giovedì 15 dicembre 2011

Russia, bilancia commerciale nord ovest

Nel primo semestre 2011 l’interscambio commerciale con l’estero nella Regione del Nord-ovest della Russia e’ aumentato del 18%. I dati semestrali dell’interscambio commerciale della Regione del Nord-Ovest della Federazione Russa indicano una ripresa delle attivita’ economiche della regione a partire dal mese di febbraio. 

Come da informazioni fornite dalla Direzione Doganale di San Pietroburgo, nel I semestre 2011 il valore totale dell’interscambio commerciale registrato dalle dogane nella regione del Nord-Ovest della Federazione Russa e` stato pari a 43,30 miliardi di dollari USA; tale dato rappresenta un incremento del 18% rispetto al periodo gennaio-giugno 2010.

Il totale delle esportazioni e’ stato pari a 19,60 miliardi di dollari USA, mentre le importazioni sono state pari a 23,70 miliardi di dollari USA. Rispetto all’analogo periodo nel 2010 le esportazioni sono diminuite del 4%, le importazioni sono aumentati del 45%. Il saldo della bilancia commerciale nel primo semestre 2011 e` risultato negativo per oltre 4 miliardi di dollari USA, mentre nel primo semestre 2010 il saldo era risultato positivo per oltre 3 miliardi di dollari USA. I dati trimestrali relativi alla bilancia commerciale indicano la lenta uscita dalla crisi economico-finanziaria iniziata nel settembre del 2009 e che si e’ protratta per tutto il secondo semestre 2009. 

Tra le regioni del Distretto Nord-Ovest il primato nelle esportazioni e` della prov. di Leningrado (34,4% del totale) e San Pietroburgo (18,7% del totale). Nelle importazioni il primo posto occupa San Pietroburgo (61,5% del totale), il secondo posto e’ occupato dalla Regione di Kaliningrad (19,6% del totale). 

Per quanto riguarda il dato delle importazioni suddiviso per paesi, e’ la Cina il principale partner commerciale della Regione del Nord-ovest della Federazione Russa, con 4 miliardi di dollari USA di importazioni registrati nel primo semestre del 2011. La quota delle importazioni cinesi sul totale delle importazioni e’ diminuita dal 19.2% del I semestre 2010 a 17% del I semestre 2011. Dalla Cina vengono importati principalmente prodotti dell’industria metalmeccanica, prodotti in plastica, abbigliamento e calzature, giocattoli. Il secondo posto occupa la Germania (2,8 miliardi di dollari USA) con una quota del 12% del valore complessivo importazioni. Rispetto all’anno precedente le importazioni dalla Germania sono diminuite del 16%. Tra prodotti importati dalla Germania prevalgono prodotti dell’industria metalmeccanica, mezzi di trasporto terrestre, materie plastiche, prodotti in metalli ferrosi, derivati di carne. Al terzo posto si trova la Repubblica di Corea. La relativa quota e` pari a 6,6%, che corrisponde a 1.5 miliardi di dollari USA. Rispetto al I semestre 2010 il dato in valore e` diminuito del 29%. Prevalevano forniture di mezzi di trasporto terrestre, apparecchiature. L’Italia si conferma il settimo partner commerciale. 

Il valore totale delle importazioni nel primo semestre 2011 e’ stato pari a 822 milioni di dollari USA, con una quota pari al 3,5% del totale delle importazioni, concentrate prevalentemente nel settore metalmeccanico e nell’industria plastica e settore di arredamento.

Russia Export, da materiali Portalino - Pianeta Russia

Nessun commento: