giovedì 28 aprile 2011

Torino - Seminario "Russia: nuove prospettive ed opportunità"

Nell’ambito della XXIV edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, che quest’anno vedrà la Russia come paese ospite, la Camera di commercio di Torino e la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura organizzano il convegno “Russia: nuove prospettive ed opportunità”.

 Il convegno prevede un momento di confronto tra i settori editoriali italiano e russo, con l’interevento del Presidente dell’Associazione italiana editori (AIE) e la presentazione del progetto “International book Forum”, e uno spazio di approfondimento dedicato alle testimonianze di aziende che illustreranno le loro esperienze in Russia. 

L’evento che si terrà il 13 maggio 2011, a partire dalle ore 8.45 alle 13.30, presso la sala Parigi del Centro Congressi Lingotto, è rivolto ai business developer ed international manager delle aziende piemontesi interessate a sviluppare accordi commerciali e ad investire in Russia. 

La partecipazione all’iniziativa è gratuita previa iscrizione on-line alla pagina www.promopoint.to.camcom.it/russiasalonelibro2011, entro l’8 maggio2011. All’ingresso della Sala del Convegno sarà collocato un desk welcome e accrediti. All’atto della registrazione, verrà distribuito a ciascun accreditato un biglietto di ingresso per la successiva visita al Salone Internazionale del Libro. Per informazioni: Camera di Commercio di Torino Segreteria Organizzativa Tel.: 011 571 6363 Fax: 011 571 6369 E-mail: desk.estero@to.camcom.it.

Russia Export, da materiali Globus CamCom.

mercoledì 27 aprile 2011

Russia, l'export ungherese di vino

L'Associazione ungherese degli Imprenditori promuove la costituzione di una società mista russo-ungherese per favorire le esportazioni dei prodotti alimentari e dei vini ungheresi. La registrazione della società per azioni è prevista per il mese di maggio 2011, con un capitale sociale di 150 milioni di fiorini, equivalente a circa 556.000 euro. 

La produzione media annua di vino dell’Ungheria è di circa 3-3,5 milioni di ettolitri, di cui viene esportato circa 0,7 milioni di ettolitri, mentre la Russia importa circa 6 milioni di ettolitri di vino all’anno. Negli anni ’90 la Russia era il quinto mercato di sbocco per i vini ungheresi, mentre oggi non è presente neppure tra i primi dieci paesi di destinazione.

Russia Export, da materiali Portalino Pianeta Russia, su fonte ICE.

Per le aziende produttrici italiane interessate all'apertura di nuovi canali commerciali sul mercato russo, RussiaAziende.com propone strumenti commerciali dedicati, come

- schede mercato
- lettere commerciali.

Per ulteriori informazioni, è possibile vistare il sito www.russiaaziende.com, oppure inviare una mail all'indirizzo servizi@russiaaziende.com.

Russia - dati sul commercio estero 2010

Sono stati recentemente comunicati i dati sull’interscambio commerciale della regione del Nord-Ovest della Federazione Russa, che confermano la riprese delle attivita’ economiche e dei consumi della regione

Nel 2010 il valore dell’interscambio commerciale con l’estero del Distretto Federale Nord – Occidentale ha superato i 77 miliardi di dollari USA, registrando una crescita del 26% rispetto al 2009. Il valore totale delle esportazione è stato di 37,2 miliardi di dollari USA, mentre quello delle importazione di 39,9 miliardi di dollari USA. L’esportazione, rispetto al dato 2009, ha segnato un aumento del 17%, l’importazione del 37%.

Il commercio estero di tutta l’area continua ad essere orientato verso i paesi non CSI, la cui incidenza sull’entità degli interscambi è pari al 96%. Tra i soggetti della Federazione Russa facenti parte del Distretto Federale Nord Occidentale, al primo posto per le esportazioni si collocano la città di San Pietroburgo (31,8%), la Regione di Leningrado (27,3%) e la Regione di Archangelsk (14,9%). Per le importazioni al primo posto figura San Pietroburgo (61,5%), al secondo la Regione di Kaliningrad (20%) e al terzo la Regione di Leningrado (11,5%). 

In termini di valore delle importazioni, è la Cina ad occupare il primo posto (7.805,6 milioni di dollari). L’incidenza di tale paese sull’importazione è cresciuta, rispetto all’anno precedente, dal 14,9% al 19,6%, il valore delle importazioni è salito del 79%. Dalla Cina sono state importate produzioni meccaniche, prodotti in metallo ferroso, materie plastiche, abbigliamento e calzature, giocattoli. 

Al secondo posto figura la Germania (5.174,3 milioni di dollari USA), che detiene il 13% sul totale delle importazioni. In rapporto all’anno passato, il valore delle è importazioni è salito del 35%. Tra le merci importate, prevalgono le produzioni meccaniche, i mezzi di trasporto terrestre, le materie plastiche, i prodotti carnei. Al terzo posto si posiziona la Finlandia, con un’incidenza del 5,5% che corrisponde a 2.205,5 milioni di dollari USA. Rispetto all’anno precedente, il valore delle importazioni è cresciuto del 18%. Hanno prevalso le forniture di produzioni meccaniche, prodotti in metallo ferroso, latticini, carta. 

Rispetto al 2009, la composizione merceologica delle importazioni effettuate nel 2010 ha subito una variazione: si è ridotta, in maniera significativa, l’incidenza dei prodotti alimentari, mentre è aumentata quella delle produzioni meccaniche. In termini di valore dell’importazione, al primo posto si collocano i prodotti dell’industria meccanica; l valore dell’importazione di tali prodotti ha registrato una crescita del 46%. L’incidenza è passata dal 37,7% al 40,3%. Al secondo posto figura l’importazione di generi alimentari, le cui importazioni hanno registrato un aumento del 9%, i prezzi medi del 6%, il valore del 16%. La relativa incidenza, rispetto al 2009, è calata dal 30,2% al 25,6%. Al terzo posto, nella composizione merceologica delle importazioni, si collocano i prodotti dell’industria chimica, il cui valore è salito del 30% per effetto di un aumento del 18% del volume dell’importazione e di una crescita del 10% dei prezzi medi. L’incidenza di tale comparto merceologico è del 10,9%. Il valore delle importazioni dall’Italia nel 2010 e’ stato pari a 1,54 miliardi di dollari USA, con una quota percentuale del 3,9 % del valore totale delle importazioni nel 2010 , posizionandosi al sesto posto dopo Cina, Germania, Finlandia, USA e Repubblica di Corea 

Per quanto riguarda i settori merceologici, le importazioni dall’Italia nella Regione del Nord-Ovest della Russia, similmente a quanto registrato a livello federale, sono concentrate nel settore della meccanica strumentale e delle macchine utensili ( 45,6 % del totale delle importazioni dall’Italia), nel settore del mobile e dei complementi di arredo ( 12,9 %), dei prodotti chimici e derivati ( 12,3 %), dei prodotti agro-alimentari e del vino (9,9%).

Russia Export, da materiali Portalino Pianeta Russia, da fonte ICE

martedì 26 aprile 2011

San Pietroburgo: tre nuovi impianti produttivi nel settore Automotive nel parco industriale Marjino

(ICE) - ROMA,  - L’importanza che il distretto produttivo di San Pietroburgo sta assumendo nel panorama nazionale dell’ Automotive Industry e’ ulteriormente confermato dalla notizia che presso il parco industriale “Marjino” saranno costruiti tre nuovi impianti produttivi, rispettivamente della societa’ “YO-mobile” (autovetture), della societa’ “Yarovit” (autocarri) e “Tekhnoeksim” (componentistica auto), per un investimento totale di 2,5 mlrd di rubli (circa 62,5 milioni di Euro)

La capacita` della fabbrica “YO- Auto” sara` di circa 45 mila autoveicoli all’anno, della fabbrica “Yarovit Motors ” sara’ di circa 6 mila autocarri all’anno, quella di “Tekhnoeksim” sara’ di circa 50 mila set di componenti all’anno. 

L’avviamento della prima fase della costruzione della fabbrica di “YO-Mobile” e` previsto entro il 1 settembre 2012; al completamento del progetto e’ previsto il raddoppio della produzione. “YO-Mobile” e` una nuova autovettura progettata dalla joint venture “Yo-Auto” (ex societa’ City Car, in cui il 51% appartiene al gruppo “Onexim” e il 49% alla societa’ “Yarovit Motors”) e per la quale e’ previsto che il 90% dei componenti saranno di produzione russa. L’investimento previsto e’ di circa 150 milioni di Euro e il prezzo al pubblico della “YO-Mobile” variera’ da 320 mila Rubli (circa 8000 Euro) a 485 mila rubli (circa 12000 Euro) per i modelli piu’ costosi. 

Il termine dei lavori per la costruzione della fabbrica della “Yarovit Motors” societa’ russa di autocarri di proprieta’ di Elgin System (USA) con 51% delle azioni e Tracs & Dumpers (Gran Bretagna) con 49% e` previsto entro il 1 ottobre 2012. Per quanto riguarda la terza azienda “Tekhnoeksim”, l’inizio della produzione e’ previsto entro il 1 settembre 2012. Il nuovo parco industriale “Marjino”, che avra’ una superficie di 130 ettari, sara’ realizzato grazie a un finanziamento dalla Banca VTB, con il quale verranno realizzate le infrastrutture logistiche ed e’ previsto che possa generare circa 1.000 nuovi posti di lavoro. 

Russia Export, da materiali ICE (ICE S. PIETROBURGO)

mercoledì 20 aprile 2011

Internazionalizzazione - voucher alle imprese lombarde


Nell'ambito dell'Accordo di Programma per lo Sviluppo Economico e la Competitività del Sistema lombardo, la Regione Lombardia e le Camere di Commercio lombarde intendono favorire i processi di internazionalizzazione delle micro e piccole e medie imprese lombarde sostendendo l'acqusito di servizi per l'internazionalizzazione.


Il contributo è rivolto a micro, piccole e medie imprese con sede legale e/o unità operativa sul territorio lombardo, e prevede interventi a fondo perduto articolati in tre misure per:

Misura A: Servizi di consulenza e supporto per l'internazionalizzazione
Misura B: Partecipazione a missioni economiche all'estero in forma coordinata
Misura C: Partecipazione a fiere internazionali all'estero

Le risorse complessivamente stanziate ammontano a 6.000.000 euro, e l'agevolazione consiste in:

40% della dotazione complessiva di ciascuna misura per le richieste di voucher dal 1 marzo 2011 sino al 31 maggio 2011
30% della dotazione complessiva di ciascuna misura più gli eventuali residui per le richieste di voucher dal 1 giugno 2011 sino al 30 settembre

Il restante 30% della dotazione complessiva di ciascuna misura più gli eventuali residui per le richieste di voucher dal 1 ottobre 2011 sino al 31 dicembre 2011.

Dal 1 marzo 2011 al 31 dicembre 2011 è possibile presentare la richiesta di voucher, compilando la modulistica on-line. Ulteriori dettagli sono disponibili sul sito web della Camera di commercio di Milano. Per informazioni

LombardiaPoint - Camera di commercio di Milano
via Meravigli 11/A - 20123 Milano
Tel +39 02 85155732/5368
Fax +39 02 85155380
E-mail lombardiapoint.milano@mi.camcom.it
(19/04/2011)

Russia Export, da mateiali GlobusCamCom, (Fonte: Camera di commercio di Milano)

martedì 19 aprile 2011

Austria, interesse russo sul settore agricolo

L’Austria dovrebbe diventare uno dei Partner russi più importanti per quanto riguarda la modernizzazione del settore agricolo. Il programma include grandi progetti e aziende modello. 

Il 30 Marzo è stato sottoscritto un accordo austro-russo per uno scambio di esperienze, innovazioni, modernizzazione e investimenti, secondo le autorità russe. Mosca spera che non si tratti di un accordo legato strettamente alle politiche agricole bensì di un modo per ristabilire e migliorare i rapporti bilaterali con l’Austria che finora ha avuto un ruolo subordinato sul mercato russo al contrario di Germania, Francia e USA. 

Nei primi nove mesi dello scorso anno l’Austria ha esportato in Russia prodotti alimentari per un valore di 117 milioni di dollari, tra questi specialmente sughi, acqua minerale, mangime e prodotti derivati del latte. Nello stesso periodo venivano importati prodotti russi per 15 milioni di dollari. Il piano russo punta soprattutto alla costituzione di numerose aziende che si concentrino sulla produzione di prodotti biologici. 

A queste si aggiungono fattorie per la produzione di mangime e colza, un prodotto che si esporterebbe successivamente in Europa come carburante. I russi puntano ad una modernizzazione dell’ agricoltura non solo attraverso l’acquisizione di nuove tecniche ma anche attraverso la formazione di nuovi agricoltori e contadini. Naturalmente per avere investitori stranieri diventa necessaria per la Russia l’adesione alla Organizzazione mondiale del commercio. 

Russia Export, da materiali Portalino Pianeta Russia,  Fonte: ICE

Russia - un mercato sempre più importante per la frutta

La Russia si conferma come un mercato sempre più importante per i produttori di frutta e verdura europei. Per le oggettive condizioni climatiche e grazie a un progressivo cambiamento delle abitudini alimentari, i consumatori russi acquistano volumi crescenti di frutta (pesche, arance, pere), ma anche verdura fresca.

Ad avvantaggiarsi del nuovo trend sono numerosi produttori europei e in particolare quelli spagnoli che, nel periodo 2006-2010, anno incrementato dell'86% le esportazioni ortofrutticole verso la Russia.

Il mercato russo offre quindi opportunità interessanti anche per i produttori agroalimentari italiani, la cui presenza è ancora inferiore al potenziale. Un'occasione interessante in particolare per le aziende del Meridione, che potrebbero trovare in Russia un importante sbocco per le proprie eccellenze ortofrutticole.

Per le aziende italiane interessante, RussiaAziende.com propone strumenti dedicati per la ricerca di partners in Russia:

- lettere di presentazione in russo
- gestione dei contatti commerciali e delle proposte.

Per ulteriori informazioni è possibile vistare le pagine del portale www.russiaaziende.com, ovvero inviare una mail all'indirizzo servizi@russiaaziende.com.

Russia Export.

lunedì 18 aprile 2011

Ucraina - operativo il parco eolico di Novoazovsk

E' iniziata la produzione di energia nel primo settore del nuovo parco eolico di Novoazovsk, nella parte orientale dell'Ucraina.

Sito nella regione di Dontesk, il nuovo parco possiede una capacità attuale di 25MW, mentre una volta a pieno regime, raggiungerà una capacità di 107 MW, grazie a 47 turbine eoliche da 2,5 MW.

L'Ucraina è il dodicesimo produttore di energia elettrica a livello mondiale, con una capacità complessiva di 54 GW. Nel 2010 è stato avviato un importante programma governativo per lo sviluppo e il potenziamento delle fonti energetiche rinnovabili.

Russia Export

Ucraina - dal 2012 la dichiarazione doganale sarà elettronica

Il presidente dell'Agenzia ucraina delle dogane ha annunciato che entro 2012 sarà implementato un sistema informatico unico, che permetterà le gestione elettronica di tutta la documentazione doganale.

Il nuovo sistema permetterà di velocizzare l'espletamento delle pratiche doganali sia per le importazioni in Ucraina, sia per le operazioni di export dal paese. Inoltre, eliminando il rapporto personale tra il funzionario e l'operatore economico, il nuovo sistema rappresenterà un strumento di lotta alla corruzione, ancora estremamente diffusa nel sistema economico ucraino e, in particolare modo, nelle operazioni di commercio estero.

Russia Export.

venerdì 15 aprile 2011

Russia - missione operatori economici italiani a Ekaterinburg

ROMA, 14 APR - Si è svolta 14 aprile, presso la nuova sede del Parlamento della regione di Sverdlovsk, la prima parte del programma della missione istituzionale ed imprenditoriale italiana nella città di Ekaterinburg, organizzata dall'ICE e dal Ministero dello Sviluppo Economico su invito del Governatore della Regione di Sverdlovsk. 

Questa mattina si è tenuto il forum economico e istituzionale presieduto dal Ministro dei Rapporti internazionali del Governo regionale, Aleksandr Kharlov, e dal Consigliere commerciale dell’Ambasciata d’Italia a Mosca Leonardo Bencini. Durante i lavori del forum sono stati presentati da parte russa i seguenti progetti: - La nuova Zona Economica Speciale della Regione di Sverdlovsk - Lo sviluppo industriale della zona polare degli Urali - Costruzione degli impianti sportivi a Ekaterinburg - Comlesso sciistico a Kachkanar - Nuovo polo fieristico Ekaterinburg Expo - Presentazione della regione di Cheliabinsk Per la parte italiana sono intervenuti, oltre al Consigliere Bencini, il direttore dell’Ufficio ICE di Mosca Roberto Pelo e Antonella Maria in rappresentanza del Ministero dello Sviluppo Economico. 

La delegazione ha successivamente incontrato il nuovo Sindaco di Ekaterinburg Evgenij Prounov presso la sede del Governo cittadino; nella giornata di domani è previsto l’incontro con il nuovo Governatore della regione di Sverdlovsk Aleksandr Misharin. Questo pomeriggio, inoltre, si svolgeranno due tavole rotonde sui temi, rispettivamente, della gestione del verde urbano e degli strumenti finnziari, bancari e creditizi, mentre le trenta imprese italiane presenti prenderanno parte alla sessione di incontri bilaterali organizzata dall'Ufficio ICE di Ekaterinburg, con oltre 70 controparti aziendali locali per un totale di circa 600 incontri. (ICE).

Russia Export, da materiali ICE.

giovedì 14 aprile 2011

Ucraina - programma di inserimento commerciale nel settore arredo

In vista della prossima edizione dei campionati di calcio EURO 2012, come in Polonia, anche in Ucraina si è avviato un programma di interventi che includono la costruzione, ristrutturazione ed ampliamento di complessi alberghieri, sportivi e ricreativi, strutture ricettive di vario tipo, e strutture destinate alla ristorazione. 

Le prospettive sono interessanti per le imprese italiane che operano nel settore del mobile-arredo contract e prodotti affini (articoli di design per l’arredo d’interni), nel sistema casa – building & living (materiali ed attrezzature di qualità adottate dagli studi di architettura e design, intonaci, pareti divisorie interne, sistemi di riscaldamento per pavimenti / soffitti / tetti, imposte e persiane per finestre, panelli solari per unità abitative). Pertanto, sulla base delle concrete opportunità collegate ad EURO 2012 e sulla base dell'esperienza acquisita e del modello operativo già testato in Polonia, Informest Consulting ha deciso di promuovere il programma di penetrazione commerciale in Ucraina nel settore del mobile-arredo contract e prodotti affini, sistema casa – building & living e bioedilizia, offrendo ad imprese italiane del settore, non concorrenti tra loro, la possibilità di partecipare all'iniziativa. 

Obiettivo del programma sarà la realizzazione della vendita dei prodotti relativi ai settori di riferimento sul mercato ucraino; i prodotti devono essere caratterizzati dall’avere in comune il medesimo canale commerciale. Informest Consulting svolgerà il servizio a beneficio di un gruppo di imprese italiane non concorrenti tra loro, produttrici e/o distributrici dei prodotti in oggetto, attraverso un esperto locale ben introdotto nei settori di riferimento. 

Il servizio consisterà nella promozione, sviluppo, mappatura, individuazione di clienti e distributori, sviluppo delle trattative commerciali. L'attività operativa sarà svolta in modo continuativo e sistematico a beneficio delle imprese italiane, compatibilmente con la tipologia di prodotti delle diverse aziende, al fine di ottenere un significativo risparmio di costi nelle attività di promozione, viaggi, trasferte sul territorio ucraino. 

Per approfondimenti e chiarimenti è possibile contattare la sede di Informest Consulting S.r.l. (tel.: 0481 547443; e-mail: alessandro.viola@informestconsulting.it ).

Russia Export, da materiali Informest Consulting

mercoledì 13 aprile 2011

Il mercato del turismo in Russia


La nuova nota settoriale "Il mercato del turismo in Russia" a cura del centro ricerche RBC, tra i più autorevoli della Federazione Russa, dimostra un trend di crescita positivo del turismo russo nel 2011, con ottime prospettive anche per l'anno in corso. 


La ricerca, che si sviluppa su una lunghezza di oltre 230 pagine, con dati aggiornati al marzo 2011, propone un quadro analitico completo delle vendita di servizi turistici sul mercato russo, sia in incoming che in outcoming, e costituisce uno strumento estremamente utile per gli operatori di settore, naturalmente anche quelli italiani.

L'Italia infatti rimane tra le mete preferite dal turista russa, sia nelle tradizionali destinazioni delle città d'arte e località marittime, sia verso percorsi più particolari, dal turismo enogastronomico, a quello sportivo e shopping.

La nota di settore (in lingua russa) può essere acquistata attraverso il sito RBC. Per gli operatori turistici italiani interessati a potenziare la propria visibilità presso la clientela russa, Russia Aziende propone i servizi di:

- redazione di una versione in italiano del nota di settore
- selezione di nominativi di operatori turistici russi specializzati nei flussi verso l'Italia
- note informative sulle principali manifestazioni di settore in Rusia

Per ogni informazione e la richiesta di un preventivo, è possibile inviare una mail al'indirizzo servizi@russiaaziende.com.

Russia Export.

martedì 12 aprile 2011

Mosca - la capitale del commercio in Russia

Mosca, la capitale della Federazione Russa, si conferma anche come il principale centro delle vendite al dettaglio del paese.

Mosca, con una popolazione prossima al 9% della Russia, rappresenta il 17% dei consumi complessivi, seguita dalla propria regione (6%), San Pietroburgo (4%), regione di Ekaterinburg, Krasnodar, Tjumen, Repubblica della Bashkiria, regione di Rostov, Repubblica del Tatarstan.

I consumi delle famiglie russe risultano quindi fortemente sbilanciati geograficamente - le 12 regioni più ricche del paese raccolgono oltre il 54% delle vendite al dettaglio. Va comunque rilevata una progressiva tendenza all'omologazione dei livelli di consumo, grazie alla più rapida crescita dei redditi nelle regioni periferiche ed alla saturazione della domanda in numerosi segmenti su mercati di Mosca e di San Pietroburgo.

Il mercato della distribuzione al dettaglio in Russia resta piuttosto segmentato - il leader di settore, l'X5 Retail Group è prossimo alla quota del 2%, seguito da Magnit e Auchan Russia, con 1,2% e 1,1% delle vendite.

Russia Export, da materiali RBC.

Russia - crescono le importazioni di mobili

L'import di mobili in Russia ha superato il valore complessivo di 2 miliardi di dollari nel corso del 2010. La crescita su base annua è stata pari al 37%.

Le importazioni di mobili in Russia hanno dimostrato una crescita straordinaria nel corso degli ultimi anni - dai 658 milioni di import del 2005, ai 2 miliardi del 2008, di nuovo raggiunti e superati nel 2010.

Anche la produzione locale di mobili in Russia dimostra un trend positivo, sebbene più lento rispetto alle importazioni (+8% su base annua).

Con una popolazione di 140 milioni di abitanti, la Russia è uno dei mercati più importanti per i produttori del settore mobile e arredocasa.

Per le imprese di settore interessate a conoscere il mercato russo e proporre le proprie collezioni ai distributori russi, RussiaAziende.com offre strumenti commerciali e promozionali dedicati. Per ulteriori informazioni, siete invitati a visitare le sezioni del portale www.russiaaziende.com, ovvero scrivere all'indirizzo di posta elettronica servizi@russiaaziende.com.

Russia Export, da materiali RBC

lunedì 11 aprile 2011

Russia - boom per la produzione di acqua minerale

Nel corso del 2010 il mercato russo dell'acqua minerale è cresciuto del 15%. A trainare i consumi sono stati sia il fattore climatico che una sempre più frequente preferenza dei compratori russi verso l'acqua in bottiglia.

Le acque minerali russe, presenti ormai in tutti i segmenti di prezzo, sono anche una importante voce di export, diretto soprattutto verso l'Ucraina e i paesi del'Asia Centrale. 

Per quanto concerna l'import di acqua minerale in Russia, il primo posto è occupato dal prodotto francese, seguito da quello italiano e armeno.

Russia Aziende, da materiali RBC

sabato 2 aprile 2011

Incontri con operatori russi a Udine

L’Associazione Piccole e Medie Industrie di Udine, insieme ad A.P.I. delle province di Gorizia, Pordenone e Trieste, è promotore del progetto INCONTRI D’AFFARI IN ASSOCIAZIONE, co-finanziato dalla Regione FVG. 

Il progetto prevede due fasi: 1. la realizzazione di incontri bilaterali con operatori economici russi e polacchi nei settori della meccanica, legno arredo e agroalimentare, 2. il follow-up alle imprese regionali nei Paesi esteri per sostenere le relazioni dopo i primi incontri. Gli incontri B2B sono previsti a Udine il 25 maggio 2011; il giorno successivo è dedicato alle visite in azienda. 

Le principali attività del progetto comprenderanno: incontro pre-competitivo con l’esperto-Paese, funzionale alla migliore individuazione dei profili degli operatori esteri; scouting dei potenziali partner commerciali esteri e indagine esplorativa di mercato; pianificazione e organizzazione logistica delle missioni delle delegazioni estere, gestione dei rapporti con i partecipanti esteri e all’organizzazione della loro ospitalità, predisposizione e gestione di un’agenda di incontri mirati, preventivamente organizzati sulla base dei profili raccolti per ciascuna impresa partecipante (business matching mirato); incontro di apertura dei lavori e, a seguire, incontri B2B mirati, negli uffici dell’Associazione; sportello informativo e attività di sostegno alle imprese per l’avvio e il consolidamento dei contatti.

Si prega di visionare l’allegato per la descrizione dettagliata dell’evento e per condizioni e modulo di adesione.

Russia Export, da materiali Informest Consulting