martedì 29 settembre 2009

Serbia - siglato accordo di cooperazione economica con l’Italia

Il vice Premier e Ministro dell’economia Mladjan Dinkic ed il vice Ministro per lo sviluppo economico, Adolfo Urso, hanno siglato una dichiarazione congiunta sull’incremento della cooperazione economica.

La dichiarazione aiuterà le industrie italiane, che si occupano della realizzazione di parti di auto, ad entrare sul mercato serbo. Secondo Dinkic, il governo offrirà agli italiani 4000 EUR per ogni nuovo posto di lavoro creato a nella regione di Kragujevac (Serbia centrale) e 5000 EUR per ogni nuovo posto nel sud della Serbia. In cooperazione con le autorità locali riceveranno gratuitamente il terreno e le infrastrutture. Se gli investitori spendono oltre 8 mln EUR e impiegano 100 lavoratori, saranno esentati dal pagamento di tasse sul profitto aziendale.

La Serbia, che da poco è entrata in un'importante fase di avvicinamento all'Unione Europea, rappresenta un mercato e una destinazione di delocalizzazione strategica, grazie agli accordi di libero scambio con la Russia, che garantiscono al "made in Serbia" un trattamento doganale preferenziale per numerose categorie merceologiche.

Russia Export, da materiali Informest.it e Russia Export

Nessun commento: