mercoledì 4 febbraio 2009

La Rusal ferma gli impianti italiani

Il gigante dell'alluminio russo, proprietà del miliardario Oleg Deripaska, ha annunciato che fermerà i propri impianti italiani per far fronte agli effetti della crisi economica. La notizia è riportata da RiaNovosti.
.
La Rusal, che soffre l'esposizione debitoria molto forte in una fase di calo della domanda e dei prezzi per le materie prime, ha avviato una politica di risparmio sacrificando le attività estere ritenute non strategiche. L'ultima sulla lista è l'Euroallumina S.r.L., sita a Portoveseme, nella provincia di Carbonia-Iglsias, che sarà fermata per almeno un anno.
.
L'impianto di estrazione di allumina, con una capacità di 1,10 milioni di tonnellate annue rappresenta un'importante realtà per il tessuto produttivo della Sardegna, anche per l'indotto generato in un'area economicamente depressa. Le rappresetanze sindacali hanno già annunciato dure proteste contro la chiusura della produzione.
.
Oleg Deripaska, indicato dall'autorevole rivista Forbes come l'uomo più ricco della Russia nella primavera del 2008, con un patrimonio personale prossimo ai 40 miliardi di dollari, ha assistito ad un drastico ridimensionamento del proprio impero a causa la crisi finanziaria internazionale.
.
Redazionale, da materiali www.rian.ru

Nessun commento: