martedì 17 marzo 2009

Le rappresentanze estere in Russia

Alla luce della progressiva integrazione della Russia nel tessuto degli scambi commerciali internazionali, è divenuta prassi normale che persone giuridiche o fisiche straniere cerchino l’organizzazione di un centro permanente e stabile per l’imputazione dei propri interessi nel territorio della Federazione Russa.
.
In tal modo infatti, si creano i presupposti per il rafforzamento della propria presenza commerciale, l’ampliamento delle attività e una migliore tutela dei propri diritti nell’ambito del sistema normativo russo (si pensi solo alla protezione della proprietà intellettuale). L’istituzione di una presenza permanente in Russia permette, inoltre, di accedere a una seria di vantaggi fiscali.
.
Il sistema giuridico russo prevede due forme atte a disciplinare l’attività di un soggetto economico straniero sul territorio della Federazione Russa – l’ufficio di rappresentanza e la filiale.
.
L’Ufficio di rappresentanza è definito come una divisione separata di una persona giuridica, operante fuori dall’ordinamento in cui ha sede la persona giuridica stessa e incaricata a rappresentarla e tutelarne gli interessi.
.
La Filiale possiede competenze più ampie rispetto all’ufficio di rappresentanza in quanto, oltre alle funzioni di rappresentanza e tutela, può svolgere l’attività di produzione e commercializzazione di beni e servizi sul territorio della Federazione Russa.
.
Ai sensi del Codice civile russo, né l’ufficio di rappresentanza, né la filiale possiedono personalità giuridica propria, non potendo quindi essere parti autonoma nei contatti, titolari di diritti soggettivi, attori o convenuti in procedimenti giuridici.
.
L’apertura degli uffici di rappresentanza e filiali di soggetti esteri in Russia è vincolata al procedimento di accreditamento presso l’ente competente individuato in base all’attività dominante del soggetto richiedente. In presenza di esito positivo della domanda di accreditamento, l’ufficio di rappresentanza o la filiale della persona estere sono inscritte nel Registro statale e viene loro concesso il permesso di attività in cui sono indicati: la durata dell’accreditamento e il massimo numero di personale estero impiegabile, presso il nuovo ufficio. Al perfezionamento della procedura di accreditamento, l’ufficio viene registrato presso l’Agenzia delle entrate russa, il fondo pensionistico, il fondo previdenziale e il fondo sanitario nazionale; ad esso viene intestato un conto di corrispondenza in una banca nazionale. Una volte adempiute tali condizioni, l’ufficio di rappresentanza o la filiale possono iniziare la propria attività, in conformità alla normativa russa.
.
Naturalmente, oltre ad operare attraverso la registrazioni di uffici di rappresentanza e filiali, i cittadini stranieri e le persone giuridiche estere possono partecipare alla vita economica sul territorio della Russia attraverso investimenti in soggetti ed enti di diritto russo.
.
RussiaExport

Nessun commento: