venerdì 5 dicembre 2008

Moldova: inaugurata la nuova Cancelleria diplomatica italiana alla presenza del Ministro Frattini

Nel corso della sua visita ufficiale in Moldova, il Ministro degli esteri Franco Frattini ha inaugurato, il 24 novembre, la Cancelleria Diplomatica dell’Ambasciata Italiana in Moldova.
.
In tale occasione, il Ministro Frattini ha voluto incontrare presso l’Ambasciata gli imprenditori italiani che si sono presentati numerosi, molti dei quali attivi in Moldova da tanti anni. All’incontro erano presenti tra gli altri il Presidente della Camera di Commercio Italo-Moldava, Roberto Pace, ed il Presidente dell’Associazione degli Imprenditori Italiani in Moldova, Stefano Mercuri.
.
Il Ministro Frattini ha dichiarato che una volta aperta l’Ambasciata a Chisinau ci si aspetta già dall’anno prossimo un incremento del numero di moldavi che lavorano legalmente in Italia. Secondo quanto detto dal Ministro italiano, dall’inizio del 2008 sono stati concessi circa 20 mila visti per i cittadini moldavi, e si pensa che il numero di questi aumenti in modo sostanziale verso la fine dell’anno, e successivamente con l’apertura dell’Ambasciata saranno rilasciati annualmente circa 50 mila visti. Frattini ha dichiarato che gli operai moldavi sono benvenuti in Italia, perchè contribuiscono allo sviluppo dell’economia e potranno rimanere quanto tempo desidereranno, nel rispetto delle regole previste dalla legislazione. Il Ministro italiano ha inoltre affermato che "Non possiamo incoraggiare coloro i quali credono che possono venire in Italia trasgredendo le leggi, è inammissibile, e comunque con l’apertura dell’Ambasciata Italiana a Chisinau, saranno semplificate le procedure per l’ottenimento del visto". Frattini ha infine dichiarato che saranno incoraggiati a legalizzare la propria presenza in Italia specialmente i moldavi che lavorano nelle famiglie e nelle infrastrutture dei lavori pubblici. Tutti coloro i quali vogliono ottenere un visto devono avere un posto di lavoro o un’attività legale.
.
Infine, Frattini ha ceduto la parola all’Ambasciatore d’Italia a Chisinau, Stefano De Leo, che ha fatto presente al Ministro degli Esteri che nei suoi primi giorni di permanenza qui in Moldova ha avuto la soddisfazione ed il piacere di incontrare numerosissimi imprenditori e tanti amici. L’Ambasciatore si è detto anche felice di poter inaugurare la nuova sede dell’Ambasciata d’Italia, che potrà dare il giusto supporto a tutta la comunità italiana ed a tutti i moldavi che ne avranno la necessità.
.
La sede della Cancelleria Diplomatica, come anche la futura sede dell’Ambasciata d’Italia in Moldova è situata al centro della capitale, di fronte all’Università Libera Internazionale (ULIM) in via Vlaicu Pircalab, presso il Centro Internazionale di Business "SKYTOWER". L’Ambasciata d’Italia comincerà la sua attività il 2 gennaio 2009. Fino ad allora i cittadini moldavi saranno costretti a presentare le richieste per il visto presso l’Ambasciata Italiana a Bucarest. Il Ministro degli Esteri italiano ha poi incontrato il Presidente della Repubblica Moldova, Vladimir Voronin, ed il Vice Primo Ministro Andrei Stratan, Ministro degli Affari Esteri e Integrazione Europea moldavo.
.
Fonte: www.informest.it

Nessun commento: