venerdì 5 febbraio 2010

Al lavoro per costruire la Russia di domani

PER UN DIALOGO CONTINUO CON LE REGIONI RUSSE PIÙ PROMETTENTI - Si è svolta a Mestre la XV Sessione della Task-Force Italo-Russa sui Distretti Industriali e le PMI

Il 10 e 11 dicembre scorso, si sono tenuti a Mestre (Venezia) i lavori della XV Sessione della Task-Force Italo-Russa sui Distretti Industriali e le PMI, una delle più importanti occasioni di collaborazione fra i nostri due Paesi. La delegazione russa presente all’edizione 2009 della Task-Force è stata molto “consistente”: in tutto, oltre 160 delegati provenienti da 24 Regioni della Federazione. Nell’arco dei tavoli di lavoro tematici, i delegati hanno incontrato circa 150 rappresentati italiani.

La Task-Force è stata istituita nel 2002 a seguito del vertice di Sochi, su iniziativa delPresidente del Consiglio Silvio Berlusconi e dell’allora Presidente Vladimir Putin, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo delle PMI in Russia partendo dal modello italiano dei distretti industriali. Da allora, hanno avuto luogo due incontri all’anno, uno in Italia ed uno in Russia: nel 2009, la sessione russa ha coinciso con la missione di sistema del mese di aprile; la sessione italiana si è invece svolta in Veneto, la cui candidatura è stata fortemente voluta dal Governatore della Regione, Giancarlo Galan, il quale si è molto adoperato per la buona riuscita dell’evento. La particolarità delle Task-Force è il grande coinvolgimento a livello regionale, che la rende espressione diretta delle realtà territoriali.

L’idea di fondo è favorire l’instaurazione di un dialogo continuo che supporti la realizzazione di progetti articolati nelle regioni russe più promettenti. Nell’ultima sessione, ha assunto particolare importanza la cooperazione a livello universitario: ha partecipato attivamente, supportato dal la CCIR, anche il Politecnico di Milano. Risultati concreti si sono ottenuti al tavolo di lavoro dedicato agli istituti finanziari, con la chiusura di importanti accordi. Si segnalano, inoltre, i tavoli di lavoro tematici concernenti lenanotecnologie, lameccatronica, la lavorazione del legno, la logistica, l’ambiente e il risparmio energetico.

Proprio quest’ultimo tavolo è stato segnalato dal Ministro per lo Sviluppo Economico Russo, Elvira Nabiullina, come uno dei più interessanti per la collaborazione fra i nostri due Paesi. A queste parole ha fatto seguito l’intervento del Vice Ministro Adolfo Urso, che ha rimarcato quanto i rapporti fra i nostri due Paesi siano sempre più solidi. Per Urso è infatti “evidente che quando ci sarà la ripresa, la Russia sarà tra i primi Paesi a ripartire. L’Italia - ha tenuto a sottolineare il Vice Ministro - è al sesto posto tra i Paesi europei per gli investimenti russi, ma con una tendenza alla crescita. Per questo il nostro impegno è orientato a sostenere sempre più e sempremeglio le nostre imprese - soprattutto di piccole e medie dimensioni - interessate a crescere in questo cruciale mercato”.

Al termine dei lavori, accanto alla ratifica di diversi accordi di collaborazione, è stato definito il programma triennale della Task-Force, che ho siglato insieme ad Alexandr Borisov, in rappresentanza dei rispettivi Ministeri dello Sviluppo Economico.

di Pietro Celi, D.G. per le Politiche di Internazionalizzazione e la Promozione degli Scambi del Ministero dello Sviluppo Economico.

Russia Export, fonte Italplanet.

Nessun commento: