venerdì 19 dicembre 2008

Russia: supporto alle PMI del settore tecnologico

Il governo russo non intende ridurre i finanziamenti alle imprese che lavorano nel campo dell’innovazione, nonostante le difficoltà, secondo quanto annunciato dal Vice Primo Ministro, Sergei Ivanov. Lo rende noto Informest.
.
Nessuno, nell’esecutivo, intende abbassare i finanziamenti, non solo delle nanotecnologie ma del lavoro di innovazione in generale. Non agendo in questo modo, il problema della dipendenza russa dalle materie prime diventerebbe ancora maggiore. Per anni, il lavoro intellettuale o la proprietà intellettuale creata da organizzazioni di ricerca e istituzioni finanziate dal bilancio non sono state giustamente apprezzate e giacciono semplicemente inattive, secondo Ivanov.
.
L’idea proposta dal Ministero della Scienza e dell’Educazione è quella di permettere alle organizzazioni di ricerca e alle istituzioni, incluse le università, di creare piccole imprese innovative ed offrire proprietà e lavoro intellettuale creati in precedenza e incidenti sul bilancio come contributo a queste imprese. Il Vice Premier ha evidenziato che lo Stato dovrebbe supportare le piccole e medie imprese che lavorano per l’innovazione.
.
Anche se si parla molto del supporto alle PMI si dimentica che il 90 p.c. di esse si occupa di commercio e servizi. Tuttavia, la quota di PMI che si occupano di high-tech è decisamente piccola. Ed è proprio questo il settore che deve essere supportato, secondo Ivanov.
.
Fonte www.portalino.it Pianeta Russia, da materiali www.informest.it - by Roberto Rais

Nessun commento: