venerdì 24 ottobre 2008

Turkmenistan: crescono gli indicatori economici e aumentano gli investimenti

L’economia turkmena ha mostrato una crescita convincente nei primi sette mesi dell’anno in corso, e si avvia verso uno sviluppo sostenuto anche nel 2009. Lo ha affermato l’ambasciatore della repubblica centroasiatica in Uzbekistan, Soltan Pirmuchammedov. La notizia è riportata dall’agenzia REGNUM. 
.
La crescita del PIL turkmeno è stata pari a 8 p.c., mentre la produzione industriale ha raggiunto il valore di 9,7 miliardi di dollari, con una aumento del 22,2 p.c. sull’analogo periodo del 2007. Particolarmente virtuosi i settori del cemento (+48,7 p.c.), della pasta (+21,3 p.c.), della farina (+17,8 p.c.), dei materiali per l’edilizia (18,3 p.c.), del cotone (+14,6 p.c.), dei medicinali (+11,8 p.c.), dell’energia elettrica (+9,3 p.c.).
.
Gli investimenti totali sono aumentati di 2,3 volte rispetto ai primi sette mesi del 2007, quelli esteri – di 4,4 volte. Nello stesso periodo, il commercio al dettaglio ha avuto una crescita del 25,1 p.c. Gli scambi internazionali del Turkmenistan sono aumentati del 36,7 p.c., raggiungendo il valore di 10 miliardi di dollari USA. Le esportazioni sono cresciute del 42,6 p.c., le importazioni  - del 24,1 p.c. Il saldo della bilancia commerciale rimane positivo (+4,2 miliardi di dollari USA) segnando una crescita del 58,6 p.c. Lo stipendio medio è cresciuto del 15,1 p.c., raggiungendo il valore di 2.886.600 manat menisli (550 dollari USA). Per il 2009 è stimata un aumento del PIL dell’11-12 p.c.
.
Una delle repubbliche ex-sovietiche centroasiatiche, il Turkmenistan ha conosciuto un lungo periodo di isolamento sotto la dittatura dell’eccentrico presidente Saparmurat Niyazov, deceduto nel 2006. Le risorse naturali del paese (il Turkmenistan è il quinto produttore mondiale di gas e possiede rilevanti riserve di petrolio), hanno consentito un certo miglioramento nella vita della popolazione nel corso dell’ultimo decennio, ma le infrastrutture e i settori avanzati dell’economia rimasero in uno stato embrionale. Tuttavia, con l’insediamento del nuovo capo dello Stato, Gurbanguly Berdimuhammedow, il paese ha avviato una serie di riforme volte alla modernizzazione e ad una maggiore integrazione dell’economia turkmena nel sistema del commercio internazionale.
.
Redazionale, da materiali www.regnum.ru

Nessun commento: