martedì 29 gennaio 2008

Lipetsk: inaugurata la seconda Zona economica speciale

Il vice premier della Federazione Russa Ivanov e il Ministro per lo sviluppo economico Nabiullina hanno inaugurato la Zona economica speciale (ZES) della regione di Lipetsk. Lo rendono noto fonti di informazione russe.
Alla cerimonia ha preso parte l'Ambascitore d'Italia a Mosca, Claudio Surdo, a testimonianza del forte legame dell'area di Lipetsk con il tessuto imprenditoriale italiano. Già nel 2004, a seguito degli incontri tra il presidente Putin e l'allora premier Berlusconi, la regione ha iniziato ad attrare investimenti italiani. Tra questi, di particolare rilevanza è il sito produttivo della INDESIT-Merloni, cha ha consentito all'azienda di Fabriano di divenire uno dei leader nel mercato russo degli elettrodomestici bianchi.
La ZES di Lipetsk sarà specializzata nella produzione di macchinari, elettrodomestici, materiali per l'edilizia, ed è la seconda aperta in Russia negli ultimi mesi, dopo quella operativa in Tatarstan. Nel corso del 2008 è prevista l'inaugurazione di una ZES a Dubna, nei pressi di Mosca, e a Tomsk - grosso centro della Siberia occidentale.
La legge federale sulle Zone economiche speciali, entrata in vigore il I gennaio 2006, prevede una serie di vantaggi fiscali per i soggetti residenti, tra cui l'esonero dalle imposte sulla proprietà per cinque anni, riduzione dell'imposta sull'utile, la liberazione dai dazi dognali per i materiali ed i mezzi di produzione destinati all'utilizzo nelle ZES.

Nessun commento: