RUSSIA: LA CATENA SPAGNOLA ZARA VENDERÀ ANCHE ARTICOLI PER LA CASA

ICE) - ROMA, 30 NOV - ZARA ha aperto il primo punto vendita a Mosca, il 26 ottobre, presso il centro commerciale Atrium. E' il primo punto vendita aperto dall'azienda spagnola sul territorio della Federazione Russa e nell'Europa dell'Est. Nel 2008 verrà aperto un secondo punto vendita a San Pietroburgo sul Nevskij Prospekt. L'assortimento dei punti vendita in Russia avrà le stesse caratteristiche già sperimentate con successo negli altri paesi. La catena Zara Home è entrata a far parte del gruppo Inditex nel 2003 e oggi conta oltre 180 punti vendita nel mondo. Dal 2002 il gruppo Inditex è attivo sul mercato russo grazie all'attuazione della tecnica del franchising. Dal 2006 invece opera autonomamente attraverso la propria filiale ZAO-Zara Sng, di cui detiene il 100% del controllo azionario. Il ricavo di Zara Sng nel 2006 è stato 2,68 miliardi di rubli, quello netto è stato di 276 milioni di rubli. Secondo il direttore commerciale del FCG-Fashion Consulting Group, Anush Gasparjan, la capacità del mercato russo dell'abbigliamento si stima attorno ai 32-35 miliardi euro, con una crescita annua del 10/12%. (ICE MOSCA)
Fonte: www.ice.gov

RUSSIA: VOLKSWAGEN PRONTA AD AMPLIARE LA PRODUZIONE LOCALE

(ICE) - ROMA, 06 NOV - Il Presidente della Volkswagen Bernd Pischetsrieder ritiene che il mercato dell'auto della Federazione Russa diventerà "il più importante in Europa" entro il 2009. A fronte di ciò, la casa automobilistica tedesca ha aperto una fabbrica a Kaluga, a circa 200 km da Mosca. Il costo dell'operazione è stato di 500 milioni di Euro. Attualmente la produzione della fabbrica ammonta a 115.000 automobili l'anno, ma l'obiettivo è raggiungere quota 150mila auto l'anno. Per il 2009 si conta di avviare un intero ciclo di produzione dei modelli Passat, Golf, Polo e Skoda Octavia. (ICE MOSCA)


venerdì 7 dicembre 2007

"Spring 3" per promuovere il "made in Lombardy" all'estero

Nuovi progetti di internazionalizzazione per l'artigianato e la piccola/media impresa lombarda sono stati varati dalla Giunta regionale, su proposta del presidente, Roberto Formigoni, di concerto con gli assessori all'Artigianato e Servizi, Domenico Zambetti, e all'Industria e Piccola e Media Impresa, Massimo Corsaro. Nel 2008 la Regione finanzierà infatti i progetti 'SPRING 3' con quasi tre milioni di euro, cioè una serie di attività finalizzate a rendere competitivi sul mercato globale l'artigianato e le piccole imprese lombarde, peraltro storicamente disponibili ad adattarsi alle nuove situazioni."La mondializzazione dell'economia - ha commentato Formigoni - richiede nuove capacità, basate non solo sul produrre beni e servizi competitivi, ma ancora di più capaci di saper vendere e comunicare idee e progetti 'made in Lombardy'. La chiave sta infatti nell'arrivare fuori dei confini nazionali con innovazioni di processo e di prodotto, strategia che richiede innanzitutto la formazione continua del capitale umano e la promozione dei prodotti".

Sostanzialmente il progetto 2008 è articolato su due fasi. La prima prevede la formazione e l'aggiornamento delle aziende sia attraverso il training da parte di manager specializzati nelle problematiche legate ai mercati esteri sia con azioni mirate alla crescita culturale e gestionale di singole figure all'interno del processo produttivo. La seconda prevede la presentazione da parte delle aziende di progetti operativi e la loro selezione: i migliori otterranno un finanziamento regionale del 50% dei costi per porre in pratica l'iniziativa.

Il progetto SPRING, nato nel 2005 come progetto pilota finalizzato a sostenere e incentivare le strategie di internazionalizzazione delle piccole imprese lombarde, ha raccolto nel 2005, 2006 e 2007 le candidature di oltre 200 imprese interessate a sviluppare progetti personalizzati per la commercializzazione dei loro prodotti all'estero attraverso la realizzazione di programmi idonei a creare le condizioni di successo per il riposizionamento competitivo anche tramite la realizzazione di reti permanenti. Per questo progetto sono stati selezionati e messi a disposizione oltre 50 export manager, da utilizzare temporaneamente per alcuni mesi da parte delle imprese e sono stati predisposti corsi di formazione mirati, sulla base delle necessità formative espresse dalle imprese stesse (in materia di dogane, contrattualistica, normativa internazionale, marchi, brevetti, ecc.), con lo scopo di mettere le aziende nelle condizioni di creare reti permanenti all'estero per l'internazionalizzazione. (Ln)

ITALIA-ROMANIA, MISSIONE MINISTRO BONINO

Il Ministro per il Commercio Internazionale e per le Politiche Europee, Emma Bonino domenica e lunedì sarà a Bucarest e Timisoara per una missione istituzionale con l’obiettivo di rafforzare e rilanciare i rapporti politici ed economici tra i due paesi. In particolare il Ministro Bonino incontrerà la comunità d’affari italiana sia a Bucarest, la sera del 9 dicembre, che l’indomani sera a Timisoara nell’ambito di un Forum economico organizzato dalla nostra Ambasciata e dall’Istituto per il Commercio Estero. Nella delegazione del Ministro ci saranno, tra gli altri, Vice Presidente della Confindustria, Giuseppe Morandini che ha la delega per le piccole e medie imprese, e il direttore generale dell’Ice, Massimo Mamberti.
A Bucarest, lunedì 9 dicembre, il Ministro Bonino avrà incontri politici con il Ministro per le Piccole e medie imprese, Commercio e Turismo, Ioan Silaghi, con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Varujian Vosganian e un colloquio con il Primo Ministro Calin Popescu Tariceanu. Sempre a Bucarest, nella giornata di lunedì Bonino incontrerà le ONG italiane che si occupano di infanzia abbandonata, malati di AIDS, anziani e Rom.
L'Italia è il primo partner commerciale della Romania. Nel 2006 l’interscambio ha raggiunto, per la prima volta, la cifra record di 10,6 miliardi di euro, in pratica è il triplo rispetto all’India e doppio rispetto alla Cina, e ci sono ancora spazi per migliorare la presenza italiana nel campo delle infrastrutture, della logistica, nel settore energetico così come in quello dell’agroindustria e del tessile.
I rapporti socio economici con la Romania si sono intensificati dagli inizi degli anni Novanta ed oggi sono oltre 23.500 le imprese italiane attive sul territorio rumeno. Il capitale italiano investito ammonta ad oltre 850 milioni di Euro, otto banche con capitale italiano operano nel Paese. Migliaia sono i matrimoni misti, 325 i collegamenti aerei settimanali tra i due Paesi. Centinaia gli autobus che collegano la Romania con decine e decine di città italiane ogni settimana. Sono circa 17.000 le imprese e le attività commerciali avviate in Italia da cittadini romeni.

giovedì 6 dicembre 2007

Valori record per le riserve valutarie russe

Nella settimana dal 24 al 30 novembre 2007 le riserve valutarie russe sono cresciute dello 0,85 p.c., ovvero di 3,9 miliardi di dollari, raggiungendo il valore record di 463,5 miliardi di dollari. Lo rende noto la Banca Centrale Russa. Dall’inizio dell’anno, quando le riserve complessive ammontavano a 303,7 miliardi USD, la crescita è stata pari al 52,6 %.
La Federazione Russa occupa il terzo posto per dimensioni delle riserve valutarie , preceduta solo dalla Cina e dal Giappone.

mercoledì 5 dicembre 2007

UCRAINA: IMMINENTE L'ADESIONE ALL'ORGANIZZAZIONE MONDIALE DEL COMMERCIO

(ICE) - ROMA, 23 NOV - L'Ucraina ha siglato nei giorni scorsi gli ultimi due protocolli bilaterali con Vietnam e Kirghizistan, portando a termine tutti i necessari passi burocratici, legali ed economici per l'adesione all'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC). Il Consiglio Generale dell'OMC, che si riunirà dal 10 al 15 Dicembre, dovrebbe dare il via libera all'ingresso dell'Ucraina tra i suoi membri. (ICE KIEV)

UNGHERIA: PRESENTATO IL NUOVO PIANO DI CONVERGENZA

ICE) - ROMA, 05 DIC - Il Ministro delle Finanze ungherese János Veres ha presentato una versione aggiornata del Piano di Convergenza ungherese, che è stato sottoposto all'Unione Europea il primo dicembre. Con il nuovo Piano, il Governo ha innalzato dal 7,5 al 7,9% la previsione del tasso medio di inflazione per il 2007. Anche la previsione per il 2008 è stata portata dal 4,5 al 4,8%. La previsione di crescita economica per il 2007 è stata abbasata dal 2,2 all'1,7%, mentre rimane invariata la previsione di una crescita del 2,8% per il 2008 e del 4% per il 2009. Incoraggiante la previsione del deficit di bilancio per il 2007, che dovrebbe scendere al 6,2% rispetto al precedente target del 6,4%. Per il 2008 il deficit atteso è del 4%. Il Ministro Veres ha indicato il 2013 come possibile data per l'ingresso nell'area Euro. (ICE BUDAPEST)
.

martedì 4 dicembre 2007

Il sistema contrattuale in Romania e Bulgaria

I sistemi contrattuali romeno, bulgaro ed italiano hanno alcune importanti differenze. Newsmercati.com propone un’analisi comparata e alcuni consigli utili all’imprenditore italiano che ha relazioni commerciali con Romania e Bulgaria.
L'articolo dell'Avv. Marco Tupponi, Docente di Diritto del Commercio Internazionale presso l'Università di Macerata, si sofferma sulle principali discrepanze del diritto vigente in materia di contratti, in Italia e negli Stati oggetto d'esame.
In particolare, sono enucleati gli elementi relativi al perfezionamento del contratto, applicandosi nei sistemi normativi bulgaro e rumeno il principio di ricezione, distinto dal principio di cognizione, proprio del sistema italiano.
Altro argomento affrontato è costutito dalle norme regolatrici il trasferimento della proprietà mobiliare ed immobiliare, che pure presentano significative differenze quando confrontate coll'ordinamento nazionale.
La versione completa dell'articolo è disponibile a tutti gli iscritti alla newsletter periodica di http://www.newsmercati.com/, ovvero direttamente consultabile al seguente link.

UNGHERIA: A DICEMBRE INGRESSO NELL'AREA SCHENGEN

ICE) - ROMA, 04 DIC - A partire dal prossimo 22 dicembre l'Ungheria sarà membro a pieno titolo dell'area Schengen ed entreranno pertanto in vigore i sistemi di controllo delle frontiere di terra previsti dal Trattato. Per quanto concerne lo spazio aereo e le frontiere fluviali, i nuovi sistemi di controllo entreranno in vigore a partire dal mese di aprile 2008. (ICE BUDAPEST)

Russia: 32 giacimenti di gas naturale divengono strategici

Con Disposizione N. 1707-r del 28 novembre 2007 del Governo della Federazione Russa, è stato stabilito l’elenco dei giacimenti di gas naturale di natura strategica.
Fanno parte della lista 32 giacimenti situati nella parte settentrionale del paese, tra cui il “Chelyadinsky”, con riserve confermate di 1,3 trilioni di m3 di gas e 50 milioni di tonnellate di petrolio. La loro inclusione si giustifica colla necessità di “garantire la sicurezza energetica della Federazione Russia”.
Nell’ordinamento federale, la qualificazione di un giacimento di risorse naturali come “strategico”, rende possibile il suo sfruttamento solo da parte di imprese a maggioranza di capitale russo.
Redazionale, da materiale http://www.government.ru/ , http://lenta.ru/

Russia: cala la capitalizzazione del Fondo di Stabilizzazione

Il Ministero delle Finanze della Federazione Russa ha comunicato che la capitalizzazione del Fondo di Stabilizzazione è passata dai 3 trilioni 649,25 miliardi di rubli del 1 novembre (102 miliardi di Euro), ai 3 trilioni 517,06 miliardi del 1 dicembre 2007 (98.2 miliardi di Euro). Lo rendono noto fonti di informazione russe.
La diminuzione del valore del Fondo è imputabile alla destinazione di 300 miliardi di rubli (8,4 miliardi di Euro) alla capitalizzazione di tre enti di sviluppo economico. In particolare, 180 miliardi di rubli sono stati assegnati alla “Corporazione di Stato - Banca dello sviluppo dell’attività economica internazionale e del commercio estero (Vnechekonombank)”, 30 miliardi alla “Corporazione di Stato delle Nanotecnologie”, 90 miliardi – al potenziamento del “Fondo di Investimenti della Federazione Russa”.
Dall’inizio dell’attività d’investimento (24 giugno 2006), al 30 novembre 2007, la redditività del Fondo si è attestata sul 11,95% annuo in dollari USA.
Al 1 gennaio 2007 la capitalizzazione del Fondo ammontava a 2 trilioni 347 miliardi di rubli (67,8 miliardi di Euro).
Redazionale, da materiale http://www.prime-tass.ru/

lunedì 3 dicembre 2007

Ancona: valutazione delle opportunità d’internazionalizzazione delle Pmi nella regione di San Pietroburgo

La Camera di Commercio di Ancona partecipa al progetto sulle opportunità di business offerte alle pmi locali che intendono investire nella regione di San Pietroburgo. All’interno di tale iniziativa organizza un seminario che si terrà il prossimo 12 dicembre 2007 presso la Sala Parlamentino, ore 16:30. L’evento è finalizzato alla analisi del contesto economico di riferimento e la domanda e l'offerta di servizi logistici. All'incontro interverranno i responsabili della Zes (Zona Economica Speciale) di San Pietroburgo ed esperti e consulenti specialistici in tematiche di internazionalizzazione. Il progetto viene realizzato in collaborazione con l'Assindustria Ancona e con la Confartigianato provinciale.
Per informazioni:Ancona PromuoveTel. 071 2072913Fax 071 5898255