venerdì 31 luglio 2009

Le fiere in Russia e CSI

L'importanza della partecipazione alle manifestazione fieristiche, nei mercati russo e degli Stati CSI, non può essere sottovalutata, soprattutto in una fase come quella attuale, quando, a fronte della contrazione degli scambi internazionali, risulta importantissimo dare maggiore visibilità ai propri prodotti e marchi.

Ancor più che nelle economie occidentali, in Russia e nelle repubbliche ex-URSS, il canale fieristico costituisce il mezzo preferenziale nella costruzione di nuovi rapporti commerciali, sia nella fase del primo approccio al mercato, sia nell'ottica del consolidamento della propria presenza per le imprese già attive ed affermate in questi Stati.

Nonostante i validi mezzi messi a disposizione dell'imprenditore nazionale, in primis dall'ICE e dal Sistema camerale, le barriere linguistiche, ovvero imputabili alla scarsità di informazione attendibile, possono costituire un serio ostacolo per l'operatore economico. Il crescente numero delle manifestrazione fieristiche, la sempre più frequente delocalizzazione delle stesse dalle capitali ai centri periferici, l'ampia forbice qualitativa degli espositori e degli organizzatori, sono in grado di condizionare la scelta dell'impresa, col rischio di vanificare gli investimenti, spesso sostanziosi, imputabili alla partecipazione.

Prima di effettuare l'elezione della manifestazione cui partecipare, ogni imprenditore desidereso di approcciarsi ai mercati russo, dei paesi baltici, o degli altri Stati CSI, dovrebbe avere l'opportunità di valutare l'offerta fieristica secondo il maggior numero di parametri possibile. Così, un evento di dimensioni particolarmente grandi in un settore ad elevata competitività, potrebbe ridurre la visibilità per le PMI, abbassando i contatti utili con le possibili controparti; una fiera specialistica in un importante centro regionale, potrebbe essere più indicata di una manifestazione più generica organizzata a Mosca; le caratteristiche di un prodotto, assieme al forte richiamo esercitato in Russia dal "Made in Italy", potrebbero consigliare la partecipazione a un evento incentrato sul lusso e sulla qualità, piuttosto che a un'esposizione di settore.

Russia Export mantiene costante il proprio impegno nel proporre un supporto informativo sulle più importanti fiere programmate in Russia, CSI e Stati baltici, con lo scopo di facilitare l'orientamento e la scelta dell'impresa nazionale. La seguente presentazione dei principali motori di ricerca fieristici costituisce uno degli strumenti di orientamento alle aziende italiane desiderose di approcciarsi sui mercati russo e delle repubbliche ex-sovietiche.

La ricerca è configurabile secondo criteri settoriali, tematici, geografici, ed è (quasi) sempre disponibile anche in lingua inglese. Le funzioni principali sono fruibili a titolo gratuito, mentre servizi opzionali, come registrazione agli eventi, prenotazione degli alberghi e voli e altre fattispecie organizzative, sono disponibili a titolo oneroso.
.
1) Uefexpo: Associazione russa delle manifestazioni fieristiche ed espositive, interfaccia inglese, ricerca per criteri tematici, cronologici e geografici;

2) Exponet: motore di ricerca per le fiere in tutto il mondo, interfaccia inglese, ricerca per vari criteri;
.
3) Expolist: motore di ricerca per le fiere in Russia, CSI, mondo, solo in russo, ricerca per vari criteri;
.
4) Expoua: motore di ricerca per le fiere in Ucraina, interfaccia russa e inglese, ricerca per vari criteri;
.
5) Expocentr: sito del principale polo fieristico della Russia, uno dei più importanti in tutto l'Est Europa. Con i suoi 200.000 mq nel centro di Mosca, l'Expocentr ospita le manifestazioni più importanti per il mercato russo, tra cui CPM, MITT, OBUV, MEBEL.

In presenza di interesse per un particolare evento, ovvero per la ricerca della fiera più opportuna alle proprie caratteristiche aziendali e di prodotto, vi invitiamo a contattarci all'indirizzo email servizi@russiaexport.org
.

Nessun commento: