venerdì 20 febbraio 2009

Russia - Serbia: abolito il regime dei visti

Il portavoce del Ministero degli esteri della Federazione Russa ha annunciato la firma dell'accordo russo-serbo sulla semplificazione del regime dei visti tra i due paesi. La notizia è riportata da Ria Novosti.
.
La nuova normativa permetterà l'entrata e la permanenza senza visto, per un periodo massimo di 30 giorni, ai cittadini dei due Stati firmatari.
.
La Serbia intrattiene tradizionalmente un rapporto privilegiato con la Russia, che l'ha più volte sostenuta sul fronte politico nel periodo successivo ai conflitti balcanici. Anche le relazioni economiche tra i due paesi sono molto solide: la Russia è il primo partner della Serbia e il loro interscambio commerciale ha superato quattro miliardi di dollari nel 2008. Tra le due repubbliche vige un trattato di libero scambio, istitutivo di un trattamento preferenziale per le merci prodotte in Serbia e esportate verso la Russia.
.
Tale regime, oltre che la vicinanza geografica della Serbia e il basso costo della manodopera locale, rende Belgrado una destinazione particolaremente interessante per gli investimenti esteri. Con l'entrata in vigore dell'accordo provvisorio sulla liberalizzazione dei flussi commerciali con l'UE, la repubblica balcanica si appresta a diventare il ponte naturale tra i mercati russo e europeo.
.
Per conoscere e sfruttare le opportunità di investimento in Serbia, vi invitiamo a contattarci, scrivendo a: servizi@russiaexport.org.
.
RussiaExport, da materiali www.rian.ru

Nessun commento: