venerdì 18 giugno 2010

Certificati d'origine e doganali nella Federazione Russa

Le operazioni doganali nella Federazione Russa rappresentano spesso un problema per le aziende, soprattutto per la mancanza di un’adeguata trasparenza e conoscenza delle regole doganali generali e tariffarie. I vari certificati richiesti dovrebbero essere presentati correttamente alle autorità doganali. In questo modo si facilita il lavoro dei funzionari e si snellisce l’iter burocratico dello sdoganamento.

Esistono vari tipi di certificati nella Federazione Russa.

Certificato di Origine delle merci

La conferma del paese di origine è importantissimo all’atto dello sdoganamento per il calcolo dei tassi dei dazi doganali all'importazione.

Per la parte che possiamo definire “all’importazione”, il Certificato d’origine (comunemente denominato C.O.) rilasciato dalle Camere di Commercio competenti territorialmente, è riconosciuto e accettato dalle dogane russe come documento determinante ai fini della determinazione dell’origine della merce. In alcuni casi, le Camere di Commercio rilasciano C. O. che indicano un’origine “mista” (Italia - Cina, ovvero Italia - India). E’ nostro consiglio, dividere i due certificati in modo da semplificare il lavoro della dogana e allo stesso tempo semplificare le operazioni di sdoganamento.

Per quanta riguarda i documenti emessi dalla Federazione Russa esistono due tipologie di certificato che determinano l’origine delle merci:

- il modulo "FORM-A" generalmente concesso ai prodotti provenienti o inviati da paesi in via di sviluppo, in accordo con la legge sulla tariffa doganale russa (tale certificato dà il diritto alla riduzione dei dazi all'importazione)
il modulo "ST-1” rilasciato per i beni prodotti nei paesi membri della CSI. I Certificati d’origine, anche in Russia, vengono rilasciati dalla Camera di Commercio dello Stato in cui i manufatti sono prodotti, nel rispetto degli accordi e delle norme internazionali.

Il Certificato di origine anche in Russia non è un documento vincolante ai fini dello sdoganamento. In assenza, lo sdoganamento è ugualmente proponibile, ma competerà al funzionario determinare, ove possibile, l’origine della merce e richiedere la documentazione comprovante l’origine dichiarata.

L’esenzione dei dazi all'importazione sui prodotti senza Certificato d’origine o senza FORM-A non è concedibile.

Certificato di sicurezza delle merci (Gost-Standard)

Tale certificato è fondamentale (là dove previsto dalla legge) e deve essere fornito alle autorità doganali russe all’atto dello sdoganamento delle merci importate. Dallo scorso anno, con circolare interna delle dogane, si è dato al funzionario doganale la possibilità di richiedere l’originale o copia autentica del certificato Gost in visione.

La base giuridica di tale certificato è la Legge Federale "sulla tutela dei diritti dei consumatori russi." In accordo e ottemperanza con tale legge, il comitato doganale della Federazione Russa e l’ente per la standardizzazione tecnica e metrologica di Stato hanno approvato l'elenco dei prodotti che richiedono la certificazione obbligatoria. Tale Certificato (comunemente conosciuto con il nome di Gost Standard) viene rilasciato da enti preposti dopo prove in base alla tipologia di merce per cui è richiesta la certificazione. Il rilascio di tali certificati può avvenire alle seguenti modalità.

Singola consegna

Si intende la volontà dell’azienda esportatrice di fornire una tantum quel macchinario a quella determinata azienda importatrice sino al completo adempimento contrattuale. Per poter usufruire della certificazione per singola consegna o “certificazione a lotto” si devono verificare i seguenti casi:

- l’azienda importatrice dovrà fornire copia della INN equivalente della nostra attestazione di rilascio P. IVA e l’OGRN (una sorta di documento a metà tra la nostra iscrizione alla CCIAA e l’iscrizione al tribunale)
- nel contratto tra azienda e cliente russo redatto in doppia lingua vanno specificate le condizioni, i termini, l’oggetto e gli importi del contratto.

Annuale

Conferisce la possibilità all’azienda, indipendentemente dalla presenza di un importatore/distributore, di vendere i suoi prodotti a indeterminati clienti nell’ambito della Federazione Russa. All’interno del certificato verranno indicati il nome dell’azienda a cui è rilasciata, la descrizione commerciale della merce autorizzata all’import, la classificazione doganale in base alla tariffa doganale russa e il codice HS russo. Per il rilascio di tale certificato possono essere richiesti campioni per analisi e visite ispettive di controllo da parte delle autorità russe o di personale da loro incaricato.

Triennale

Conferisce, come l’annuale, la possibilità all’azienda, indipendentemente dalla presenza di un importatore/distributore, di vendere i suoi prodotti a indeterminati clienti nell’ambito della Federazione Russa. All’interno del certificato verranno indicati il nome dell’azienda a cui è rilasciata, la descrizione commerciale della merce autorizzata all’import, la classificazione doganale in base alla tariffa doganale russa e il codice HS russo.
Per il rilascio di tale certificato possono essere richiesti campioni per analisi e visite ispettive di controllo da parte delle autorità russe o di personale da loro incaricato.
Nel caso della certificazione Gost Triennale si usufruisce generalmente di agevolazioni economiche come rapporto quantità/prezzo rispetto all’annuale.

Certificato di quarantena

Il certificato di quarantena (anche se ultimamente la politica presidenziale è orientata verso l’abolizione almeno parziale dello stesso o almeno ad una armonizzazione nei confronti dei nuovi paesi che formeranno l’Eurasec ) è necessario per confermare l'assenza di malattie diverse in una serie di prodotti di origine vegetale o animale.
Durante l'importazione di tali beni nel territorio della Russia, è obbligatorio il loro controllo in zone denominate di quarantena presso i valichi di frontiera abilitati sotto controllo veterinario e fitosanitario, dopo tale controllo viene poi rilasciato un certificato di quarantena.

Certificato veterinario

Sottoposti agli Organismi di controllo veterinario di Stato sono soggetti a tutti i tipi di animali vivi, prodotti di origine animale e farmaci utilizzati in medicina veterinaria, importate con qualsiasi mezzo di trasporto sul territorio doganale della Federazione Russa nonché della CSI.

Certificato del Grano

L'attività preponderante della certificazione in tale settore è quella atta a confermare la qualità nonché la sicurezza alimentare dei prodotti cereali, mangimi nonché dei componenti per la loro produzione, così come la qualità e la corrispondenza a tali requisiti dei sottoprodotti del grano. Il rilascio dei certificati di qualità e sicurezza di questi prodotti è effettuata da organismi di certificazione e laboratori di prova (centri), accreditati presso il Servizio federale per la Vigilanza veterinaria e fitosanitari.

Certificato di igiene

Attualmente è necessario come base per l'ottenimento di un certificato di sicurezza (Gost). Generalmente vengono redatti degli elenchi per i prodotti e le merci soggette a valutazione igienico-sanitarie.

Sergio Russo Dott. Sergio Russo
Consulente Camera Di Commercio Italo Russa
Settore Dogane e Certificazioni Gost

Nessun commento: