martedì 28 ottobre 2008

Russia: la regione Tyumen maggior acquirente del "Made in Italy"

L'Italia si afferma come il primo partner commerciale della ricchissima regione russa di Tyumen, depositaria della parte più significativa delle riserve energetiche della Russia.
.
Occupando le immense aree della Siberia Occidentale, la regione di Tyumenj è sede dei giacimenti petroliferi e di gas naturale sul cui sfruttamento ed esportazione poggia in grande misura la straordinaria crescita economica della Russia. Nonostante il clima ostile e la particolare posizione geografica, grazie alle risorse del proprio sottosuolo, Tyumen è divenuta un autentico eldorado, con un reddito medio che supera di gran lunga la media nazionale, surcalassando addirittura la capitale Mosca.
.
L'elevata capacità di spesa dei residenti, assieme alla continua domanda per macchinari e strumenti ad alta precisione da impiegarsi nell'industria estrattiva e della trasformazione (66 p.c. sul totale delle importazioni), sono i fattori che spiegano l'ottima performance dell'export italiano nell''area.
.
Secondo i dati diffusi dall'Autorità delle dogane di Tyumen, nei primi otto mesi del 2008, le importazioni totali nella regione sono ammontate a 266,37 milioni di dollari, con una crescita del 64 p.c. rispetto al periodo analogo del 2007.
.
L'Italia si posiziona saldamente alla vetta della classifica, con una quota del 41,92 p.c. sul totale dell'import, seguita daCina (12,75 p.c.), Germania (11,76 p.c.), Kazakistan (8,83 p.c.), Ucraina (5,70 p.c.) e USA (3,60 p.c.).
.
Redazionale, da materiali http://www.vsluh.ru

Nessun commento: