mercoledì 4 marzo 2009

Russia: crollano le importazioni nel settore auto

Secondo i dati dell’Agenzia delle dogane della Federazione Russa, nel mese di gennaio 2009, sono state importati in Russia 29.832 veicoli nuovi, e cioè circa 75 p.c. in meno rispetto all’analogo periodo del 2008, quando 112.567 automobili hanno attraversato le frontiere russe.
.
Il crollo dell’import è imputabile alla contrazione della domanda e all’ampia disponibilità di stock presso i concessionari, che è stimato in circa mezzo milione di unità. La dinamica negativa ha interessato tutti i canali, dal Giappone (-74 p.c.), alla Corea (-76 p.c.), alla Germania (-67 p.c.). Solo i modelli di nicchia e le novità dei segmenti più elevati (Audi Q5, Volvo XC60, ecc.), non sembrano risentire della crisi, ma i loro volumi non possono certo compensare l’emorragia di immatricolazioni sui modelli più comuni.

Nel 2008, il mercato auto della Russia ha superato quello tedesco per numero di veicoli nuovi immatricolati, affermandosi come il più dinamico ed interessante a livello europeo. Oggi, la diminuzione della capacità d’acquisto dei russi e l’introduzione dei nuovi dazi all’import, lasciano prospettare tempi difficili per i dealer locali mentre possibilità intressanti possono aprirsi per il mercato dell'usato, soprattutto nel segmenti B-C-D.
.
RussiaExport, da materiali www.newsru.com

Nessun commento: