giovedì 30 settembre 2010

Russia, prevista forte crescita per le vendite di diamanti ALROSA

Stando a quanto affermato dalla stessa compagnia, le vendite di diamanti della società russa ALROSA, il monopolio del settore gestito dallo Stato, dovrebbero crescere di circa il 50% a quota 3,3 miliardi di dollari entro la fine del 2010.

Nel 2009, la compagnia ha venduto diamanti per circa 2,187 miliardi di dollari. Nei primi otto mesi del 2010, il valore è già salito a quota 2,6 miliardi di dollari, con stime di settembre pari a 200 milioni di dollari.

Grazie anche a questi risultati, ALROSA spera di ridurre il proprio debito complessivo a 3,2 miliardi di dollari entro la fine del 2010, rispetto ai 3,5 miliardi di dollari della prima metà dell'anno

martedì 28 settembre 2010

Russia - un'indagine dei consumi e dei redditi

L'istituto federale di statistica russo - Rosstat - ha pubblicato i risultati di un'importante studio che ha analizzato la struttura dei reddito e del consumo dei cittadini russi. Il campione rappresentativo è stato di 50 mila intervistati in tutto il territorio della Federazione Russa.

Dalla ricerca emergono due trend: da un lato, la contrazione delle fasce della popolazione in stato di disagio economico, dall'altro lato, la sostenuta crescita dei consumi, anche di beni durevoli e di lusso, da parte della componente economicamente più attiva della popolazione.

Per quanto concerna la struttura dei redditi, va rilevato come nel corso dell'ultimo decennio, il reddito reale dei russi sia cresciuto in misura molto rilevante, aumentando di ben 6,8 volte e arrivando a raggiungere il valore di circa 15.000 rubli. Nello stesso periodo, la percentuale della popolazione al di sotto della soglia di povertà è passata dal 29% del 2000, al 13,1% del 2009, corrispondenti a 18,5 milioni di persone.

La crisi economica del 2009 ha frenato la crescita dei redditi, colpendo di conseguenza anche la fiducia dei consumatori. A partire dal secondo trimestre del 2010 la situazione è in netto miglioramento, tuttavia una famiglia "media" russa continua a destinare il 25% dei redditi disponibili alle spese alimentari - una percentuale superiore rispetto ai valori UE.

Un elemento di primaria importanza, da tenere in considerazione per i numerosi operatori economici italiani presenti in Russia, è costituito dalla formazione una classe agiata, rappresentante circa il 10% della popolazione complessiva russa, che dispone di redditi molto elevati, superiori di decine, se non centinaia di volte, ai valori mediani.

Tale gruppo, che corrisponde, grossomodo, a 12-13 milioni di cittadini, possiede un'elevatissima propensione al consumo, unita alla costante ricerca dell'eccellenza nei prodotti e servizi acquisiti, dal paniere alimentare, all'abbigliamento, alla domanda di servizi turistici ed immobiliari.

Questo ceto rappresenta quindi un target fondamentale per le aziende italiane di tutti i settori produttivi. Per conoscere e sfruttare le opportunità offerte dal mercato russo, RussiaAziende propone servizi commerciali e promozionali dedicati alle imprese italiane, agli operatori del settore turistico, alle agenzie immobiliari e proprietari.

Per ulteriori informazioni, è possibile vistare il portale www.russiaaziende.com, ovvero inviare una comunicazione all'indirizzo di posta elettronica servizi@russiaaziende.com.

Russia Export, da materiali Rosstat.

Russia - programma per lo sviluppo del turismo

Il governo russo ha annunciato l'avvio di un importante programma di sostegno al turismo, che si realizzerà nel prossimo quinquennio. L'obiettivo del programma è ambizioso - aumentare di 10 volte i flussi turistici in entrata nella Federazione Russa, portandoli a 23 milioni di visitatori annui.

Il trend degli ultimi anni da ragione al ministero del Turismo russo - se nel 2009 sono stati 2,1 milioni i visitatori stranieri in Russia, nel primo semestre dell'anno in corso si è registrata una crescita del 17%.

Il programma di sviluppo punterà sulla valorizzazione dell'enorme potenziali naturalistico russo e sui segmenti dedicati, come il turismo giovanile e green. Un fattore di successo, nonché un rilevante strumento di promozione dell'immagine della Federazione Russa nel mondo, sarà rappresentato dalle Olimpiadi invernali di Sochi, programmate per il 2014.

Uno dei bacini più interessanti per il settore leisure in Russia è rappresentato dai turisti europei. La performance in questo segmento dipenderà molto dal eventuali modifiche da apportarsi al regime dei visti, che rende ancora macchinosa l'entrata in Russia per i cittadini UE.

Per gli operatori turistici italiani interessati a conoscere le potenzialità del mercato russo e stabilire contatti con le agenzie e i tour operators locali, RussiaAziende propone servizi dedicati e pacchetti informativi nel settore turistico. Per ulteriori informazioni è possibile inviare una mail all'indirizzo di posta elettronica servizi@russiaaziende.com.

Russia Export, da materiali Moskovski Komsomolets.

lunedì 27 settembre 2010

Russia: promozione moda e accessori con ICE

L'ICE realizza un secondo inserto pubbliredazionale che verrà pubblicato sul numero di febbraio 2011 della rivista Fashion - Edizione Speciale Russia.

L'obiettivo dell’iniziativa è di sostenere, con iniziative di comunicazione, le aziende moda italiane presenti alle più importanti fiere russe, tra cui CPM, Obuv, Consumexpo.

Lo speciale sarà dedicato interamente al mercato russo e sarà in distribuzione anche durante la Fiera CPM. La data di adesione è stata prorogata al 30 settembre 2010.

Per ulteriori dettagli consulta la circolare informativa. Per informazioni: Alessandra Marcucci, tel. 06.5992.9374 - Giada Perrozzi, tel. 06.5992.7883 - Rossana Ciraolo, tel. 06.5992.6098; fax 06.89280900; email: moda.comunicazione@ice.it .

Settori interessati
Articoli di Vestiario; Pellicce
Calzature e Accessori
Cuoio, Articoli da Viaggio, Borse, Calzature, Articoli da Correggiaio e Selleria
Tessili
Vestiario in Pelle
Strumenti Ottici e Attrezzature Fotografiche
Gioielleria e Oreficeria
Profumi e Prodotti per Toiletta

Paesi interessati
RUSSIA

Russia Export, da materiali ICE.

Russia: Olimpiadi Invernali Sochi 2014: mostra settore HORECA

Sono aperte le iscrizioni all’esposizione di prodotti italiani del settore HORECA che sarà allestita nei locali del Desk Italia presso la Camera di Commercio di Sochi. La mostra rimarrà aperta al pubblico da novembre 2010 a febbraio 2011.

L’iniziativa è promossa da Regione Lombardia, insieme ad altre regioni italiane, nell’ambito di un progetto interregionale realizzato in collaborazione con l’ICE.

Dopo la prima mostra dedicata al settore edilizia (materiali, attrezzature e macchine), questo seconda mostra autonoma si rivolge alle aziende del settore HORECA:

Forniture per hotel
Attrezzature, impianti e accessori per la ristorazione professionale
Attrezzature, arredamenti e servizi per centri benessere e fitness in hotel
Attrezzature, arredamenti, accessori e macchine per bar, gelateria e pasticceria
Attrezzature e accessori per la pulizia e l’igiene
Tecnologia e servizi.

A visitare la mostra saranno invitati operatori, importatori, costruttori, developer, manager di alberghi, architetti, interior designer coinvolti nella realizzazione delle infrastrutture ricettive e sportive previste per le Olimpiadi.

Servizi offerti e costi di partecipazione

La quota di partecipazione - pari a € 500,00 (IVA esente) - comprende:

- trasporto e sdoganamento dei campionari dal punto di raccolta in Italia alla sede della mostra
- allestimento della mostra e posizionamento dei campionari
- illuminazione, pulizia, vigilanza, assicurazione incendio/furto del campionario esposto
- realizzazione di un catalogo che sarà distribuito ai visitatori della mostra
- ricerca dei visitatori e attività di comunicazione e promozione.

La superficie espositiva a disposizione di ogni azienda sarà di circa 1,5 mq. (2 metri di altezza).

Per partecipare alle selezioni, entro il 30 settembre invia quanto specificato nelle modalità di partecipazione.


Informazioni:
Promos - CCIAA Milano
Leonora Barbiani
Tel. 02 8515.5270

Russia Export, da materiali MercatoGlobale.

domenica 26 settembre 2010

Ucraina - conoscere il mercato per esportare bene

Il gruppo EuroconnectionService, da anni presente in Ucraina con sede ad Odessa, e specializzato nella fornitura di servizi commerciali per le aziende italiane interessate al mercato ucraino, organizza un'importante iniziativa di incontro per presentare le opportunità di questo grande paese e proporsi a nuovi clienti.

Corso pratico per conoscere il mercato ucraino e acquisire tutte le informazioni su come operare per vendere in Ucraina e Russia nel 2011.

Il corso è rivolto a tutte le aziende di qualsiasi settore che vogliono espandersi in Ucraina e Russia, approfittando dell’attuale richiesta dei compratori. L’obbiettivo è di acquisire nuovi clienti ed incrementare il proprio fatturato. Saranno dati suggerimenti sui prodotti richiesti, metodi su come iniziare la vendita e sarà data l’opportunità di partecipare a fiere o workshop con la Euroconnectionservice. Il corso sarà organizzato con il seguente calendario:

MILANO: 11 ottobre 2010 Hotel Le Moran Viale Europa, 90, Cusago, Milano.

BOLOGNA: 12 ottobre 2010 Eurogarden Hotel Via Dei Billi 2/A 40064 Bologna sud.

ROMA: 14 ottobre 2010 Hotel Aris Garden - Via Aristofane 101 - 00125 Roma.

Il costo di partecipazione è pari a € 250,00 a persona.



Per ulteriori informazioni, contattare:

Dott. Lombardo, info@euroconnectionservice.com , Tel. 333-9629575, Fax 02 47951466

giovedì 23 settembre 2010

Russia - Costa Azzurra: riparte il treno di lusso

La società delle ferrovie russe, RZD, ha annunciato il lancio di un nuovo collegamento diretto tra Mosca e Nizza, Costa Azzurra.

Il treno si propone come un erede del lussuoso espresso che collegava l'allora capitale dell'Impero Russo, San Pietroburgo, con Nizza prima della rivoluzione d'Ottobre del 1917. Durante le 50 ore di viaggio, i passeggeri attraverseranno la Bielorussia, la Polonia, la Cechia, l'Austria, l'Italia e la Francia. Il costo del biglietto di sola andata sarà pari a 306 euro per la seconda classe, per arrivare agli oltre 1000 euro della classe premium.

Negli ultimi anni si è assistito a un forte sviluppo dei collegamenti tra la Russia e l'Europa, favorito dalla crescita del turismo e da un sempre maggior numero di cittadini russi che investono in progetti immobiliari, soprattutto nella Francia meridionale, in Spagna e in Italia.

Russia Export, da materiali BBC.

martedì 21 settembre 2010

Russia - workshop dedicato ai vini siciliani

L'ICE, nell’ambito della Convenzione con la Regione Siciliana 2008 ed in collaborazione con L'Assessorato Regionale delle Risorse Agricole, organizza un workshop dedicato ai vini siciliani con importatori, distributori e operatori economici della filiera vino. Il progetto prevede la realizzazione di tre eventi in Russia: San Pietroburgo il 12 ottobre, Mosca il 13 ottobre e Sochi il 15 ottobre 2010, della durata di un giorno, a cui parteciperanno importatori e rappresentanti dei canali Ho.Re.Ca. L’obiettivo è quello di comunicare l'immagine della Sicilia nelle suddette città mettendo in luce il vino siciliano e le aziende che lo producono, oltre che di favorire l'individuazione di potenziali importatori. Il bando di partecipazione può essere scaricato all'indirizzo web dell'Assessorato.

Per ulteriori informazioni: ICE Palermo, tel. 091.7491127, fax 091.6090873, email: palermo@ice.it.

Russia Export, da materiali ICE.

RussiaExport e RussiaAziende propongono la nuova, aggiornata guida al mercato del vino in Russia. Lo strumento, proposto a tutti gli operatori vitivinicoli italiani interessati ad esportare in Russia, contiene importanti novità riguardanti:

- le prospettive del mercato del vino in Russia nel medio e lungo periodo
- gli effetti della crisi del 2009 sulla domanda
- la situazione del vino italiano in Russia
- la nuova documentazione per gli importatori
- le novità nell'ambito della certificazione dopo l'abolizione dei certificati GOST obbligatori
- l'elenco aggiornato dei distributori del vino in Russia.

La ricerca riprende, integrandole con le novità introdotte negli ultimi sei mesi, lo studio del 2008 - "Il mercato del vino in Russia", già nostro bestseller. La pubblicazione è disponibile su prenotazione, al costo di 160,00 € + IVA. Per ulteriori informazioni e per la prenotazione scrivete al nostro indirizzo di posta elettronica.

Oltre alle ricerche di mercato, "Russia Export" e "Russia Aziende", propongono agli operatori del vino italiani strumenti commerciali dedicati alla Russia e all'Ucraina:

- Liste di importatori e distributori
- Presentazione prodotto in russo
- Gestione della comunicazione

Per ulteriori informazioni, potete vistare il sito RussiaAziende.com, o scrivere al nostro indirizzo di posta elettronica.

Russia Export.

sabato 18 settembre 2010

Russia - il mercato dei prodotti chimici consumer

Quello dei prodotti chimici consumer in Russia rappresenta uno dei mercati più interessanti per i produttori internazionali.


Nonostante una leggere flessione dei volumi nel corso del 2009 (-2%), le prospettive di crescita nel medio e lungo termine sono ottime in tutti i segmenti dell'offerta, dai detergenti per la casa, a quelli per l'automobile, per il vestiario, per le calzature ecc.

Il mercato russo è tradizionalmente dominato dai prodotti liquidi per il lavaggio (84%), mentre i prodotti pulenti solidi o viscosi rappresentano il 16% del settore. Per i produttori italiani interessati a conoscere le possibilità concrete del mercato russo e proporre il proprio assortimento agli operatori locali (distributori, catene commerciali, fornitori di materiali per la pulizia ecc.), RussiaAziende propone strumenti commerciali dedicati.

Per ulteriori informazioni relative al mercato dei prodotti chimici in Russia, ovvero al mercato della cosmesi e profumeria (anche questo in forte crescita) è possibile inviare una richiesta all'indirizzo di posta elettronica servizi@russiaaziende.com.

Russia Export, da materiali RBC.

venerdì 17 settembre 2010

Russia - grandi lavori per i Giochi olimpici di Sochi

(ICE) - ROMA, 14 SET - Il gruppo di dragaggio belga DEME ha firmato un contratto per i giochi olimpici invernali del 2014 a Sochi sul Mar Nero.

Si tratta del dragaggio di 8 milioni di metri cubi di sabbia nel Mar Nero. La sabbia dovrà successivamente essere sparsa su una superficie di 412 ettari per ottenere una bonifica di mare. L’obiettivo é quello di costruire un villaggio olimpico ad 2,5 metri sopra il livello del mare.

Da notare che la società demaniale Olympstroy, responsabile dello sviluppo e dei lavori dei giochi a Sochi, risulta il committente del medesimo contratto. Infine, il valore totale del contratto ammonta a 105 milioni di Euro, mentre i lavori dovrebbero essere completati entro i 14 mesi.

Russia Export, da materiali ICE (ICE BRUXELLES).

Polonia - cresce il mercato del vino

Corre il mercato del vino in Polonia, con il valore del relativo fatturato nel primo semestre 2010 cresciuto del 7%. Si stima che alla fine del 2010 il valore delle vendite di vino raggiungerà circa 750 milioni di euro.

Interessanti i dati sui consumatori, che segnalano un aumento di quelli tra i 20 e i 30 anni, il che lascia presagire un incremento notevole nei prossimi anni del consumo pro capite, attualmente pari a 3,5 litri, molto inferiore a quello dei Paesi con tradizione di consumo del vino. Si prevede che nei prossimi anni aumenterà maggiormente il consumo dei vini da tavola.

La Francia è il primo Paese fornitore di vini in Polonia, l’Italia è al terzo posto, dopo gli Stati Uniti.

Russia Export, da materiali PMI Export Focus.

Il mercato polacco è indubbiamente uno dei più interessanti tra i paesi "prossimi" all'Italia, al pari di quello ucraino e quello russo.

Per i produttori di vino italiani interessati ad entrare nei mercati russo, o ucraino RussiaAziende propone strumenti commerciali e promozionali dedicati, come ricerche di mercato e liste contatti degli importatori russi del vino.

Per ulteriori informazioni, è possibile consultare l'estratto della nota settoriale "Il mercato del vino in Russia", o scrivere all'indirizzo di posta elettronica servizi@russiaaziende.com.

giovedì 16 settembre 2010

Russia macchinari: a Mosca la fiera Lesdrevmash

L'Istituto nazionale per il Commercio Estero (ICE), organizza una collettiva di 36 aziende su una superficie di 1452,50 mq. alla fiera Mosca "Lesdrevmash 2010".

La fiera internazionale Lesdrevmash, a cadenza biennale, giunta alla sua tredicesima edizione, è una delle due maggiori fiere sul mercato russo e di riflesso per l'intera CSI, con ricadute su tutta l'Europa Centro Orientale per il settore prodotti del legno, macchinari ed attrezzature per la sua lavorazione.

La manifestazione fieristica avrà luogo presso l'Expocenter di Mosca, dal 27 settembre al 2 ottobre.

Russia Export, da materiali ICE.

Russia: boom dell'ecommerce

Il commercio via internet in Russia sta attraversando una fase di fortissima espansione.

Recuperando un certo ritardo rispetto alle economie USA e UE in questo settore, l'ecommerce russo è cresciuto del 135% nel 2008 e di ben 273% nel 2009, non risentendo in minima parte del generale rallentamento dell'economia.

Un autentico boom quindi, che interessa tutti i comparti degli scambi, dal B2C al B2B, alle commesse pubbliche, sempre più spesso perfezionate attraverso piattaforme elettroniche dedicate.

L'informatizzazione dei processi gestionali porta a una crescita di efficienza pari al 15-35%, riducendo i costi e i tempi operativi. Le previsioni di crescita dell'ecommerce russo rimangono a tre cifre anche nel medio e lungo periodo.

Lo sviluppo del settore apre nuove prospettive alle aziende italiane che desiderano entrare nel mercato russo, sia attraverso la partecipazone ai tender e commesse pubbliche, sia con le forniture B2B, sia attraverso strumenti di approccio diretto al cliente finale come negozi on line, portali di aste ecc., anche nell'ottica di una progressiva semplificazione delle procedure doganali e amministrative.

Per approfondire le opportunità offerte dal settore del commercio elettronico in Russia, conoscere le piattaforme informatiche più importanti ovvero valutare le possibilità di avviare un'attività commerciale diretta verso la Russia, potete inviare una richiesta di informazioni all'indirizzo servizi@russiaaziende.com, ovvero visitare il portale www.russiaaziende.com.

Russia Export, da materiali RBC.

mercoledì 15 settembre 2010

Uzbekistan e Turkmenistan - missione commerciale comparto macchine tessili

L'ICE, in collaborazione con l’Associazione di categoria ACIMIT, organizza una Missione istituzionale del settore meccanotessile italiano che si terrà a Tashkent e Ashgabat dall'11 al 15 ottobre 2010.

L'evento mira a rafforzare la collaborazione commerciale tra l’Italia e i due paesi dell’Asia centrale coinvolti, attraverso l’approfondimento dei contatti con le istituzioni locali del settore e la creazione di un contesto favorevole per gli incontri tra le aziende italiane e quelle turkmene ed uzbeke.

Per ulteriori dettagli consulta la circolare informativa. Per informazioni: Natascia Roselli, tel. 06.5992.9557 - Ermanno Sperduti, tel. 06.5992.9834; fax 06.89280337; email: macc.tessili@ice.it.

Russia Export, da materiali ICE.

Investimenti russi nell'economia UE

Gli investimenti russi nelle economie avanzate di paesi UE sono in lenta, ma costante crescita. L'ultimo grande affare è rappresentato dall'acquisto, da parte del miliardario russo Alexey Mordashev, del 7% di TUI, il principale tour operator europeo. Mordashev, che controlla già il 18% di TUI, vuole aumentare la propria presenza sul mercato turistico internazionale anche per potenziare l'offerta turistica in Russia, sia nei flussi di entrata che di uscita.

Ma l'avanzata dei finanziatori russi non si limita al settore turistico - lo testimoniano i numerosi accordi in comparti quali chimico, farmaceutico, informatico, della raffinazione.

Il mercato più gradito agli investitori russi rimane quello tedesco, anche e soprattutto per l'esistenza di una stretta maglia di rapporti economici tra la Germania e la Russia, creatasi a partire dagli anni '90. E', tuttavia, lecito supporre che flussi di investimenti sempre più consistenti si dirigeranno anche verso l'Italia, già uno dei principali partner commerciali di Mosca.

I settori dell'economia italiana più interessanti per gli investitori russi sono senz'altro quello immobiliare e turistico, seguiti dal comparto del mobile e dell'abbigliamento. Per approfondire le possibilità di collaborazione commerciale con potenziali investitori russi visitate il portale www.russiaaziende.com.

Russia Export, da materiali InoSmi.

martedì 14 settembre 2010

Forum economico Italia - Turkmenistan

Si tiene ad Ashgabat in Turkmenistan dal 14 al 15 settembre il "Forum Economico Italia - Turkmenistan". Il Forum vede la partecipazione di 41 operatori in rappresentanza di 26 imprese italiane e del Vice Ministro allo Sviluppo Economico On. Adolfo Urso (che fa anche tappa a Dushanbe in Tagikistan per un breve incontro con le istituzioni locali).

Organizzato dall'ICE in collaborazione con le autorità locali, il Ministero dello Sviluppo Economico e l'Ambasciata Italiana a Mosca, il forum si propone di fornire nuove opportunità commerciali per le imprese italiane in Asia centrale nei settori dell'energia e dell'edilizia, sviluppare forme di collaborazione economica e rafforzare i contatti già avviati nei precedenti incontri.

L'iniziativa nasce infatti come logica prosecuzione delle attività già realizzate dall'ICE verso il mercato turkmeno: dalla missione di scouting svoltasi a settembre 2009 ad Ashgabat, al Business Forum tenutosi a Roma nel novembre 2009 per la visita del Presidente della Repubblica del Turkmenistan in Italia, alla recente presenza ICE alla fiera "Turkmen Construction 2010" (20-22 agosto) nell'ambito delle iniziative previste dall'Intesa Operativa ICE/MISE/ANCE.

Articolato il programma delle due giornate che prevedono: interventi di rappresentanti istituzionali, presentazione di progetti e opportunità di collaborazione, illustrazione degli strumenti a sostegno dell'internazionalizzazione per le imprese italiane, fino agli incontri bilaterali con le imprese e organismi locali ed alle visite presso stabilimenti e siti produttivi.

Situato tra l'Afghanistan, l'Iran, il Kazakhstan e l'Uzbekistan, il paese è uno dei maggiori produttori al mondo di gas naturale e petrolio ed intende procedere ad un importante piano di rinnovamento nei settori energetico, ferroviario ed urbanistico. In particolare l'edilizia è un industria che sta avendo una rapida crescita nel paese, a seguito dei vasti progetti di sviluppo contenuti dal programma lanciato nel 2007, che richiedono una moderna ed avanzata tecnologia per creare - da qui al 2020 - una serie di infrastrutture che presenta vaste opportunità di cooperazione; la stessa capitale Ashgabat è stata ampiamente rinnovata negli ultimi tempi, mentre sono in fase di lancio ambiziosi progetti di sviluppo delle strutture turistiche sulla costa del mar Caspio, come ad esempio nella zona turistica di Awaza.

La visita ufficiale si conclude martedì 14 settembre con la firma di un accordo di collaborazione italo-turkmeno.

Russia Export, da materiali ICE.

In argomento è possibile consultare anche i seguenti articoli:

lunedì 13 settembre 2010

In Romania, Lettonia e Slovacchia aggravio fiscale più basso nell’UE

Secondo dati Eurostat relativi alla tassazione di stipendi e redditi nel 2008, il peso fiscale rispetto al PIL più basso nell’UE è risultato, nell’ordine, quello di Romania, Lettonia e Slovacchia.

Le cifre riportate da Eurostat circa l’aggravio fiscale per il 2008, in percentuale del PIL, erano: 28% in Romania, 28,9% in Lettonia, 29,1% in Slovacchia.

Oltre alla contenuta pressione fiscale, i nuovi Stati membri UE spesso offrono regimi agevolati e facilitazioni per le nuove imprese, come ad esempio, in Lettonia.

Inoltre, tali paesi sono maggiori beneficiari del sistema di contributi europei per il periodo 2007-2013 e oltre.

Russia Export, da materiali PMI Exportfocus.

Russia - migliora il rating finanziario

L'agenzia internazionale Fitch ha migliorato il rating finanziario a lungo termine della Russia, da "Stabile" a "Positivo".

Il rating a breve termine è stato confermato a livello "F3", con tetto di rating paese a BBB+, in miglioramento dall'inizio dell'anno.

L'economia russa ha dimostrato una convincente dinamica positiva nel periodo post-crisi, con la ripresa della produzione e dei consumi. La crescita su base annua dovrebbe rappresentare il 4-5%, nonostante i severi danni all'economia provocati dall'ondata di incendi di questa estate.

Russia Export, da materiali BBC.

sabato 11 settembre 2010

Treni più moderni per le ferrovie russe

La società RZD, gestore delle ferrovie russe, ha annunciato un programma di ammodernamento dei propri collegamenti nel breve e medio periodo.

Le novità più importanti sono rappresentate dall'introduzione di nuove carrozze a due piani per le destinazioni turistiche di massa sul Mar Nero, anche in prospettiva dei Giochi Olimpici di Sochi 2014, e dalla creazione di un collegamento rapido tra le città di Ekaterinburg e Perm.

La tratta collegherà due delle città più importanti e produttive degli Urali, riducendo la percorrenza a un'ora di viaggio, e si inserisce nel più ampio progetto di creazione di una linea ferroviaria veloce Mosca - Nizhni Novgorod - Kazan - Ekaterinburg.

Al giorno d'oggi, in Russia operano due treni ad alta velocità - il Sapsan, che collega Mosca a San Pietroburgo, e il suo analogo, operante sulla tratta Mosca - Nizhni Novgorod.

Russia Export, da materiali Yandex.

venerdì 10 settembre 2010

Russia - nuovo boom sul mercato dell'auto

Nel mese di agosto, il mercato dell'auto in Russia cresce del 51%, grazie al programma degli incentivi statali e a una sempre maggiore fiducia dei consumatori.

Nei primi otto mesi del 2010 la crescita è pari al14%, per un totale di oltre 1 milione e 130 mila nuove vetture immatricolate.

La leadership di mercato è mantenuta dal produttore nazionale Lada-Autovaz, seguita dalla coreana Kia Motors e dalla giapponese Toyota. Il gruppo Fiat, nonostante i recenti investimenti in Russia, non rientra ancora nella top ten dei leader di mercato.

Russia Export, da materiali Autostat.

Russia - l'economia cresce meglio delle previsioni

L'Istituto di statistica della Federazione Russa (Rosstat), ha rivisto al rialzo le stime di crescita economica per l'anno in corso.

Secondo i nuovi dati a disposizione degli analisti, nel primo trimestre del 2010, l'economia russa è cresciuta del 3,1%, mentre nel secondo trimestre la crescita è stata pari al 5,2%. Nel primo semestre del 2010 il PIL russo (a prezzi correnti) è stato pari a 20.732 miliardi di rubli, con una crescita del 4,2% su base annua.

L'economia russa si sta quindi riprendendo più velocemente del previsto dagli effetti della crisi economica internazionale che, nel 2009, aveva condotto a una contrazione del 7,9% del PIl, con pesanti ripercussioni in tutti i settori, dall'edilizia, al sistema bancario, agli scambi con l'estero.

La sostenuta ripresa della Russia costituisce un fattore rilevante anche per l'economia italiana, per la quale Mosca rappresenta uno dei partner commerciali più importanti.

Russia Export, da materiali VZ.ru.

giovedì 9 settembre 2010

ICE e Federbio alla XIX° WORLD FOOD 2010 MOSCOW

(ICE) - ROMA, 07 SET - La Fiera World Food costituisce uno dei principali eventi del settore agroalimentare in Russia. L'appuntamento annuale, dal 1992, rappresenta la più grande esposizione autunnale di questo settore nel mercato russo.
Da quattro anni la manifestazione si è specializzata anche nell`ortofrutta e nel fresco. L’edizione 2009 della fiera ha fatto registrare oltre 1.100 espositori provenienti da 55 paesi ed è stata visitata da circa 54.000 persone.

Per l’edizione 2010 l’Istituto per il Commercio Estero, in collaborazione con la Federazione Italiana Agricoltura Biologica e Biodinamica (FederBio), organizza la partecipazione italiana presso il Padiglione 2, hall 2 su una superficie complessiva di 100 mq con la presenza di 14 aziende tra espositrici e coespositrici.

La sera del 14 settembre ICE organizza per Federbio una cena di presentazione del biologico italiano, presso il ristorante Osteria Montiroli, destinata ai maggiori operatori russi del settore.
L’ICE ha previsto per il 15 settembre alle 10.00 l`organizzazione di un seminario, per Federbio, dedicato alla promozione dei prodotti biologici in Russia. Esso prevede un incontro con gli operatori della stampa specializzata, giornalisti del settore food, opinion maker e esperti del settore biologico.

Nel 2009 il solo mercato russo della frutta d'importazione era valutato 4 milioni di tonnellate, per un valore di 2 miliardi di euro.

L'Italia esporta in Russia circa 100.000 tonnellate di ortofrutta per un valore di oltre 70 milioni di euro. I quantitativi hanno subito negli ultimi anni incrementi costanti anche se la crisi economica globale ha leggermente cambiato questa tendenza.

Il mercato russo rappresenta comunque ottime prospettive, pur essendo poco sviluppato rispetto ai livelli europei: il suo potenziale di sviluppo e` infatti ancora alto e ci sono buone possibilita` per offrire nuovi prodotti ai consumatori russi. Sotto questo aspetto l`Italia essendo uno dei leader del settore, ha ampi spazi per soddisfare le richieste del mercato ortofrutticolo russo che tende a aumentare notevolmente col tempo.

Russia Export, da materiali ICE (ICE MOSCA).

Per le aziende italiane del comparto agroalimentare, vitivinicolo e ortofrutticolo interessate ad esportare verso il mercato russo, RussiaAziende propone servizi commerciali per selezionare potenziali partner sul territorio e promuovere i propri prodotti:

Moldavia - dal 1 luglio in vigore il carnet ATA

Dal 1 luglio la Camera di Commercio e Industria della Repubblica Moldova (CCI), ha messo in circolazione i Carnet ATA per l'importazione temporanea della merce.

Il Direttore del dipartimento economico della CCI moldava, Sergiu Harea, ha detto che la CCI è diventata la 67° organizzazione garante, membro della catena internazionale di garanzia WCF/ATA. "Finora non è stato stabilito il prezzo dei Carnet ATA, ma potrebbero oscillare tra i 50 e 100USD. Tutto dipende dal costo della merce e dal paese di destinazione", ha detto Harea. Secondo lui, i Carnet ATA contribuiscono a semplificare le procedure doganali ed elimina l'obbligo di pagamento di alcuni dazi doganali.

Harea ha poi aggiunto: "Questo è un documento speciale per tutti coloro i quali partecipano alle fiere internazionali, conferenze ed altri eventi simili." Il Capo direzione degli esperti della CCI moldava, Nicolae Gaibu, ha menzionato che tra i vantaggi dei Carnet ATA c'è la riduzione dei costi di sdoganamento, la semplificazione delle procedure doganali e la presentazione di un unico documento che sostituirà le dichiarazioni doganali nazionali per lo sdoganamento di alcuni categorie di merci. Secondo lui, un altro vantaggio è l'esenzione dell'obbligo di pagamento di alcuni garanzie finanziarie addizionali di transito o per l'importazione temporanea, come anche l'utilizzo dello stesso documento unico, per lo svolgimento di più viaggi in un intervallo di 12 mesi, la visita di più paesi nel corso di un viaggio.

La Repubblica Moldova ha aderito alla Convenzione relativa all'ammissione temporanea, adottata a Istanbul il 26 giugno 1990. Tra le merci oggetto di ammissione temporanea con i Carnet ATA e l'esportazione temporanea in / dalla Moldavia sono: campioni commerciali (oggetti preziosi, articoli, campioni di riferimento); merce per la presentazione o l'uso in esposizioni internazionali, fiere, conferenze e presso eventi simili; attrezzature professionali (computer, apparecchi televisivi e per la radiodiffusione, strumenti musicali, ecc.).

Russia Export, da materiali Camera di Commercio e Industria Moldavia Italia.

mercoledì 8 settembre 2010

Mosca: fiera del franchising

Dal 21 al 23 settembre, si svolgerà presso l'Expocenter di Mosca l'appuntamento Buybrand 2010. La manifestazione fieristica rappresenta il più importante evento del settor franchising, non solo per la Russia, ma anche per tutta l'area dell'Est Europa.

Nel corso della fiera saranno organizzati inconri B2B e workshop in tutti i settori della distribuzione e commercio, dalla GDo alimentare, al settore tessile e moda, alla ristorazione e catering, franchising industriale e licensig.

Russia Export, da materiali BuyBrand.

Incontri d’affari a Mosca

Promos organizza una missione multisettoriale a Mosca dal 14 al 16 novembre. Contributo economico per le Pmi lombarde: voucher di euro 2.000.

L’obiettivo è quello di favorire la ricerca di nuove opportunità di business, attraverso l’organizzazione di incontri d’affari e visite ad aziende locali individuate sulla base delle specifiche esigenze di ciascuna impresa partecipante.

La quota di partecipazione - pari a € 2.400,00 + IVA - comprende:

* Ricerca e selezione delle controparti locali
* Organizzazione degli incontri d’affari
* Assistenza per visite a imprese locali (interpretariato e trasporti)
* Assistenza di personale Promos durante la missione.

Contributo voucher: L’iniziativa rientra tra quelle selezionate da Regione Lombardia e sistema camerale lombardo ai fini del bando “Voucher per la partecipazione a missioni economiche all'estero 2010”.

Le Pmi lombarde possono richiedere i voucher del valore netto di euro 2.000 presentando domanda on line. I voucher verranno assegnati al raggiungimento di 5 imprese lombarde partecipanti e verranno erogati in "modalità rimborso" al termine dell’iniziativa, dietro presentazione della fattura quietanzata, dalla Camera di Commercio di competenza.

Pacchetto facoltativo volo + hotel: Promos offre anche la possibilità di acquistare un pacchetto logistico così composto: hotel categoria superiore e voli in classe economica + transfer da/per aeroporto. Costo: € 1.300,00 + IVA = € 1.560,00.

Per partecipare, invia la scheda di adesione entro il 30 settembre tramite fax (al n. 02 8515.5227 - 5394).

Informazioni:
Promos - Camera di Commercio di Milano
Giorgio Colombo
Tel. 02 8515.5215
Fax 02 8515.5227-5394
colombo.giorgio@mi.camcom.it

Russia Export, da materiali Mercato Globale.

martedì 7 settembre 2010

Multisettoriale in Bielorussia

Dal 21 al 24 novembre incontri d’affari e visite aziendali a Minsk, capitale della Bielorussia, per promuovere la ricerca di nuove opportunità di business. Le Pmi lombarde che partecipano alla missione organizzata da Promos possono ottenere un contributo economico (voucher) di euro 2.000.

La quota di partecipazione - pari a € 2.300,00 + IVA - comprende:

* Ricerca e selezione delle controparti locali
* Organizzazione degli incontri d’affari
* Assistenza per visite a imprese locali (interpretariato e trasporti)
* Assistenza di personale Promos durante la missione.

L’iniziativa rientra tra quelle selezionate da Regione Lombardia e sistema camerale lombardo ai fini del bando “Voucher per la partecipazione a missioni economiche all'estero 2010”. Le Pmi lombarde possono richiedere i voucher del valore netto di euro 2.000 presentando domanda on line.

I voucher verranno assegnati al raggiungimento di 5 imprese lombarde partecipanti e verranno erogati in "modalità rimborso" al termine dell’iniziativa, dietro presentazione della fattura quietanzata, dalla Camera di Commercio di competenza.

Pacchetto facoltativo volo + hotel: Promos offre anche la possibilità di acquistare un pacchetto logistico così composto: hotel categoria superiore, voli di linea in classe economica, transfer da/per aeroporto, visto. Costo: € 1.300,00 + IVA.

Per partecipare, invia entro il 30 settembre tramite fax (al n. 02 8515.5227-5394):

* la scheda di adesione
* il company profile con l’indicazione delle richieste per la selezione delle controparti locali.

Informazioni:
Promos - Camera di Commercio di Milano
Leonora Barbiani
Tel. 02 8515.5270
Fax 02 8515.5227-5394
barbiani.leonora@mi.camcom.it

Russia Export, da materiali Mercato Globale.

Moldavia - 90 milioni di dollari dal Fondo Monetario Internazionale

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha annunciato di aver sbloccato 90 milioni di dollari, riconducibili al prestito di 500 milioni di dollari concesso a gennaio alla Moldova per superare gli effetti della grave crisi economica che affligge il Paese.

Come previsto dall’accordo, la Moldova ha ricevuto una prima quota di 93 milioni di dollari, dopodiché ”le autorità hanno compiuto incoraggianti progressi per raggiungere la stabilità economica e il recupero dello sviluppo” ha rilevato Naoyuki Shinohara, vice direttore del FMI, in un comunicato stampa.

L´FMI ha raccomandato alla Moldova di proseguire la politica di riduzione della spesa pubblica e del numero dei dipendenti nel settore pubblico. Durante la missione del maggio scorso, l´FMI ha dichiarato che secondo le ultime stime la Moldova registrerà una crescita del 2,5% nel 2010.

Russia Export, da materiali Assocamereestero

lunedì 6 settembre 2010

Sberbank - leader tra le banche russe

Il sistema bancario russo esce dalla crisi. Nel primo semestre del 2010, la disponibilità contabile dei principali 500 istituti di credito russi cresce dell'8,5%, superando il valore di 28 mila miliardi di rubli.

La Sberbank rimane il leader indiscusso del mercato, con una disponibilità prossima a 7,9 mila miliardi di rubli. Al secondo posto si collova VTB (Vneshtorgbank) con 2,6 mila miliardi.

Russia Export, da materiali RBC.





Ucraina - semplificato l'accesso agli appalti pubblici

Il governo ucraino ha disposto la creazione di un portale internet destinato a contenere tutte le informazioni e gli aggiornamenti sugli appalti pubblici nazionali.

Il sistema informativo, denominato "Ukrainian Public Procurements" costituirà un market place trasparente e efficiente, ove far incontrare la domanda e l'offerta di settore. Il servizio è aperto anche agli operatori esteri.

Grazie a cospicui finanziamenti e contributi internazionali percepiti nel corso degli ultimi mesi, e destinati all'investimento nelle infrastrutture di base, l'Ucraina rappresenta oggi un mercato molto interessante per le imprese del settore edilizio, costruzioni, ingegneria ecc.

Russia Export

venerdì 3 settembre 2010

Buone possibilità di carriera per gli stranieri in Russia

La Russia si conferma come la destinazione più remunerativa per i lavoratori stranieri specializzati. I settori che offrono i trattamenti economici più interessanti sono quello bancario e della consulenza manageriale.

Oltre un terzo dei lavoratori qualificati stranieri che operano in Russia dispone di uno stipendio annuo superiore ai 250 mila dollari. Le imprese russe restano disposte a investire negli specialisti occidentali, in grado di apportare un bagaglio di know-how indispensabile per acquisire competitività a livello internazionale.

Gli stranieri continuano ad essere concentrati a Mosca e San Pietroburgo, ma la loro presenza è in aumento anche nelle altre grandi città della Russia, come Ekaterinburg e Novosibirsk. Notevole è la quota di lavoratori italiani, presenti soprattutto nel settore HoReCa, fashion e banking, e attratti dalla possibilità di costruire risparmi anche significativi in pochi anni di lavoro, vivendo in ambiente stimolante e dinamico.

Per i professionisti, i laureati e gli specialisti interessati ad avviare un percorso lavorativo in Russia, RussiaAziende.com propone selezioni di head hunters e agenzie di lavoro russi cui proporre la propria candidatura. Per ulteriori informazioni è possibile inviare una mail a: servizi@russiaaziende.com.

Russia Export, da materiali BBC.

Pininfarina entra nel mercato auto russo

Pininfarina SPA, la carrozzeria di Torino, una delle più rinomate a livello internazionale, ha confermato il proprio interesse ad entrare nel mercato automobilistico russo.

La società italiana sta valutando una collaborazione con la ZIL di Mosca, storico produttore di limousine e vetture di lusso sovietico, per la creazione di un mezzo di alta rappresentanza "Made in Russia".

Un accordo industriale è ipotizzabile anche con la AvtoVaz, per la cessione alla società italiana del marchio "Niva", uno dei successi più longevi dell'automotive russo.

Russia Export, da materiali RiaNovosti.

giovedì 2 settembre 2010

Russia - giornata della moda italiana in Siberia

ICE - ROMA, 02 SET - Grande attesa per la Giornata italiana della Moda in Siberia organizzata, da ICE e SMI – Sistema Moda Italia che si terra’ il 2 settembre a Novosibirsk presso il ristorante “La Maison”, uno dei piu’ noti della citta’.

La manifestazione prendera’ avvio con una sfilata che vede sulla passerella le creazioni per donna di Marly’s e Kathleen Madden e per i bimbi di Ferrari Junior Collection e Scervino Street Girls e proseguira’ con un gala dinner a cui sono stati invitati i piu’ importanti nomi del mondo politico, commerciale e culturale locale, tra i quali il Vice Governatore della Regione Alexsey Borisovich Khomilyansky e il Direttore del Comitato Rapporti internazionali della Regione Dmitry Vladimirovich Mikitchenko.

La Giornata italiana della Moda in Siberia fa parte del Progetto che vede coinvolti SMI con il supporto degli Uffici ICE di Mosca e Novosibirsk, iniziato a settembre 2009 con la prima missione commerciale di 7 aziende e proseguita a febbraio 2010 con un numero incrementato a 13 aziende, nato con la ferma intenzione di mettere in condizione le aziende italiane del settore moda e abbigliamento, interessate a internazionalizzarsi, a cogliere le crescenti opportunita’ e prospettive che le regioni della Russia possono offrire, tra queste sicuramente la Siberia.

A sostegno dell’iniziativa e’ stata realizzata un campagna di comunicazione che ha coinvolto sia pubblicazioni lifestyle e glamour a tiratura nazionale che radio e televisioni nonche’ riviste locali, a grande audience nella regione di Novosibirsk.

La pattuglia italiana si spostera’ successivamente a Mosca dal momento che dal 6 al 9 settembre si tiene la Fiera CPM Collection Première Moscow, il più importante appuntamento fieristico in Russia per quanto riguarda il settore dell’abbigliamento. Anche per questa edizione sara’ visitabile l’area speciale “Made in Italy at CPM” promossa e organizzata da Ente Moda Italia. Presente al salone moscovita fin dalla prima edizione, EMI coordina l’area speciale dedicata allo stile italiano, con protagonista una selezione di circa 150 collezioni di abbigliamento e accessori uomo, donna e bambino per la primavera-estate 2011, prodotte da importanti aziende della moda italiana.

CPM si è consolidato negli anni come il punto di riferimento indiscusso per il mercato russo e dell’Europa dell’Est: una piattaforma in cui vengono presentate due volte all’anno circa 1.200 collezioni, provenienti da 30 paesi, e in grado di attirare un pubblico di oltre 16.200 buyer all’ultima edizione.

Russia Export, da materiali ICE MOSCA

Per gli operatori italiani del settore moda e abbigliamento, RussiaAziende propone strumenti commerciali dedicati, come liste di contatti di settore (distributori, buyers, grossisti). Per ulteriori infomazioni è possibile inviare una richiesta all'indirizzo sevizi@russiaaziende.com.

mercoledì 1 settembre 2010

Russia - nuova legge sui farmaci

Dal primo settembre entra in vigore la nuova legge russa sulla commercializzazione di farmaci, che interesserà sia i prodotti di fabbricazione locale, sia i medicamenti di importazione.

La nuova legge fissa le procedure standard sulla certificazione dei farmaci destinati alla vendita, ed è finalizzata a uniformare i prodotti "made in Russia" agli standard europei, nonché garantire una maggiore informazione al consumatore.

Le caratteristiche dei medicinali in vendita saranno esposte su un portale internet dedicato e limiti certi (da 60 a 210) sono stati fissati per l'esecuzione degli esami clinici e completamento dell'iter di certificazione.

Per i produttori e i rivenditori italiani interessati al mercato russo dei medicinali e dei parafarmci, si segnala la recente predisposizione della scheda dei contati commerciali "Russia Medicina - contatti degli operatori russi della distribuzione ed importazione di medicinali e parafarmaci", a cura di Russia Aziende. La scheda contiene i nominativi e i riferimenti di contatto dei 10 principali distributori russi del settore medico.

Russia Export, da materiali Minzdrav.