mercoledì 2 marzo 2011

Ucraina - mostra dell'arredamento e design italiani

L'ICE organizza la partecipazione ufficiale italiana con 140 imprese su una superficie lorda di 8.100 mq alla 25ma Edizione della fiera Expo Forniture in programma a Kiev, in Ucraina, presso il centro fieristico Kiev Expo Plaza dal 9 al 12 marzo 2011.

L’Expo Furniture e’ il principale evento fieristico dedicato in Ucraina al settore del mobile, del complemento d’arredo e dei tessuti d’arredamento. Nel 2010 l’Italia e’ stato il primo paese espositore alla manifestazione.

Molto significativa anche quest’anno la presenza di organismi regionali che coordinano la partecipazione di oltre due terzi degli espositori, rappresentati soprattutto da Aspin, Promos Milano, Promofirenze, Concentro Az. Speciale CCIAA di Pordenone e Confartigianato Udine. Le imprese partecipanti provengono da tutte le maggiori realtà territoriali dell’arredamento Made in Italy: Marche (25%), Toscana (18%), Veneto (17%), Lombardia (11%), Puglia (9%) e Friuli Venezia Giulia (6%).

A supporto della presenza italiana alla rassegna, l’ICE organizza un’ampia campagna pubblicitaria stampa e TV e la realizzazione e diffusione del catalogo ICE delle aziende italiane presenti in fiera.

Il programma prevede anche lo svolgimento di una Master Class con un seminario sul design italiano e sull’interior decoration animato da relatori di prestigio – Arch. Carlo Colombo e Arch. Simone Micheli – e finalizzato ad accrescere la cultura e la conoscenza del design italiano per ampliare le fasce di consumo attualmente attestate principalmente sul mobile tradizionale.

Dopo la crisi finanziaria globale del 2009 l’Ucraina ha mostrato segni di recupero e si stima che il PIL nel 2010 abbia raggiunto 136,6 miliardi, in crescita del 4,3% (nel 2009 si e’ contratto del 15% e nel 2008 e’ cresciuto del 2%). Nel 2010 (gen-set) si e’ avuta anche una ripresa dell’interscambio con le esportazioni in crescita del 29,5% a 35,58 miliardi di USD e le importazioni in crescita del 32% a 41,64 miliardi di USD. Il relativo saldo e’ stato negativo per circa 6 miliardi di USD. I principali paesi clienti dell’Ucraina sono la Russia, la Turchia e l’Italia che nel 2010 (gen-set) ha importato 1,8 miliardi di USD dall’Ucraina in aumento del 117,2%, determinato prevalentemente da grossi acquisti di prodotti siderurgici e di cereali. I principali paesi fornitori sono Russia, Cina, Germania, Polonia, Bielorussia, Stati Uniti e Italia. L’Italia e’ il settimo fornitore mondiale e il terzo tra i paesi della UE dopo Germania e Polonia. Nel 2010 (gen-set) l’Italia ha esportato circa 1 miliardo di USD verso l’Ucraina in aumento del 28,4%.

L’Italia esporta verso l’Ucraina prevalentemente macchinari, abbigliamento, mobili e calzature, mentre importa prodotti siderurgici e prodotti della raffinazione del petrolio.

I mobili rappresentano la seconda voce piu’ importante delle esportazioni italiane in Ucraina dopo l’abbigliamento: nei primi 6 mesi del 2010 ammontavano a 49,8 milioni di Euro in calo del 14,3% e pari a una quota di circa il 10% del totale.

Il Piano Promozionale 2011 dell'ICE prevede uno stanziamento di oltre 1,6 milioni di Euro per la promozione del settore arredamento-artigianato nel mondo, cui si accompagna un ulteriore stanziamento di oltre 180.000 euro per azioni in partenariato con Federlegno Arredo e Unioncamere attualmente in corso. Inoltre, con i fondi straordinari del Made in Italy, sono in programma azioni di promozione dell'immagine del mobile e dell'artigianato italiani nel mondo ed un progetto a sostegno del segmento contract.

La strategia promozionale dell'ICE per il settore arredamento-artigianato si concentra su diverse aree geografiche. Da una parte l'Europa con i suoi mercati tradizionali come Francia, Gran Bretagna, Russia ed Ucraina, che rappresentano sempre i principali mercati target per le aziende del settore, dall'altra gli Stati Uniti ed infine i paesi emergenti, come Paesi del Mediterraneo (Tunisia, Egitto, Siria, Israele), Emirati Arabi Uniti, India, Turchia, Africa Sub-sahariana (Sudafrica e paesi limitrofi), Brasile, dove sono in atto azioni di promozione e scouting per rafforzare l'immagine del Made in Italy ed accompagnare la penetrazione commerciale delle imprese italiane.

L'impostazione privilegia azioni promozionali differenziate in linea con gli obiettivi sui mercati target e combina partecipazioni a fiere internazionali, mostre autonome con taglio commerciale/immagine, missioni di operatori con incontri B2B (Mediterraneo e Sudafrica), azioni di comunicazione con campagne promo-pubblicitarie, azioni sulla distribuzione (USA), seminari e master class sul design italiano rivolte ad architetti ed interior designer, incoming nei principali saloni in Italia.

Russia Export, da materiali ICE.

Nessun commento: