lunedì 25 maggio 2009

Russia: male il commercio estero

Secondo i dati RosStat, il surplus del commercio estero della Federazione Russa è sceso del 60,3% a/a da gennaio a marzo 2009 a 19,8 mld $ (nel periodo gennaio-febbraio 2008 il surplus è salito del 72% a/a a 49,9 mld $).

Le esportazioni da gennaio a marzo hanno raggiunto i 57,9 mld $ scendendo del 43,6% a/a mentre le importazioni sono scese del 36,7% a/a a 38,1 mld $. L’esportazione di carburanti e risorse energetiche ha raggiunto il 65% delle esportazioni complessive nel 1° trimestre 2009 (- 51,4% a/a), il petrolio ha inciso per il 31,3% delle esportazioni complessive (-53,8% a/a) e il gas naturale per il 13,6% del totale (-56,8% a/a).

Il volume commerciale con i Paesi non CSI è sceso del 44,4% a/a a 77,7 mld $, di questo quello coi i Paesi UE è sceso del 49% a/a a 44,8 mld $. Secondo i dati CBR, l’incremento del commercio estero di beni è sceso del 58,9% a/a a marzo 2009 a 6,8 mld $ dopo un decremento del 64% a/a visto a febbraio.

In termini mensili, il surplus commerciale è salito del 29%. Le esportazioni di beni a marzo hanno raggiunto i 21,17 mld $ calando del 47% a/a, mentre le esportazioni di beni sono scese del 39% a/a a 14,37 mln $. Il surplus nel commercio estero è salito del 37,4% a/a a 179,8 mld $ nel 2008.

Russia Export, da materiali www.informest.it

Nessun commento: