giovedì 26 novembre 2009

Russia - in calo gli IDE nei primi nove mesi del 2009

Secondo i dati RosStat, il flusso di investimenti diretti esteri da gennaio a settembre 2009 è sceso del 27,8% a/a a 54,7 mld $.

Nel 3° trimestre 2009, la cifra è arrivata a 22,5 mld $, calando del 22,9% a/a (scendendo dal 31,2% a/a a 20,2 mld $ nel 2° trimestre). Allo stesso tempo, l’investimento estero accumulato nell’economia russa a fine settembre ha raggiunto 262,4 mld $, salendo del 4,4% a/a.

La quota più ampia negli investimenti esteri complessivi nel periodo considerato ha inciso su prestiti e crediti di istituzioni internazionali, crediti commerciali (quota del 79,9%, in calo del 20,9% a/a), seguita dagli investimenti diretti (18,2%, scendendo del 48,1% a/a) e investimenti portafoglio (1,9%, -21,4% a/a). I maggiori paesi investitori da gennaio a settembre 2009 sono stati Cipro, Olanda, Regno Unito, Cina, Germania, Svizzera, Giappone e Lussemburgo. Questi Paesi hanno inciso per il 75,1% dell’investimento estero totale e per il 73% degli investimenti diretti accumulati nel periodo riportato.

Degli investimenti esteri registrati complessivamente a fine settembre la quota maggiore è stata nel settore della trasformazione (30% del totale), in quello estrattivo (17%), commercio all’ingrosso e al dettaglio (21% of total) e vendite e affitti immobiliari e servizi correlati (12%). Il flusso di investimenti esteri nel 2008 è sceso del 14,2% a/a a 130,8 mld $ dopo essere quasi raddoppiati in termini annuali rispetto ai 120,9 mld $ del 2007.

Russia Export, da materiali Informest.

Nessun commento: