martedì 8 settembre 2009

Bielorussia - tendenze positive da gennaio a luglio

Nei sette mesi il PIL è cresciuto del 100,4%, secondo quanto riportato dal Primo Ministro bielorusso, Sergei Sidorsky, al Presidente, Alexander Lukashenko.

Al momento assicurare il tasso di produzione richiesto è il maggior problema del Ministero dell’industria, Mentre in gennaio il tasso produttivo è dell’83,8% rispetto allo stesso periodo del 2008, la cifra è scesa all’82,2% nel 1° trimestre 2009e del 76,4% da gennaio a luglio 2009. Nei 7 mesi la produzione industriale ha raggiunto il 96,1% rispetto allo stesso periodo del 2008.

Il Ministero dell’agricoltura e dell’alimenti, Belneftekhim, Belgospischeprom e Belbiopharm hanno aumentato le produzione. Il Ministero dell’architettura e delle costruzioni e Bellegprom stanno costantemente riducendo la differenza fra le cifre di quest’anno e quelle dell’anno scorso. Al Ministero dell’industria bielorusso è stato affidato il compito di assicurare almeno un tasso di crescita dell’82% della produzione industriale nel 2009. Nel 1° semestre 20009 il deficit del commercio estero ha raggiunto quota 3,1 mld $.

Le esportazioni hanno raggiunto i 10,6 mld $ (54,6% rispetto gennaio-giugno 2008), le importazioni 13,7 mld $ (67%). La riduzione delle esportazioni dei prodotti bielorussi è attribuita alla produzione inferiore e la caduta dei prezzi per le esportazioni. L’export aumenterà attraverso la diversificazione del mercato (nel 1° semestre l’area di distribuzione di beni bielorussi è cresciuta, arrivando a 11 nuovi paesi), conservando e rafforzando quello russo e creando imprese sui mercati esteri. Il Ministero dell’industria è stato coinvolto nela creazione di 23 nuove imprese negli stati CSI, così come Cina, India, Iran, Venezuela, Libia, Sudan, Siria e molti altri Paesi. Il deficit del mercato dei beni sarà compensato dall’incremento dell’esportazioni di servizi con altre misure.

Il rapporto sulla applicazione delle istruzioni presidenziali per ridurre I depositi nei magazzini indica che il principale criterio per l’assegnazione dei lavori alle dirigenze delle imprese non riguardano il raggiungimento degli obiettivi produttivi ma le buone vendite di prodotti, l’impiego a tempo pieno, il pagamento dei salari, il miglioramento tecnico e il rafforzamento della competitività dei prodotti. Dal 1° agosto 2009 gli eccessi di depositi di prodotti pronti nell’industria hanno raggiunto i 6.900 mld Br incidendo per l’ 88,3% della produzione mensile. A luglio 2009 sono scese di 465,5 mld Br. Tutte le industrie hanno registrato riduzione dei depositi nei magazzini a luglio. Per aiutare il settore manifatturiero a vendere i prodotti è stata presa la decisione di incrementare il lavoro delle istituzioni bielorusse all’estero e sviluppare al rete di distribuzione.

Russia Export, fonte Informest

Nessun commento: