giovedì 1 ottobre 2009

Russia: nel 2009 si contrae il mercato turistico

La crisi economica ha influito sulle abitudini di consumo dei russi e il settore del turismo non è stato risparmiato dal trend di contrazione. Dopo anni di ininterrotta crescita del monte giorni trascorsi in luoghi di villeggiatura, i russi hanno riscoperto la vacanza in città e i brevi break del finesettimana.

Secondo un'indagine dell'istituto di statistica della Federazione Russa, che ha analizzato un campione di 1.600 rispondenti, è cresciuta la quota di coloro che hanno rinunciato del tutto agli spostamenti (39%) e di chi ha scelto la propria seconda casa (dacha) come unica destinazione della stagione.

Il 9% dei turisti russi ha scelto di vistare luoghi di interesse turistico e culturale del proprio paese, il 7% ha eletto la riviera russa del Mar Nero. Solo il 3% dei rispondenti ha dichiarato di aver trascorso le proprie ferie all'estero, con una contrazione rispetto alle preferenze del 2008.

La Turchia e l'Egitto restano le destinazioni predilette dal turista russo, grazie all'esistenza di numerosi pacchetti low cost. L'Italia mantiene il proprio appeal tra la clientela più esigente, che sceglie soprattutto la Sardegna e le capitali dell'arte e dello shopping come mete di vacanza. Tuttavia, a fronte di un numero di presenze tendenzialmente stabile, scendono nel 2009 la spesa pro capite del turista russo e la durata del periodo trascorso all'estero.

Russia Export, da materiali Regnum.ru

Nessun commento: