giovedì 25 settembre 2008

Russia: la corruzione rimane alta

La Russia continua a perdere la propria battaglia contro la corruzione, scivolando al 147 posto nella classifica degli Stati piu' corrotti, stilata ogni anno dall'osservatorio indipendente "Transparency International". La notizia e' riportata da Lenta.ru.
.
Il rating di "TI", che combina parametri di numerosi settori della vita sociale, dalla pubblica amministrazione all'istruzione, dalla sanita' all'operato delle forze dell'ordine, attribuisce alla Russia un punteggio di 2.6/10, collocandola nella parte piu' bassa della classifica, in compagnia di Stati come il Kazakistan, la Bielorussia, l'Equador e la Costa d'Avorio.
.
La performance negativa, addirittura in peggioramento rispetto alla rilevazione passata, sembra dimostrare come la campagna anticorruzione, fortemente voluta dal nuovo presidente Dmitri Medvedev, non abbia ancora prodotto risultati significativi.
.
Il posizionamento della Russia non si discosta, ad ogni modo, dalla media delle repubbliche ex-sovietiche, mentre sul podio salgono i soliti vertuosi: Danimarca, Nuova Zelanda e Svezia.
.
Redazione: www.lenta.ru

Nessun commento: