martedì 21 ottobre 2008

Russia overview: produzione industriale, consumi, commercio estero

Tra le grandi economie mondiali emergenti, la Russia è da circa sette anni al terzo posto come dinamica di sviluppo, dietro Cina e India. Nel 2007 il Pil russo è aumentato dell’8,1%. Nei primi quattro mesi del 2008 rispetto allo stesso periodo del 2007 la crescita ha raggiunto l’8%.
.
Russia: andamento del PIL e della produzione industriale nel 2004-2008 (in%)
.
L’elezione popolare diretta di Dmitri Medvedev ha confermato una situazione di stabilità e continuità politica. Il nuovo Presidente della Federazione russa ha subito designato come primo ministro Vladimir Putin. Putin ha varato il 20 maggio un importante programma di infrastrutture, con investimenti previsti per 570 miliardi di dollari, che prevede la costruzione di:17.000 km. di strade,  3.000 km. di ferrovie,  più di 100 nuove piste per aeroporti.
.
Il presidente Medvedev si è invece concentrato sulla lotta contro la corruzione e sul miglioramento del sistema giudiziario, il cui buon funzionamento è essenziale per la tutela dei diritti di proprietà e della libera imprenditoria, in particolare nell’ambito delle piccole e medie imprese, per le quali sono previste nei prossimi mesi nuove misure di sostegno e agevolazioni fiscali.
.
Produzione industriale settoriale
Nel 2007 la produzione industriale è aumentata del 6,3% rispetto al 2006. L’industria manifatturiera globalmente ha registrato un incremento del 9,3% rispetto al 2006. Tra i settori più dinamici:
.
- gomma e plastica (+23,0%) che nel 2006 era già aumentata del 11,7%
- metallurgico (+19,3%)
- mezzi di trasporto (+15,9%)
- materiale elettrico ed elettronico (+12,8%)
- altri prodotti minerali non metallici (+10,8%).
.
Sotto la media gli aumenti dei settori:
.
- legno (+6,2%)
- alimentare (+6,1%)
- prodotti petroliferi (+2,7%).
.
In lieve flessione rispetto al 2006 sono la produzione di pelle e pelletterie (-0,1%) e quella di tessuti (-0,3%). Nei primi 4 mesi del 2008 la produzione industriale è aumentata del 6,9%. Al suo interno l’industria manifatturiera ha avuto un aumento del 10,2%; il maggiore aumento lo hanno registrato le materie plastiche (+34,3%), i macchinari e impianti (+24,3%), i mezzi di trasporto (+17,6%) e la lavorazione del legno e suoi prodotti (+14,8%). L’industria metallurgica ha avuto un aumento del 9,8%, quella delle pelletterie e calzature del 7,5%; mentre inferiore alla media è stato l’incremento nella produzione di alimentari (+6,1%), dell’industria chimica (+3,7%), del carbon coke e di prodotti petrolchimici (+3,6%) e di tessili e abbigliamento.
.
In negativo solo la produzione di elettrotecnica, elettronica e ottica (apparecchi televisivi e radio, macchine e materiale elettrico -9,1%, apparecchiature mediche -5,5%). All’interno di questa voce la produzione di informatica per uffici ha però registrato un aumento del 66,1%. L’estrazione e lavorazione di materie prime ha un andamento sempre più ridotto e nei primi 4 mesi 2008 è aumentata solo dello 0,6%, mentre la produzione e distribuzione di energia elettrica, gas e acqua è salita da -0,2% nel 2007 a +4,5% nei primi quattro mesi 2008.
.
Russia: produzione industriale in settori chiave in % rispetto periodo precedente
.
Consumi, redditi e classe media
Il mercato dei beni di consumo russo è oggi uno dei più dinamici al mondo, con aumenti sui 70-80 miliardi di dollari all’anno. L’allargamento crescente del benessere anche alla classe medio-bassa ha favorito l’avvio di un vero e proprio “mercato di massa”, che coprirebbe già oggi fino al 40% della popolazione russa, ovvero almeno 57 milioni di persone su oltre 142 milioni.
.
Nel 2006 il mercato dei beni di consumo in Russia era di 331,9 miliardi di dollari, e nel 2007 è aumentato ancora in dollari del 27% (+89,9 miliardi di dollari), raggiungendo i 421,8 miliardi di dollari; i beni di consumo durevole costituiscono il 54,6% del totale, cioè 230,9 miliardi di dollari.
.
Nei primi quattro mesi del 2008 il mercato dei beni di consumo è stato pari a 166,6 miliardi di dollari (+15,6%). I beni durevoli hanno raggiunto i 91 miliardi di dollari, mentre i prodotti alimentari sono stati pari a 75,6 miliardi di dollari.
.
Russia: andamento vendite al minuto di principali beni durevoli nel primo trimestre 2008 su periodo analogo 2007 (in % di valore calcolato in U$D)
.
Russia: vendite al minuto dei principali prodotti alimentari nel primo trimestre 2008 su periodo analogo 2007.
.
Commercio estero
Nel 2007 le esportazioni russe sono aumentate in valore del 17,1%, raggiungendo i 352,4 miliardi di dollari, mentre le importazioni con un aumento record del 44,9% sono salite fino a 199,7 miliardi di dollari, con un attivo della bilancia commerciale di 152,7 miliardi di dollari, ma con una diminuzione di 10,6 miliardi rispetto ai 163,4 miliardi di attivo del 2006.
.
L’import da tutti i Paesi eccetto l’area CSI è cresciuto del 47,2%, fino a 169,8 miliardi, mentre quello dai Paesi CSI è aumentato del 33,3%, fino a 29,8 miliardi di dollari. L’interscambio complessivo è stato di 552,1 miliardi di dollari, con un aumento del 25,7% sul 2006.
.
Nei primi 4 mesi del 2008 l’interscambio complessivo è stato di 227,184 miliardi di dollari (+51,0%), di cui le esportazioni sono state di 148,677 miliardi di dollari (+53,5%) e le importazioni di 78,506 miliardi di dollari (+49,9%) e il saldo attivo è stato di 70,170 miliardi di dollari.
.
Il boom economico-industriale e dei consumi provoca una forte crescita delle importazioni di macchine e impianti per l’ammodernamento produttivo e di beni di consumo di qualità per l’aumento del potere di acquisto della classe media.
.
Fonte: www.mglobale.it, in collaborazione con D&E, Diritto & Economia in Russia e CSI Centro Studi di Mosca

Nessun commento: