martedì 28 luglio 2009

Russia: le lobbies contro Skype e ICQ

L’Unione russa degli industriali ed imprenditori (corrispondente dell’italiana Confindustria), ha chiesto al governo di Mosca l’introduzione di normative atte a limitare l’utilizzo dei servizi telefonici VOIP sul territorio della Federazione Russa.

Le lobbies imprenditoriali temono che l’espansione dei servizi come Skype e ICQ possa erodere consistenti fette di mercato agli operatori della telefonia mobile tradizionale, facendo crollare i loro introiti.

Un tentativo di arginare la fruibilità dei servizi VOIP sulle reti della telefonia mobile tradizionale è stato recentemente avanzato anche nell’UE. Bruxelles ha categoricamente escluso l’introduzione di limiti e condizioni finalizzati a favorire gli operatori telefonici, ma il Cremlino, più incline ad ascoltare il grande capitale nazionale, potrebbe pronunciarsi a favore di una regolamentazione più rigida del settore.

Russia Export, da materiali www.newsru.com

Nessun commento: